Forfora nei bambini
Mamma

Forfora nei bambini: rimedi naturali

Anche i bambini possono avere la forfora,ecco come intervenire con soluzioni e impacchi naturali.

La forfora non è un problema esclusivo degli adulti, anche i bambini possono averla.

Tra le cause più comuni: dermatiti, soprattutto se accompagnate da rossore e infiammazione, e l’utilizzo di shampoo o saponi troppo aggressivi.

Il trattamento della forfora è generalmente uguale nei bambini e negli adulti, i rimedi consigliati vanno bene per tutte le età. Nel caso dei bambini e, ancor di più nel loro caso, si consiglia di optare per i rimedi naturali, vista la maggiore sensibilità e delicatezza della loro cute.

Rimedi

• Olio di semi di lino e tea tree oil. Molti prodotti per capelli presenti sul mercato sono a base di olio di tea tree, le sue proprietà antibatteriche e antisettiche combattono la forfora.

• Un’altra soluzione efficace si ottiene con olio di cocco (10 ml) e l’aggiunta di 8 gocce di essenza di tea tree pura e naturale al 100%. Dopo che sia stato ben mescolato, il composto va applicato sulla cute con un massaggio delicato e circolare. Lasciare agire per dieci minuti e risciacquare.

• Impacchi con tuorli d’uovo. Occorrono solo 3 tuorli d’uovo e dell’acqua: mescolare fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo, massaggiare il cuoio capelluto e lasciare riposare per 15 minuti.

• Argilla verde, perfetta soprattutto per i capelli grassi. Anche in questo caso, occorrerà un pò d’acqua da unire all’argilla. Lasciare in posa per 30 minuti.

• Un semplice infuso a base di ortica diventa una lozione antiforfora formidabile! Mettere in infusione un cucchiaino di fiori d’ortica essiccati per 15 minuti in 250 ml di acqua bollente, filtrare il tutto e lasciare raffreddare prima dell’applicazione.

• Rosmarino: sbriciolarne una manciata e unire del sale fino in pari quantità. Applicare la polvere ottenuta e frizionarla sul cuoio capelluto con delicatezza, un paio di volte alla settimana per almeno 6 settimane.

Aloe vera: prima del normale shampoo applicare una piccola quantità di gel d’aloe vera sul cuoio capelluto e risciacquare dopo una decina di minuti.

• Succo di limone e olio di oliva sono efficaci contro il bruciore e il prurito spesso legati alla forfora, con la loro azione congiunta liberano la cute dalle squame e la nutrono in profondità.

• Aceto di mele: stimola la circolazione sanguigna e deterge la cute.

Altri oli essenziali utili contro la forfora sono a base di melaleuca, lavanda, rosmarino, bergamotto, limone, menta, timo, geranio.

Accorgimenti

• Lavare i capelli frequentemente impiegando uno shampoo delicato o al più richiedere in farmacia uno shampoo antiforfora specifico per bambini.

• Valutare la condizione del cuoio capelluto, se sia secco o grasso, e scegliere di conseguenza prodotti che non intensifichino la secchezza o la produzione di sebo.

• La dieta alimentare: limitare o ridurre considerevolmente il “cibo spazzatura” e quello ad alto contenuto di zuccheri, anche i troppi formaggi hanno la loro incidenza sulla forfora.



Consulente professionale in allattamento
Allattamento

Consulente professionale in allattamento: costo, cos’è e quando contattarla

Canzoni bambini per la festa del papà
Festa del papà

Canzoni bambini per la festa del papà

A quante settimane si può partorire senza rischi
Parto

Pre-termine, a quante settimane si può partorire senza rischi

Festa della donna, lavoretti fai da te per bambini
Giochi per bambini

Festa della donna, lavoretti fai da te per bambini

Attività all'aperto per bambini e ragazzi: ecco le più divertenti
Consigli per mamme

Attività all’aperto per bambini e ragazzi: ecco le più divertenti

Contrazioni, come riconoscerle e durata
Gravidanza

Contrazioni, come riconoscerle e durata   

Copertine per neonati, quali scegliere e perché
Consigli per mamme

Copertine per neonati, quali scegliere e perché       

Trecce bambina, come e quali fare
Consigli per mamme

Trecce bambina, come e quali fare     

Contrazioni, come riconoscerle e durata
Gravidanza

Contrazioni, come riconoscerle e durata   

Le contrazioni del travaglio che servono a dilatare il collo dell’utero e prepararlo alla fase espulsiva sono regolari, dolorose e durano più di 30 secondi. Si susseguono a intervalli di tempo di 10 minuti. Ma esistono anche quelle irregolari, chiamate di Braxton Hicks. Vediamo la differenza.

Leggi di più