Rosti di patate e cipolle

I rosti di patate con le cipolle sono un'alternativa al piatto tipico della cucina svizzera, saporiti, dorati e croccanti. Semplici e veloci.

Sommario

I rosti di patate e cipolle sono delle frittelle dorate e croccanti, tipiche della cucina svizzera e altoatesina. Ottimo antipasto, ma anche un contorno per accompagnare secondi piatti di carne o pesce.

Tempo di preparazione:
10 minuti
Tempo di cottura:
10 minuti
Quantità:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Patate rosse grandi 2
  • Cipolla bianca 1
  • Rosmarino 1 rametto
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio evo q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 g
  • Calorie 127 kcal
  • Grassi 5 g
  • Carboidrati 17 g
  • Fibre 3 g
  • Proteine 2,4 g

I rosti sono delle frittelle di patate tipiche della cucina svizzera, semplici e veloci da realizzare, ottimi da gustare come antipasto o come contorno insieme a un secondo di carne o di pesce.

La ricetta base dei rosti prevede l’utilizzo di sole patate, ma può essere arricchita per rendere il piatto ancora più gustoso, per esempio con l’aggiunta della cipolla, come vi proponiamo noi, ma anche erbe aromatiche miste, formaggio grattugiato, speck o fontina.

Per preparare i rosti di patate e cipolle, bisogna innanzitutto grattugiare le patate: questo primo passaggio si può fare utilizzando sia le patate crude, sia lessate per qualche minuto in acqua. Con il secondo metodo riuscirete a ottenere dei rosti più morbidi e che riescono più facilmente a stare insieme.

Come conservare le patate

Aggiungete poi le cipolle tritate, erbe aromatiche a piacere tritate, sale e pepe. Formate quindi delle pallotte con le mani, schiacciandole bene per compattarle, poi mettetele in una padella con olio evo a friggere. Schiacciandole leggermente con una paletta, formerete i classici rosti, che dovranno risultare ben dorati su entrambi i lati.

In alternativa, potete cuocere i rosti di patate e cipolle al forno: seguite lo stesso procedimento, adagiandoli su una teglia coperta di carta forno, bagnandoli leggermente d’olio e cuocendoli in forno ben caldo, a 200°, per 15 minuti circa, o comunque fino a raggiungere la perfetta doratura.

Preparazione

  1. Per preparare i rosti di patate e cipolle, iniziate a lavare le patate sotto l’acqua corrente, quindi sbucciatele e grattugiatele con una grattugia a fori grossi. In alternativa potete usare la mandolina per tagliare le patate e julienne.
  2. Sbucciate e tritate la cipolla, unitela in una ciotola alle patate. Mescolate, aggiungete erbe aromatiche tritate tipo rosmarino e salvia, salate e pepate. Mescolate bene per amalgamare il tutto.
  3. Formate quindi le frittelle, schiacciando bene con le mani per compattare il composto. Fate attenzione a questo passaggio, è essenziale affinché i rosti non si sfaldino in cottura.
  4. Scaldate una padella con un filo d’olio evo. Con l’aiuto di una paletta, spostate i rosti nella padella e friggeteli su entrambi i lati, schiacciandoli leggermente per appiattirli.
  5. Una volta che i rosti sono ben dorati, scolateli su carta cucina e serviteli ancora caldi e croccanti.

Curiosità sui rosti di patate

Pare che il rosti di patate sia nato come ricetta povera contadina, tradizionalmente gustato a colazione. Nato originariamente nel cantone di Berna, è diffuso anche nella cucina tedesca, austriaca e altoatesina. In Alto Adige e in altri paesi della Germania viene considerato un contorno.


Leggi anche: Patate dolci, americane o batate: tutte le ricette