Gravidanza ed insonnia

Durante la gravidanza sono tanti i cambiamenti che il corpo della donna si prepara ad affrontare, tra questi c’è anche il sonno che cambia totalmente il suo ritmo

gravidanza ed insonnia cause e rimedi

Gli stravolgimenti fisici ed emotivi causati dagli ormoni della gravidanza sono numerosi e molti di essi costringono la futura mamma a cambiare il suo stile di vita. Dalla digestione lenta ai problemi di stitichezza o dissenteria, dalle nausee ai problemi di insonnia.

E’ opinione diffusa quella di ritenere il periodo della gravidanza uno di quei momenti in cui la donna sente la necessità di dormire di più ed in cui fa fatica a restare sveglia a causa dell’innalzamento di alcuni ormoni, tra i quali il progesterone.
Capita spesso sentire donne in dolce attesa pronunciare frasi del tipo “sono talmente stanca che mi sono addormenterei ovunque!” ed infatti soprattutto nel primo trimestre la stanchezza e la sonnolenza fanno capolino e causano un marasma di stati emozionali e fisiologici che inducono la futura mamma e cercare spesso e volentieri ristoro in un appagante riposo!

La situazione cambia notevolmente con il procedere della gravidanza, con l’avanzamento delle settimane di gestazione e con l’aumento dei cambiamenti fisici che determinano alterazioni del ritmo sonno-veglia.

Le cause principali dell’insonnia in gravidanza

I veri disagi causati dall’insonnia iniziano per lo più in maniera evidente dal secondo trimestre e da li proseguono fino al parto e le ragioni principali di questo problema sono legati alla crescita del pancione ma anche ad un fattore prettamente psicologico fatto di ansie e paure (timore del dolore durante il parto, maggiore senso di responsabilità nei confronti della vita che si porta in grembo….).
Innanzitutto diventa più difficoltoso il sonno per le dimensioni del ventre che impedisce di assumere da sdraiate determinate posizioni, avvantaggiandone delle altre che, seppur più consone allo stato gestazionale, possono causare lo stesso nella donna disagi e problemi di altra natura, come problemi circolatori ad esempio.
Altro fattore di “disturbo” del sonno notturno è la frequente minzione che induce a risvegli notturni anche fastidiosi per cui alzarsi spesso spezza irrimediabilmente il sonno.
In alcuni casi anche i problemi legati alla cattiva e lenta digestione causano un sonno alterato.

I rimedi per affrontare l’insonnia in gravidanza

Affrontare con serenità questo piccolo disturbo è semplice e basta seguire uno stile di vita sano fatto di tanti piccoli accorgimenti: mangiare leggeroi la sera, ridurre i sonnellini pomeridiani, concedersi dei momenti di relax prima di andare a letto (un bagno caldo, bere delle tisane rilassanti o del latte caldo, ascoltare un po’ di musica, leggere un libro per divagare la mente…), fare dello yoga o della ginnastica dolce per allentare le tensioni fisiche e mentali, usare un cuscino per gestanti che permetta di assumere delle posizioni comode durante la notte.


Vedi altri articoli su: Gravidanza |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *