Funghi trifolati

Una ricetta di origine piemontese da utilizzare come contorno o come ripieno di torte salate e lasagne vegetariane

31/03/2014

Sommario

Una ricetta di origine piemontese da utilizzare come contorno o come ripieno di torte salate e lasagne vegetariane

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
30 minuti
Quantità:
2 persone

Ingredienti Ricetta

  • Funghi porcini, champignon o pleurotus 400 g
  • Aglio 3 spicchi
  • Vino rosso 1 bicchiere
  • Prezzemolo 1 mazzetto
  • Olio extravergine di oliva qb
  • Sale e pepe qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 213 kcal
  • Grassi 18,5 g
  • Carboidrati 1,5 g
  • Zuccheri 1,5 g
  • Fibre 4,8 g
  • Proteine 7,5 g

I funghi trifolati sono un ottimo contorno da abbinare a carni rosse, come un arrosto o un piatto di roast beef, oppure bianche, come il petto di tacchino, o ancora da preparare come ripieno vegetariano per lasagne e torte salate.

E ora una nota tecnica: vengono definiti “trifolati” tutti quegli ortaggi (per esempio le zucchine) che si cuociono in aglio, olio e prezzemolo.

La ricetta dei funghi trifolati ha origini piemontesi e ne esistono molte versioni che variano da regione a regione. A Lucca, per esempio, si aromatizzano con la nepitella, una pianta chiamata comunemente mentuccia. Alcuni chef sconsigliano di sfumarli con il vino, altri invece aggiungono una noce di burro a fine cottura: vediamo insieme una delle tante versioni di questo semplice piatto.

Preparazione

  1. Scegliete funghi freschi, champignon o pleurotus preferibilmente, e ricordate sempre che per mantenerne l’aroma, i funghi non andrebbero mai lavati altrimenti rischiano di assorbire troppa acqua.
  2. Spazzolateli con un pennellino per eliminare i residui di terra, con un coltellino spellate il cappello e tagliateli alla base del gambo.
  3. Sbucciate tre spicchi d’aglio, affettateli e metteteli a rosolare con abbondate olio d’oliva in una casseruola larga e profonda. Se non gradite l’aglio potete lasciare gli spicchi interi e toglierli prima di servire.
  4. Tagliate a fettine sottili i funghi e quando l’aglio comincerà a dorarsi, versateli nella casseruola e mescolateli bene per far assorbire l’olio.
  5. Aggiustate con sale e un pizzico di pepe e cuocete per circa 25 minuti a fiamma alta senza coperchio finché l’acqua non si sarà assorbita.
  6. Sfumate con mezzo bicchiere di vino rosso e lasciate asciugare.
    Il vino rosso scurirà molto i funghi trifolati, se preferite un colore e un sapore più delicato sostituitelo con quello bianco.
  7. Abbassate la fiamma, cuocete altri 5 minuti e aggiungete abbondante prezzemolo tritato.
  8. Spegnete il fuoco e servite i funghi trifolati.


Leggi anche: Raccogliere i funghi: istruzioni per l’uso