Cocktail alcolici con gin

Lo sapevate che i 4 cocktail a base di gin più famosi del mondo sono facilissimi da preparare? Ecco alcune ricette.

13/08/2022

Il gin è tornato. Sempre più protagonista nei cocktail, nei libri e nei locali più alla moda. È un ritorno ciclico, ma che stavolta è accompagnato da tante variazioni di prodotto. Proviamo allora a fare una sorta di viaggio nel gin, o meglio nei cocktail che meglio lo interpretano

Diversi tipi di gin: un alcolico per tutti i gusti

Non più solo quelli inglesi o americani ma anche i tedeschi, gli olandesi e ultimamente gli italiani. Dal punto di vista della classificazione esistono, infatti, diversi tipi di gin. Il “classico” London dry, incolore, secco, profumato, l’“Old Tom gin”, addolcito con una piccola quantità di zucchero, molto popolare in Inghilterra nel XVIII secolo. Il Plymouth gin, secco, dal profumo molto intenso prodotto nella zona di Plymouth in Inghilterra, da cui prende il nome.

Fra i vari tipi c’è anche il Jenever gin, prodotto in Olanda e invecchiato in caratteristiche bottiglie di terracotta; lo Sloe gin, dal colore viola, aromatizzato anche con prugne selvatiche messe a macerare quindi filtrato e leggermente dolcificato; il Pink gin, aromatizzato anche con Angostura; l’Orange gin e il Lemon gin, incolori e aromatizzati con essenze di agrumi.


Leggi anche: Cocktail estivi: i migliori 5

gin

French 75

Il cocktail preferito della master distiller Joanne Moore è buono e rinfrescante, ma è anche raffinato grazie alla combinazione fra gin e champagne.

E soprattutto è facilissimo da preparare in quanto servono:

  • 1 ½ parte di gin (London Dry oppure consigliamo anche di provare con un gin agrumato)
  • ½ parte di succo fresco di limone
  • ¼ parte di sciroppo semplice (basta mischiare acqua e zucchero in parti uguali e far sciogliere lo zucchero scaldando l’acqua in un pentolino)
  • champagne

Il procedimento da seguire è molto semplice e tutti possono replicarlo:

  1. Riempire lo shaker di ghiaccio.
  2. Aggiungere tutti gli ingredienti tranne lo champagne e shakerare.
  3. Versare filtrando in un flute e completare con un goccio di champagne.
  4. Volendo guarnire con un twist di scorza di limone edibile.

Negroni

Il grande classico italiano non è difficile da preparare e soddisfa tutti i palati che amano i gusti amari (per chi ama gusti più dolci, da provare l’Americano). Gli ingredienti necessari sono:

  • 1 parte vermouth dolce
  • 1 parte Campari
  • 1 parte gin

Il procedimento da seguire è molto facile:

  1. Versare gli ingredienti in un bicchiere pieno di ghiaccio e mescolare.
  2. Il tocco di classe è spremere l’olio contenuto nella buccia d’arancia nel drink
  3. Poi usare la scorza come garnish.

Negroni

Gimlet

Un cocktail famosissimo con il quale i barman si divertono a creare migliaia di varianti nelle competizioni, eppure davvero semplice da preparare nella sua versione tradizionale. La sua origine si deve agli ufficiali della Marina Militare Britannica, abituati ad aggiungere alla propria razione di gin un po’ di cordiale al lime. Vista la storia vi consigliamo di utilizzare un Navy Strength come gin.

  • 2 parti Navy Strength gin
  • 1 parte di cordiale al lime
  • 1 goccio di succo fresco di lime

Il procedimento è il seguente:

  1. Riempire lo shaker di ghiaccio.
  2. Aggiungere tutti gli ingredienti.
  3. Scuotere.
  4. Versare filtrando in un bicchiere da martini e infine guarnire con una fettina di lime.

Old Tom gin

Un grande classico più adatto a chi ama i gusti dolci e infatti vi consigliamo di prepararlo con un Old Tom gin. Nato alla fine del 1800, questo cocktail è davvero facile da preparare e delizioso da degustare.


Potrebbe interessarti: Mattino 5: Flavia Vento truffata? La verità

  • 2 parti Old Tom gin
  • ½ parte sciroppo semplice
  • 1 goccio di succo di limone fresco
  • Acqua frizzante

Questo è il procedimento:

  1. In uno shaker pieno di ghiaccio.
  2. Mettere tutti gli ingredienti tranne l’acqua frizzante e shakerare.
  3. Versare filtrando in un bicchiere alto pieno di ghiaccio e completare con l’acqua frizzante.
  4. Guarnire con una ciliegia e una fettina di limone.