Barcelona 080 SS 2016: colore, sperimentazione e stile alla ribalta

Dopo cinque giorni fitti di sfilate, eventi e performance musicali, la Barcelona Fashion Week 080 SS 2016 chiude i battenti ribadendo una volta di più la volontà di cercare una nuova strada nel mondo della moda, democratica e trasversale

  • Lo stile seventies è protagonista da Mango
  • Pelle e fiori per manfo AI 2015-2016
  • L'uomo Mango si rifà alle icone rock del passato
  • Il nero si accendo di baglio di rosso nella sfilata AI 2015-2016 di Mango
  • Il trench grande protagonista dell'autunno-inverno 2015-2016 firmato mango
  • Tante frange nella collezione di mango per la prossima stagione fredda
  • E' uno stile rock e hippy quello proposto da Mango AI 2015-2016
  • Look total black by Mango AI 2015-2016
  • Nella collezione Mango AI 2015-2016 c'è spazio anche per le righe
  • Colori accesi e contrasti per la collezione Desigual PE 2016
  • Look total white della collezione Desigual PE 2016
  • Le stampe di fiori diventano optical nella collezione Desigual PE 2016
  • Stile etnico rivisitato in chiave optical da Desigual PE 2016
  • Desigual PE 2016: spazio a colore e fantasia
  • E' un uomo allegro e scanzonato quella della collezione Desigual PE 2016
  • Denim protagonista nella collezione uomo Desigual PE 2016
  • Nero sì, ma acceso da lampi di colore
  • Uno splendido abito lungo della collezione Desigual PE 2016
  • E' elegante e chic la collezione Custo Barcelona PE 2016
  • Dettagli di stile della proposta Custo Barcelona PE 2016
  • Intarsi e ricami sono protagonisti della Custo Barcelona PE 2016
  • Custo Barcelona PE 2016: pizzo e dettagli iperfemminili
  • Nero e colore a contrasto da Custo Barcelona PE 2016
  • L'uomo Custo Barcelona PE 2016 non ha paura di osare
  • E' casual chic la proposta per l'uomo di Custo Barcelona PE 2016
  • Colori delicati e accesi si contrappongono nella collezione Custo Barcelona PE 2016
  • Un elegantissimo completo Custo Barcelona PE 2016

Una madrina d’eccezione, performance musicali, dj set, il “gotha” dei modelli internazionali e una dichiarata vocazione pionieristica.

La Barcelona Fashion Week 080 SS 2016, on air dal 29 giugno al 3 luglio 2015, ha conquistato pubblico e addetti ai lavori con una serie di sfilate all’insegna della sperimentazione e della ricerca stilistica e con un programma ricco di eventi “collaterali” aperti a tutti, emblema di un modo nuovo di intendere la moda e il sistema fashion, democratico e trasversale.

Iris Apfel, dj e moda: il melting pot di 080 Barcelona

La Barcelona Fashion Week 080 SS 2016 si è svolta “con la benedizione” di una madrina d’eccezione, la novantatreenne fashion icon Iris Apfel.

Monumento vivente di uno stile unconventional, personalissimo e one step beyond, la businesswoman americana ha presenziato nel giorno di chiusura alla proiezione del documentario a lei dedicato – intitolato semplicemente Iris e realizzato da Albert Maysles, scomparso lo scorso 5 marzo – e alla premiazione del 080 Barcelona Award, che ha eletto miglior stilista emergente il duo Elisabet Carlota y Elisenda Oms di Carlotaoms.

Del resto, chi meglio di Iris per rappresentare la vocazione libera e sperimentale della sedicesima edizione della settimana della moda spagnola?

Barcelona 080 SS 2016, infatti, ancora una volta ha saputo stupire e andare oltre il canovaccio classico delle Fashion Week fin dalla location individuata per le sfilate, gli spettacoli e gli stand, il Montjuïc Olympic Stadium. Scelto per affermare la vocazione sempre più internazionale della kermesse, per cinque giorni l’arena catalana ha fatto da cornice agli eventi di Barcelona 080, registrando un’affluenza di 41.750 persone.

A fare da catalizzatore, un calendario ricchissimo di eventi. Oltre alle sfilate – con 26 tra brand e stilisti noti e meno noti a calcare le passerelle – il Montjuïc Olympic Stadium ha accolto una selezione top di dj spagnoli e internazionali come Loli Zazou, Nicenoise, Chicletol & TvMnstre, Dubnoise, Nuria Scarp, Maertz, Lepth e Lenz, che hanno fatto ballare migliaia di giovani. E non solo.

La peculiariatà della Settimana della Moda catalana, infatti è la sua natura trasversale e democratica. Tutti gli eventi sono stati gratuiti e aperti al pubblico, ad eccezione delle sfilate dei main brand (per le quali era necessario l’invito da parte della maison), all’insegna di un modo nuovo di vivere e “fare” fashion.

Un perfetto melting pot di moda e divertimento, addetti ai lavori, curiosi e “profani”, rispecchiato anche dalla composizione “mista” di modelli e modelle in passerella, con star del calibro internazionale come Baptiste Giabiconi, Rhys Pickering e Daniela Braga a fare da “chiocce” agli spagnoli Jon Kortajarena, River Viiperi, Xavi Serrano, Sam Steele, Amanda Moreno, Dalianah Arekion, Desiré Cordero, Joana Sanz, Malena Costa e ai debuttanti assoluti Piero Méndez, Marçal Taberner, Lucìa Rivera e Rocìo Crusset.

Mango, Desigual e Custo Barcelona: dalla Spagna… con stile!

Alla Barcelona Fashion Week 080 SS 2016 sono saliti in passerella 26 tra i marchi e gli stilisti più in voga della Spagna e tra questi i tre “big” Mango, Desigual e Custo Barcelona. Attesissimi, non hanno deluso le aspettative, rimanendo fedeli al proprio stile, ma rinnovandolo e arricchendolo con le principali tendenze di stagione, a partire da quelle del prossimo autunno.

Diversamente da tutti gli altri brand, infatti, Mango ha presentato la collezione AI 2015-2016 (volto della quale sono le due super top Cara Delevingne e Kate Moss), facendo sfilare una linea dichiaratamente ispirata alle icone di stile e agli artisti del panorama musicale degli anni ’60 e ’70. Il risultato? Un’eleganza casual attenta ai dettagli, “modaiola” ma sempre originale grazie alle infinite composizioni mix & match alle quali si presta ogni capo, dove pelle e frange, velluto e chiffon, nero e bianco mescolati a lampi di rosso e a fantasie floreali e linee asciutte in contrapposizione a tagli morbidi la fanno da assoluti protagonisti.

Lo stile seventies fa da leit motiv anche alla collezione primavera-estate 2016 di Desigual, che ha scelto di interpretarlo puntando su stampe di fiori, etniche e tribali rivisitate in chiave optical, su un mix di colori accesi, “fumosi” e basic e su tessuti morbidi e impalpabili abbinati ad altri solidi e strutturati, che dà forma a un gioco di contrasti e giustapposizioni di grande effetto.

Custo Barcelona, infine, ha mandato in passerella una collezione caratterizzata da un gusto ricercato e chic, leggera e fresca, dove pizzo, ricami e intarsi donano a ogni abito e a ogni accessorio un che di etereo, che regala all’insieme un mood sofisticato e romanticamente sensuale, per una donna che fa dell’essere irraggiungibile e imperscrutabile la sua arma di seduzione.

Photo credits: 080 Media


Vedi altri articoli su: Fashion Weeks |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *