Kaiserschmarrn – dall’Austria la frittata dolce dell’Imperatore

Il Kaiserschmarren o "frittata dolce dell’imperatore" è un piatto di origine austro-ungarica. Lo mangi quando vai a sciare sulle Dolomiti tra Sudtirolo e Austria!

24/01/2017

Sommario

Il Kaiserschmarren o "frittata dolce dell’imperatore" è un piatto di origine austro-ungarica. Lo mangi quando vai a sciare sulle Dolomiti tra Sudtirolo e Austria!

Tempo di preparazione:
10 minuti
Tempo di cottura:
10 minuti
Quantità:
1 persona

Ingredienti Ricetta

  • Uvetta 1 cucchiaio
  • Uovo intero 1
  • Zucchero 15 g
  • Latte 100 g
  • Farina 50 g
  • Pizzico di sale 1
  • Marmellata di mirtilli rossi 1 cucchiaio
  • Zucchero vanigliato qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 710 kcal
  • Grassi 26 g
  • Carboidrati 105 g
  • Zuccheri 70 g
  • Proteine 17 g

Il freddo concede a chi è ghiotto di cibi ipercalorici di dedicarsi al proprio sport invernale preferito: l’affondo nell’intingolo (avete mai provato la bagna cauda?). Tanto poi, basta un’energica passeggiata al gelo per smaltire ogni eccesso.

Il Kaiserschmarren – la frittata dolce dell’imperatore – è uno dei classici piatti bavaresi che scandiscono le settimane di vacanza nelle Dolomiti. Dal Sudtirolo verso nord, il Kaiserschmarren è disponibile a qualsiasi ora del giorno per rinfrancare sciatori intirizziti o collezionisti di Schnaps – la grappa locale – che ogni tanto hanno bisogno di mangiare qualcosa di solido tra un bicchierino e l’altro.

Prima di cucinare, devi sapere alcune cose:

  • Nella ricetta che segue, ho riportato le dosi per una persona (corrispondente a un uovo) perché solo una coppia affamatissima riesce a mangiare una omelette dolce di 3 uova. Per sei persone io farei 5 uova, non di più.
  • Per cuocere bene il Kaiserschmarrn ci vuole una giusta quantità di burro: se ti affiderai solo al potere dell’antiaderente, perderai un aroma inconfondibile quindi dimenticati la politica dello “0 grassi” almeno per questa volta.
  • Nei rifugi di montagna ogni tanto vanno di fretta e qualcuno trova più veloce buttare il Kaiserschmarrn a cuocere nel forno in una padella di ferro. Non si fa. Così come non bisogna aggiungere lievito. Se ci provi, diventa una specie di omelette soufflé: non è cattiva ma non è Kaiserschmarrn.
  • I più illuminati ti servono il Kaiserschmarrn portando a parte anche una composta di frutta o della salsa di mele. A me piace molto cuocere le mele con un pizzico di cannella e succo di limone fino a quando si spappolano.

Preparazione

  1. Metti a bagno l’uva passa in un po’ d’acqua tiepida; quando è morbida, strizzala e asciugala con un canovaccio pulito.
  2. Monta a neve l’albume con un pizzico di sale.
  3. Cospargi abbondantemente il Kaiserschmarrn di zucchero vanigliato e servilo subito, accompagnato da marmellata di mirtilli rossi.
  4. Fai sciogliere in una padella antiaderente – quella che useresti per una frittata – il burro, versa il composto alto al massimo un paio di centimetri e fai cadere a pioggia l’uva passa.
  5. Fai cuocere bene un lato a fuoco moderato poi – al momento di girare la frittata – strappa il Kaiserschmarrn con due forchette e termina la cottura.
    Dal momento che la frittata è zuccherata, tende a colorirsi molto velocemente in cottura: tieni la fiamma bassa e usa il coperchio, perché contenendo farina deve cuocere bene e con calma.


Leggi anche: Addobbi di Natale fai da te: dalla ghirlanda al centro tavola