Arrosto in salsa di arancia

Arrosto in salsa di arancia

Un secondo piatto da grande chef, prelibato e raffinato, ma adatto anche a una cena informale: l'arrosto in salsa di arancia.

-
27/04/2016

Sommario

Un secondo piatto da grande chef, prelibato e raffinato, ma adatto anche a una cena informale: l'arrosto in salsa di arancia.

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
1 ora 10 minuti

Ingredienti Ricetta

  • Arrosto di vitello già legato e pronto per la cottura 800 g
  • Succo di arancia biologica 1
  • Arancia biologica 1
  • Burro 30 g
  • Carote 150 g
  • Cipolla bianca 50 g
  • Cognac abbondante 1 bicchierino
  • Vino bianco secco 1 bicchiere
  • Brodo vegetale 1 litro
  • Olio extravergine di oliva 4 cucchiai
  • Sale viola qb q.b.

L’arrosto è certamente uno dei piatti più amati e cucinati dalle famiglie italiane. Lo si può realizzare in svariati modi, sia per quanto riguarda il metodo di cottura, sia per gli ingredienti che si possono abbinare alla carne. Possiamo infatti prepararlo nella maniera classica, rosolandolo sul fuoco e terminando la cottura nel forno, aromatizzandolo solo con salvia, rosmarino e vino bianco oppure possiamo dare sfogo alla nostra fantasia cucinandolo al forno, in padella o in pentola a pressione e abbinandolo a tanti e svariati ingredienti diversi che lo caratterizzeranno dandogli ogni volta un gusto diverso.

L’arrosto in salsa di arancia è un piatto molto particolare e raffinato, con fragranza agrumata e gusto agrodolce. La carne tagliata a fette viene servita sopra un grande piatto da portata insieme a fette di arancia e cosparsa con la sua salsa golosa.

Procuratevi delle arance biologiche e non trattate: se volete rendere ancora più intenso il sapore della salsa, grattugiate finemente un’arancia prima di spremerla e aggiungete la scorza insieme al succo e al cognac.

Il contorno ideale per questo piatto è un purè di patate soffice e morbido oppure una fresca insalata con verdure crude miste di stagione condite con salsa citronette.

Se dovesse avanzare, potete conservare l’arrosto nel frigorifero per un paio di giorni, dopo averlo riposto in un contenitore chiuso.

Attenzione alla cottura! La cottura della carne di vitello deve essere perfetta: né troppo cotta, altrimenti diventerebbe stopposa, ma neanche troppo rosea, perché si tratta di una carne bianca. Per verificare che l’arrosto sia cotto a puntino, pungetelo con uno spiedino di acciaio: se esce del liquido roseo continuate la cottura se invece il liquido è chiaro e trasparente la carne è pronta.

Per gli amanti dell’abbinamento carne-agrumi ecco due ricette da non perdere: il pollo e l’anatra all’arancia.

Preparazione

Preparate tutti gli ingredienti sul piano di lavoro.

Mettete sul fuoco una pentolina con un litro di acqua, portatela a bollore e unite un dado vegetale oppure un cucchiaino di brodo granulare.

Nel frattempo ponete in una casseruola il burro e l’olio extravergine d’oliva, accendete il fuoco a fiamma bassa e fate scaldare. Quindi unite la carota tagliata a rondelle e la cipolla a fettine e lasciate insaporire per un paio di minuti. Adagiatevi poi il pezzo di arrosto.

Fate rosolare bene l’arrosto da tutti i lati, condite con sale viola e bagnate con il vino bianco secco. Fatelo sfumare a fiamma vivace per un minuto girando l’arrosto un paio di volte.

Infine bagnate con un paio di mestoli di brodo vegetale bollente.

Lasciate cuocere per un’ora, aggiungendo altro brodo bollente se il fondo di cottura si restringe troppo.

Nel frattempo lavate bene le arance, tagliatene una a fettine e spremete l’altra filtrando poi il succo.

Quando l’arrosto è cotto, toglietelo dalla pentola e slegatelo. Quindi tagliatelo a fette e tenetelo al caldo.

Versate il succo d’arancia nel fondo di cottura dell’arrosto.

Unite anche il cognac.

Mescolate bene, alzate la fiamma e fate addensare la salsa.

Disponete le fette di arrosto su di un piatto grande da portata alternandole a fette di arancia. Cospargete la carne con la salsa e servite subito in tavola ben caldo.
Assaporate l’arrosto in salsa di arancia e buon appetito.

Anna Rosa Augurio
  • Scrittore e Blogger