Linda Evangelista torna in passerella dopo 15 anni

12/09/2022

Ora che si è rimessa in pista, Linda Evangelista non si ferma più. Prima è stata scelta da Fendi come testimonial della campagna pubblicitaria per celebrare i venticinque anni dell’iconica borsa Fendi Baguette. Poi è apparsa in copertina sull’edizione britannica di Vogue, anche se ha ammesso di essere riuscita a posare per quegli scatti grazie a un trucco. Adesso è tornata in passerella.

Linda Evangelista diva della New York Fashion Week

La modella, che era sparita dalla circolazione dopo un intervento estetico che l’ha sfigurata, ha aperto la New York Fashion Week con una sfilata esclusiva organizzata da Fendi proprio per celebrare la borsa Baguette di cui è testimonial. Inutile dire che tutti gli occhi erano puntati su di lei.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da cfda (@cfda)

Una fata turchina in passerella

A Linda Evangelista è bastato calcare di nuovo una passerella per diventare la diva delle sfilate di New York. Ormai nel mondo della moda non si parla d’altro: la sua apparizione dopo quindici anni è stata memorabile. La super top è apparsa come una fata turchina, con un maxi mantello celeste con lo strascico e le maniche a sbuffo, scarpe in tinta, guanti bianchi e capelli tirati all’indietro. E ha ricordato a tutti la classe della falcata che l’aveva resa famosa.


Leggi anche: Linda Evangelista torna in copertina, ma c’è il trucco

Ad applaudirla c’era “Carrie Bradshaw”

Sotto la passerella, ad applaudirla, c’erano tante star e personaggi famosi arrivati anche dall’Italia: da Kim Kardashian a Valentina Ferragni, fino a Kate Moss e Sarah Jessica Parker, che nel ruolo di Carrie Bradshaw in “Sex and the City” aveva reso celebre la sua Fendi Baguette.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Linda Evangelista (@lindaevangelista)

Gli addii alla moda di Linda Evangelista

Una carriera segnata da addii e ritorni quella di Linda Evangelista. La super top è stata una delle protagoniste indiscusse degli Anni Novanta e Duemila, insieme a Kate Moss, Claudia Schiffer, Cindy Crawford, Naomi Campbell e Christy Turlington. Ma è anche stata la prima a dire addio alle passerelle: la prima volta lo fece nel 1999, perché era incinta. Dopo un terribile aborto al sesto mese, tornò al lavoro. Nel 2006 un nuovo abbandono, di nuovo per una gravidanza. Poi la sua ultima sfilata: nel 2007 per festeggiare i 60 anni di Dior.

Tutta colpa della vanità

Negli anni successivi, Linda Evangelista non ha più sfilato, ma era protagonista di campagne pubblicitarie e copertine delle riviste più glam. Poi, nel 2016, la criolipolisi che le ha rovinato il viso e il corpo. “L’ho fatto perché sono un po’ vanitosa”, ha spiegato la modella, “e questo mi si è ritorto contro. Se avessi saputo che gli effetti collaterali potevano includere la perdita dei miei mezzi di sostentamento e il rischio di essere così depressa da odiarmi, non avrei corso quel rischio”. Per fortuna, sta superando tutto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fendi (@fendi)

Foto copertina: Credit Agenzia Fotogramma