Amarene sciroppate fai da te

Fare le amarene sciroppate richiede un po' di pazienza, ma vi permetterà di utilizzarle nelle vostre preparazioni per un anno intero

03/02/2024

Sommario

Dolci e succose, queste amarene arricchiranno i vostri dolci

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
40 minuti
Quantità:
1 kilo

Ingredienti Ricetta

  • Amarene 1 kg
  • Zucchero semolato 500 gr

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100
  • Calorie 274 kcal
  • Grassi 0
  • Carboidrati 62,8
  • Zuccheri 61,5
  • Proteine 0

Le amarene sciroppate sono un dolce gustoso ed estremamente versatile, perfetto per portare con sé ad ogni stagione il gusto di questi frutti deliziosi. Le amarene sciroppate possono diventare una ghiottoneria da gustare di tanto in tanto da sole, accompagnate con un po’ di panna e il loro delizioso sughetto, o anche ingredienti essenziali in varie ricette.

Il succo che si forma nella conserva è ideale come topping per il gelato e certi dolci al cucchiaio o creme, mentre le amarene stesse possono venire integrate nell’impasto di molti dolci morbidi e lievitati.

Gli ingredienti sono solo due: amarene e zucchero semolato. Eventualmente per chi preferisce è possibile aggiungere anche una parte liquorosa, sconsigliato comunque per chi preferisce adoperarle in dolci destinati ai più piccoli. Altre aggiunte possono includere aromi come vaniglia, cannella, scorze d’arancia o anice stellato. La ricetta prevede di usare il doppio delle amarene rispetto allo zucchero. Ad esempio mezzo kg di zucchero richiederà 1 kg di amarene.

La stagione ideale per preparare la conserva è ovviamente l’estate, quando le amarene sono buone, mature e rigorosamente di stagione. Il mese indicato è solitamente Luglio.

amarene sciroppate

Come preparare le amarene sciroppate

  1. Per prepararle basterà lavarle e asciugarle con cura, pulirle completamente di picciolo e nocciolo e versarle in un tegame ampio. L’ideale è che possano sostare sul fondo senza ammassarsi troppo.
  2. Versare dunque lo zucchero sulle amarene, coprire con un telo e lasciar riposare una notte intera.
  3. Il giorno successivo scolare il succo e conservarle in un recipiente in attesa di utilizzo.
  4. In un secondo pentolino riversare il succo e cuocere a fuoco medio finché non inizia a schiumare.
  5. A questo punto rimuovere dal fuoco e versare sulle amarene. Sarà necessario far riposare per un’altra nottata e ripetere la procedura il giorno successivo.
  6. Solo a questo punto, dopo la seconda operazione sarà possibile conservare le amarene e il loro prezioso sciroppo.
  7. Importante e imprescindibile è lo sterilizzare i vasetti in cui si disporrà la conserva. Per fare ciò bollirli insieme ai loro tappi per almeno quindici minuti.

Nei vasetti sterilizzati si dovrà versare il composto di amarene e sciroppo ancora caldo, così da tapparli subito e lasciarli raffreddare a testa in giù. Questo accorgimento farà si che si crei il sottovuoto, per una conservazione migliore e più sicura nel tempo. Le amarene saranno buone da consumare per circa un anno.