Minestrone di verdure

Minestrone di verdure

Chi più ne ha, più ne metta! Di cosa? Di verdure!! Ecco la ricetta per un ottimo minestrone, un piatto leggero, perfetto in ogni stagione

-
22/01/2014

Sommario

Chi più ne ha, più ne metta! Di cosa? Di verdure!! Ecco la ricetta per un ottimo minestrone, un piatto leggero, perfetto in ogni stagione

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
25 minuti

Ingredienti Ricetta

  • Zucca delica 1
  • Fagioli borlotti secchi già ammollati per una notte 1 bicchiere
  • Carote 2
  • Sedano gambo e ciuffo 1
  • Patate 2
  • Cipolle rossa 1
  • Zucchine 2
  • Pomodori pelati o freschi secondo stagione 200 grammi
  • Cavolo nero 3 gambi
  • Broccoli in cimette 1
  • Acqua qb
  • Olio sale e pepe qb
  • Parmigiano grattugiato qb
  • Prezzemolo tritato qb

Sano e buono. Quando penso a un piatto che racchiuda in sè questi due aggettivi, mi viene subito alla mente il minestrone di verdure.

Semplice da preparare e versatile è un piatto adatto a tutte le stagoni. Tutte le verdure, infatti, possono essere usate nella preparazione di un buon minestrone, sia quelle invernali (come verze, cavoli, broccoli) che quelle estive (pomodori, zucchine, peperoni), passando attraverso i sapori autunnali della zucca e dei porri e quelli primaverili degli asparagi e dei legumi freschi. Ma c’è un “quartetto”  di base non può mai mancare nel minestrone, al di là delle stagioni: carote, sedano, cipolle e patate. Si parte sempre da qui e poi si spazia come meglio ci suggerisce la fantasia!

Servito caldo in inverno con riso, pasta corta o crostini, diventa subito una comfort food che dona tepore. Servito freddo in estate, con erbe aromatiche fresche tritate (magari coltivate in casa da voi), diviene invece un primo piatto alternativo rispetto alle fresche insalate di pasta e riso.

L’unica nota dolente del minestrone, se così si può definire, sono i tempi di preparazione e cottura: lavare, pulire e tagliuzzare tutte le verdure è un lavoro che non può essere trascurato, ma la cottura in pentola, che richiede circa 1 ora, può invece essere ottimizzata con la pentola a pressione (scoprite come funziona la cottura con la pentola a pressione) che permette di avere un minestrone pronto da servire in 30 minuti!


Leggi anche: La dieta del minestrone

La versione che vi propongo oggi è la più light (non la più semplice): senza soffritto, tutte le verdure vengono messe a crudo nella pentola. Solo un goccio di olio fresco a fine cottura e il piatto è servito! Se volete un intero menu all’insegna della leggerezza proponete come antipasto delle polpettone di tonno e come dessert i muffin allo yogurt senza uova e senza burro. Stare in linea non è mai stato più gustoso!

Qualche idea in più:

  • Avete delle croste di parmigiano avanzate? Sapete che sono deliziose se messe nel minestrone?
  • Date un sapore pù deciso al vostro minestrone aggiungendo un cucchiaio di pesto alla genovese a fine cottura: sentirete che gusto!

Sapete che esiste anche la dieta del minestrone?

Preparazione

Lavate e pulite tutte le verdure: raschiate le carote, pelate le patate, spuntate le zucchine, decorticate la zucca, mondate sedano e cavolo nero.

Affettate la cipolla, tagliate a piccoli dadini le carote, le patate, le zucchine, la zucca, i pomodori pelati e il gambo del sedano. Tagliate a striscioline il cavolo nero (se non lo avete potete usare anche bietole, coste o spinaci).

Mettete tutte le verdure insieme a crudo in una grossa pentola a pressione e coprite completamente con acqua. Salate con un pizzico di sale grosso e chiudete con il coperchio.

Accendete la fiamma al massimo, attendete il fischio, abbassate al minimo e calcolate 20 minuti di cottura.
Spegnete e fate sfiatare la valvola, poi aprite e fate addensare il minestrone su fiamma media per 5-10 minuti. In questo modo, sobbollendo, le verdure si disfano, il brodoo si asciuga un poco e il minestrone diventa più amalgamato e compatto. Regolate di sale e pepe, insaporite con prezzemolo tritato e servite condendo con un goccio di olio a crudo e parmigiano.


Potrebbe interessarti: I tempi di cottura con la pentola a pressione

Se desiderate un minestrone più brodoso, servitelo direttamente dopo la cottura in pentola a pressione.
Se volete aggiungere pasta corta tipo ditalini (circa 120 grammi) o riso, questa operazione va fatta dopo i 25 minuti di cottura.
Se volete trasformare il minestrone in un passato di verdure, basterà frullarlo pochi minuti con il frullatore a immersione una volta cotto.

Elena Levati
  • Scrittore e Blogger