Marmellata di Fichi

Marmellata di fichi: perfetta sul pane tostato per un dolce risveglio, ma anche per accompagnare formaggi stagionati per un gustoso aperitivo. Ecco come prepararla in casa

07/10/2013

Sommario

Marmellata di fichi: perfetta sul pane tostato per un dolce risveglio, ma anche per accompagnare formaggi stagionati per un gustoso aperitivo. Ecco come prepararla in casa

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
45 minuti
Quantità:
4 vasetti da 200 g

Ingredienti Ricetta

  • Fichi 1 kg
  • Zucchero 400 g
  • Limone 1

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 275 kcal
  • Carboidrati 69 g
  • Zuccheri 69 g
  • Fibre 2,5 g
  • Proteine 1 g

Per una dolce colazione, perfetta su una fetta di pane tostato. O per farcire crostate: la marmellata di fichi è la prima delle conserve che ci divertiremo a preparare in vista di autunno e inverno. Ed è deliziosa anche come accompagnamento a formaggi stagionati per un aperitivo o un contorno.

Farla in casa è piuttosto semplice: un po’ di zucchero, un limone, fichi (ovviamente), e un piacevole profumo che si spande per la cucina. Come chiudere un po’ d’estate in un vasetto, e tenerla con noi fino all’anno prossimo… anche se, ci scommettiamo, la nostra buonissima marmellata finirà ben prima!

Quella che vi proponiamo è la ricetta base, ma vi sveliamo un segreto: con l’aggiunta di noci, pinoli o mandorle sgusciate al momento di mettere sul fuoco la nostra marmellata di fichi avrà quel tocco in più che noi tanto amiamo.


Leggi anche: Fichi: menù a tema autunnale

Preparazione

  1. Per prima cosa, laviamo i fichi, e poi asciughiamoli perfettamente, togliamo i piccioli e facciamoli a spicchi che mettiamo in un tegame largo e basso.
  2. Cospargiamo con succo e buccia di un limone e lasciamo riposare da una mezz’oretta a due-tre ore.
  3. Mettiamo sui fornelli a fuoco lentissimo, e aggiungiamo lo zucchero. Lasciamo cuocere almeno tre quarti d’ora, e comunque finché il composto non avrà raggiunto la consistenza desiderata.
  4. Ora non ci resta che travasare la nostra marmellata in barattoli puliti e sterilizzati, e lasciarla freddare… se riusciamo a resistere!