Chanel collezione primavera-estate 2014: moda nell’arte o arte nella moda?

Chanel parla d’arte: dall’atmosfera ricreata alle modelle pittrici che Lagerfeld fa sfilare alla Fashion Week di Parigi

Una galleria d’arte quella in cui si sono trovati ieri gli invitati alla collezione della primavera-estate 2014 di Chanel.

Karl Lagerfeld ha voluto ricreare la sua art exhibition inserendo quadri e sculture riconducibili alla vera essenza Chanel, dalla bottiglia di profumo N.5 alle perle e camelie. Arte, parola chiave di questa collezione, è un concetto che racchiude moda e design su cui ci vuol far riflettere.

Lo stilista manda in passerella le sue modelle artiste, pittrici dall’aria giocosa con capi rigorosamente tradizionali della maison Chanel, come il tailleur di tweed dai colori accesi di rosa e fucsia per passare ad abiti di lana smanicati con bottoni sul davanti che si aprono lateralmente, all’utilizzo dei quadretti su vestiti con maniche lunghe e su classici tailleur. I colori nero e bianco vengono inseriti su vestiti dove le cuciture colorate tagliano gli abiti in modo geometrico. In contrapposizione a questo vengono inseriti look più casual quasi sportivi con maglioncini avvitati sia in vita, portati sul davanti, sia in  spalla avvitati sul collo. Gli abiti a seguire sono dalle forme e volumi futuristici, il designer costruisce dei colli in rilievo quasi a dare un effetto di tridimensionalità su tessuti di pelle lavorati.

Nel percorso ideato da Lagerfeld la pittrice artista diventa poi una tela bianca dove lo stilista pittore disegna le sue opere d’arte. Si sviluppa un gioco di color arcobaleno su abiti leggeri che avvolgono i corpi con tagli e spaccature quasi come se fossero delle tele spezzate.

Oggetti appartenenti al modo della pittura vengono poi trasformati in accessori come l’album da disegno che si trasforma in borsa.  Se la tendenza delle ultime stagioni era la scarpa con calza in vista, Karl fa suo il concetto e lo trasforma in un pezzo unico creando uno stivaletto dove il calzino è parte integrante della scarpa.

Lagerfeld, genio indiscusso, ci porta in questo percorso dove il confine tra moda e arte è veramente sottile. Cos’è arte e cos’è moda, quasi a voler confonderci. La donna primavera-estate 2014 di Chanel è una donna eccentrica, artista ed intellettuale che gioca con l’arte, quell’arte così moderna e commerciale di cui Karl ci vuol far parlare.


Vedi altri articoli su: Chanel | Collezioni | Fashion Weeks | Parigi Fashion Week |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *