La pelliccia in primavera

La primavera-estate è la stagione in cui rinnovare il look, anche quello delle pellicce: 3 regole per conservarle e i consigli di Lady Fur per reinventar le pellicce con stile e originalità

stola visone

In primavera cosa fate? Io vado in pellicceria!

Non è un titolo d’effetto ma la semplice verità. Il mondo della pellicceria non si ferma mai. A proposito di questo potete leggere il mio articolo precedente cliccando qui.

Per le pellicce la primavera e l’estate possono diventare due grandi nemiche se non vengono affrontate nella maniera giusta.
Per i laboratori di pellicceria queste due stagioni significano grandi lavori, perché chi è abituato all’uso delle pellicce, proprio in questi mesi le porta a rifarsi il look e diventa designer di se stesso.

Ecco alcuni consigli/regole sul come trattare i vostri capi: pensate bene a cosa avete nell’armadio perché mi riferisco anche a colli in volpe o visone o a guanti.

1. MAI dimenticarli in un armadio, magari dentro una custodia di plastica, schiacciati insieme a cappotti, giacche o piumini! Le pellicce hanno bisogno di prendere aria, le pelli devono respirare e stare in un luogo fresco: le pellicce, insomma, devono assolutamente essere custodite nei cavoux.

2. MAI abbandonarle in qualche scatola, ripiegate su stesse. Il gesto classico di un pellicciaio o di uno stilista è quello di sbattere leggermente la pelliccia togliendola dall’appendiabiti in modo da far alzare il pelo, farlo muovere insomma. E attenzione: gli appendiabiti devono essere a spalla larga per impedire che il capo si deformi.

3. MAI lasciare la pelliccia sporca nell’armadio, anche se usata poco durante l’inverno o gli anni precedenti. Avete mai sentito parlare delle tarme? Se lasciate la vostra pelliccia sporca all’interno di un armadio ci saranno serie probabilità che venga intaccata da questi fastidiosi e dannosi animaletti.

stola visone
Stola di visone zaffiro ricavata da una vecchia pelliccia
Non esitate, portatela a pulire. In Italia ci sono numerose puliture.
Evitate di dimenticare le pellicce delle mamme e delle nonne negli armadi perché sono dei valori che durano nel tempo.

Prendetele, accarezzatele, provatevele davanti allo specchio anche se pensate che siano “vecchie” e poi fate lavorare la vostra fantasia, mettete in moto la creatività, immaginate che cosa potreste fare con quella pelliccia o meglio con le pelli di quella pelliccia. Una borsa, uno scialle, un bomber, un gilet. E ancora: allunghereste, accorcereste, colorereste…..

Sì perché con le pelli potete fare veramente di tutto, come potete vedere nella mia collezione di pellicce. Per esempio nella foto che vedete, indosso una stola di visone zaffiro che inizialmente era una pelliccia di mia nonna ed è stata trasformata da me in stola.

pelliccia visone e cincilla
Pelliccia in cincillà e visone realizzata smontando due pellicce diverse
Anche i designer smontano e rimontano pellicce per crearne altre nuove. Per esempio la pelliccia in cincillà e visone che vedete in foto è stata creata smontando due pellicce, rinforzando il colore e disegnando il modello.

Ho amiche che non amano le pellicce e ne hanno ereditate da familiari defunti, me le hanno affidate chiedendomi cosa farne.
Bene, stiamo facendo arredamento in pelliccia: cuscini intarsiati in visone e lapin colorati da mettere sui divani. Oppure manicotti in pelliccia da attaccare ai cappotti, coperte in cachemire bordate in visone, borse, stole, sciarpine – queste sono un po’ più scontate anche se ricche di dettagli e colori.
Mi è anche stato commissionato il rivestimento di un puff: ricoperto in pelliccia è un vero spettacolo!

Insomma, questo post per informarvi che avere una pelliccia significa avere un valore. Non maltrattatela: amatela, interpretatela, trasformatela, ma soprattutto dimenticatevi il concetto di pelliccia “giacca” perché è veramente out.


Vedi altri articoli su: Abbigliamento | Trend |

Commenti

  • Franziska

    Un articolo interessante, mi piace bene. Sì, sto indossando pellicce in estate, soprattutto la sera quando è più fresco rispetto accessiores. Inoltre, ho abbastanza parti pelose in appartamento, sono continuamente aggiunto e mantenuto. Fur sentito ovunque nel mio ambiente, mi piace molto la pelliccia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *