Come essiccare i peperoncini a casa
Consigli di cucina

Come essiccare i peperoncini a casa: ecco come fare

Potete appendere i peperoncini in una stanza, lasciarli al sole oppure servirvi del forno. Ecco tre semplici metodi per essiccare i peperoncini a casa.

Quando arriva la bella stagione, anche chi non ha il pollice verde finisce spesso per lasciarsi tentare e piantare qualche pianta aromatica e qualcuna di peperoncino. In fondo cucinare con le spezie e le erbe aromatiche del nostro giardino dà sempre una certa soddisfazione! Il problema è che ad un certo punto i peperoncini saranno da raccogliere e bisognerà decidere che cosa farne.

Perché, a meno che non vogliate mangiare pasta all’arrabbiata o spaghetti aglio, olio e peperoncino ogni giorno, non sarà così semplice consumarli tutti entro poco tempo dalla raccolta. E quindi come conservarli?

Surgelare i peperoncini o essiccarli?

La prima soluzione è quella di congelare i peperoncini. Inseriteli, quindi, negli appositi sacchetti di plastica per alimenti e poneteli in freezer. Ma, se avete sempre fatto ricorso a questo metodo solo perché convinti che essiccarli fosse un’operazione troppo complicata, sappiate che dovrete ricredervi.

Per essiccare i peperoncini ci sono diversi metodi, tutti piuttosto semplici. Potete farlo appendendoli in una stanza, lasciandoli al sole oppure servendovi del forno. A dire il vero potreste anche usare un essiccatore ma è un elettrodomestico che non in molti hanno, per cui sorvoliamo… Al di là del metodo scelto, la prima operazione da compiere sarà, comunque, sempre quella di lavare e asciugare i peperoncini.

Essiccare i peperoncini appendendoli

Per essiccare i peperoncini appendendoli, legateli insieme in mazzetti servendovi di ago e spago e appendeteli, poi, in una stanza asciutta e arieggiata. Con questo metodo, uno dei più antichi, dovrete pazientare. Ci vorrà, infatti, almeno un mese per ottenere il risultato desiderato.

Essiccare i peperoncini lasciandoli al sole

Più veloce è l’essiccazione al sole, metodo usato soprattutto nell’Italia meridionale, dove il clima, asciutto e molto soleggiato, è particolarmente indicato. In questo caso dovete tagliare a metà i peperoncini in senso longitudinale e porli su di un canovaccio di cotone. Dopo averli coperti con una rete per proteggerli dagli insetti potete, poi, lasciarli al sole per tutta la giornata mentre la notte sarà bene metterli al riparo. Nel giro di tre/cinque giorni otterrete i vostri peperoncini essiccati.

L’essiccazione al forno

Infine l’ultimo metodo, l’essiccazione al forno, quella più veloce ma anche la più costosa e la meno naturale. È anche vero, però, che questa è la soluzione ideale in caso di maltempo. Come procedere quindi? Innanzitutto tagliate a metà i peperoncini e disponeteli su una teglia ricoperta da carta forno. Poi infornate a 70 gradi con forno statico, 40 con forno ventilato. Saranno necessarie all’incirca sei ore

Qualunque metodo scegliate, una volta essiccati ponete i peperoncini dentro un barattolo di vetro a chiusura ermetica. In questo modo si conserveranno per un tempo ancora maggiore!



Come fare i pop corn, al burro, in padella, dolci e salati
Consigli di cucina

Come fare i pop corn, al burro, in padella, dolci e salati

Come cucinare la quinoa
Consigli di cucina

Come cucinare la quinoa: come si usa, bianca e nera

Pranzo all'università, 5 ricette per un pranzo al sacco
Consigli di cucina

Pranzo all’università, 5 ricette per un pranzo al sacco

Dove si usa la salsa Worcester e come farla
Consigli di cucina

Dove si usa la salsa Worcester e come farla

Cottura sottovuoto: tabella e ricette per cucinare
Consigli di cucina

Cottura sottovuoto: tabella e ricette per cucinare

Come fare la panna montata
Consigli di cucina

Come fare la panna montata: ricette per farla in casa

sostituire uova dolci
Consigli di cucina

Come sostituire le uova nei dolci

Porridge salato a colazione
Consigli di cucina

Porridge salato a colazione: ricette