Latterini fritti in pastella: come prepararli

I latterini fritti in pastella fanno parte della cucina tradizionale italiana e sono perfetti per esser serviti alla Vigilia o per Capodanno

14/12/2023

Sommario

Questi piccoli pesciolini in pastella piaceranno a tutti

Tempo di preparazione:
10 minuti
Tempo di cottura:
5 minuti
Quantità:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Birra o acqua frizzante 200 ml
  • Farina 00 100 gr
  • Latterini freschi 300 gr
  • Olio di arachidi per friggere qb
  • Sale qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 75 gr
  • Calorie 250 kcal
  • Grassi 67
  • Carboidrati 8,7
  • Proteine 15,1

VI latterini, anche conosciuti con il nome di bianchetti, sono dei piccoli pesci che possono essere consumati fritti, sia in un aperitivo sfizioso che come accompagnamento a un fritto di pesce. I latterini fritti in pastella possono essere un ottimo antipasto per la vigilia di Natale ma anche per il cenone di Capodanno ma vanno benissimo in qualsiasi occasione.

Latterini fritti in pastella

Latterini fritti in pastella: preparazione

  1. Per preparare degli ottimi latterini fritti in pastella, la prima cosa da fare è quella di lavare bene i latterini sotto acqua fredda facendo molta attenzione a maneggiare i pesciolini che, essendo piccoli, rischiano di rompersi facilmente.
  2. Una volta lavati i latterini, sistemarli sopra dei fogli di carta assorbente per fargli asciugare bene e procedere nella preparazione della pastella. Mescolare con una frusta la birra (o l’acqua) insieme alla farina aggiungendo anche un pizzico di sale.
  3. Prima di immergere i latterini nella pastella, mettere una bella quantità di olio di arachidi (circa un litro) nella padella e accendere il fuoco a fiamma alta.
  4. Quando l’olio sarà bollente immergere i latterini e cuocerli per qualche istante, raccoglierli con la schiumarola e posizionarli sulla carta assorbente per togliere l’olio in eccesso.

Latterini fritti in pastella: consigli utili

Per la frittura dei latterini è importante che l’olio raggiunga la giusta temperatura perché, se non è abbastanza caldo, i pesciolini si riempiranno di olio risultando mollicci e pesanti.

Verificare la giusta temperatura dell’olio è importante, potete farlo infilando una mollica di pane in uno stuzzicadenti per poi immergerlo nell’olio: se la mollica cuoce vivacemente significa che la temperatura idonea è stata raggiunta.

Per evitare che la frittura risulti moscia e per nulla croccante è inoltre importante cuocere poco cibo per volta, in questo modo la temperatura non si abbasserà troppo tra una cotta e l’altra.

I latterini fritti in pastella possono essere serviti su ciotole mono porzione o su un vassoio di portata ricoperto di foglie di insalata.