Gnocchi di Pane

Pane, amore e fantasia: ecco la ricetta semplice e veloce degli gnocchi al cucchiaio preparati con pane raffermo!

Gli gnocchi di pane, chiamati anche zanzarelli, sono un cibo antichissimo. Iniziarono a comparire nei banchetti rinascimentali in Lombardia come piatto prelibato e venivano preparati con mollica di pane raffermo, latte e mandorle tritate.

La ricetta che vi propongo appartiene alla tradizione culinaria della mia famiglia, ricordo che ero solita preparare questi gnocchi squisiti insieme alla nonna almeno una volta alla settimana. È una preparazione facile, veloce ma golosa che soddisfa sicuramente il palato degli amanti del dolce-salato e speziato. Include l’utilizzo di pane raffermo, uva sultanina, cannella, noce moscata e tanto parmigiano grattugiato. Una volta bolliti, gli gnocchi sono conditi con burro fuso e salvia. L’aroma della salvia conferisce un gusto profumato e un sapore delicato. Possono essere consumati come primo piatto o piatto unico. Sono un’ottima alternativa ai più classici gnocchi di patate e sono anche gustoso piatto vegetariano contente, però, uovo.

  • Resa: 4 porzioni ( 4 Persone servite )
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 2 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 180 grammi pane raffermo
  • 150 grammi uva sultanina
  • 140 grammi parmigiano grattugiato
  • 160 grammi farina 00
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio da tè cannella
  • moce moscata un pizzico
  • sale q.b.
  • 60 grammi burro fuso
  • 3 foglie salvia
  • latte

Preparazione

  1. In una ciotola capiente mettere il pane e ricoprirlo con il latte. Lasciare riposare per circa 15 min. fino a quando il pane si è completamente ammollito.
  2. Nel frattempo in una piccola ciotola mettere in ammollo l’uva sultanina per 5 minuti.
  3. Strizzare con le mani il pane per eliminare completamente il latte. In una ciotola capiente unire il pane, il parmigiano, la cannella, la noce moscata, il sale, l’uva sultanina privata dell’acqua, l’uovo e la farina. Mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido. La quantità di farina deve essere aggiustata dopo aver cotto un paio di gnocchi come test.
  4. In una pentola portare a ebollizione abbondante acqua salata. Versare nell’acqua con un cucchiaino da tè un paio di palline d’impasto. Prima di cuocere l’intera quantità d’impasto, consiglio di fare un test con un paio di gnocchi per vedere se la pasta sta insieme. Lo gnocco ben cotto deve essere fermo ma non duro e non deve rompersi in pezzi in acqua. Se si rompe, si dovrebbe aggiungere 1-2 cucchiai di farina.
  5. Rimuovere gli gnocchi con una schiumarola non appena a galla, dopo solo circa 1-2. Disporli su un piatto di portata preriscaldato e condirli con il burro aromatizzato e del parmigiano grattugiato.
  6. Paola Lovisetti Scamihorn


Vedi altri articoli su: Ho fame | Ricette Primi Piatti | Ricette vegetariane |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *