I bambini in vacanza da soli, come preparali nel modo giusto?

Finalmente le vacanze e i bambini partono per i campi estivi, ma li abbiamo preparati? Sanno cosa aspettarsi? Sono felici di partire?

Preparare i bambini al campo estivo
Preparare i bambini per eliminare l'ansia

Sono arrivate le tanto sospirate vacanze e spesso i genitori , anche per questioni lavorative, nel senso che non si possono assentare dalla città, mandano i bambini  più grandicelli (es. ad esempio quelli che frequentano le elementari)  a fare delle nuove esperienze nei campi estivi,  negli scouts, o al campeggio con l’oratorio senza  di loro, ma quasi subito vengono assaliti da innumerevoli dubbi: abbiamo fatto la cosa giusta? Si sentirà abbandonato? Mangerà adeguatamente? E se si dovesse far male?

Genitori non preoccupatevi perché queste iniziative sono organizzate nei minimi dettagli e l’esperienza in se è fonte solo di arricchimento per il vostro bambino.

Nelle vacanze fuori casa i bambini sono impegnati in molteplici attività, il tutto sotto la  supervisione degli accompagnatori  e gli educatori che organizzano le giornate.

Niente imposizioni

Non bisogna imporlo al bambino dicendogli sicuramente ti piacerà, infatti ci sono bimbi più indipendenti e bimbi più timidi ed introversi e il messaggio che si deve lasciar passare è quello che  sarà una piacevole esperienza di cui non deve assolutamente aver paura; se però si nota una certa diffidenza, forse il bambino non è ancora pronto per restare fuori casa da solo una settimana intera, si opterà per “gitarelle” in giornata al termine della quali si ritorna a casa e in famiglia.

Campi estivi avventurosi
Spiegare al bambino che potrà vivere mille avventure

Se invece notiamo solo delle piccole resistenze legate al cambiamento che la vacanza comporta si può comunicare al bambino che non verrà abbandonato a se stesso, che potrà contattare i genitori qualunque cosa succeda e far leva che conoscerà tantissimi amici nuovi con cui rimarrà in contatto anche a fine vacanza, e cosa molto importante far conoscere le persone con cui andrà magari qualche tempo prima della partenza in modo che li possa ritrovare quando è da solo e farli diventare i suoi nuovi punti di riferimento.

Informare il bambino per eliminare l’ansia

Farla passare come avventura e responsabilizzarlo ad essere indipendente lo farà sentire più forte e coraggioso; queste esperienze sono infatti molto utili al bambino stesso che dovrà cimentarsi in molteplici attività (es. nuovi giochi, passeggiate nella natura, luoghi da scoprire, ecc); informare il proprio bambino lo renderà meno ansioso, il non sapere infatti è solo fonte di stress e pensieri negativi.

Corsa con i sacchi
Spiegare al bambino che saranno organizzati giochi e conoscerà molti amici

Lo stare tra coetanei lo abituerà al confronto positivo  e sicuramente se di carattere introverso queste esperienze lo aiuteranno ad aprirsi.

Bisogna quindi informarsi per tempo ,ci sono infatti molteplici centri nella propria città che organizzano queste vacanze e scegliere insieme al vostro bambino quella che più si adatta alle sue necessità.


Vedi altri articoli su: Consigli per mamme |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *