Come vestire un bambino appena nato

Come vestire un bambino appena nato

Calzini sì o no? Sintetico o cotone? E quali materiali scegliere? Ecco una piccola guida su come vestire un bambino appena nato.

-
20/03/2020

La nascita di un figlio è sicuramente un evento importantissimo in una famiglia ma allo stesso tempo molto impegnativo. Crescere un bambino infatti può essere molto complesso soprattutto per chi è alle prime armi. Uno degli elementi a cui bisogna prestare maggiore attenzione è senz’altro il vestiario: come vestire un bambino appena nato?

Vestire un bambino appena nato: cosa bisogna sapere

Un neonato ha bisogni e necessità diverse rispetto agli adulti pertanto è importante capire quali abiti fargli indossare per non rischiare di comprometterne la salute. La prima cosa a cui pensare su come vestire un bambino appena nato sono le quantità. Un neonato tende a sporcarsi facilmente, pertanto una sola tutina durante il giorno non basterà ma ci sarà bisogno di più cambi. Per non farsi trovare impreparati quindi è opportuno munirsi del giusto numero di tutine, body e magliette: generalmente si dovrebbero calcolare almeno tre cambi al giorno ma il numero è puramente indicativo dal momento che potrebbe cambiare da bambino a bambino.

I materiali

Un altro elemento da considerare quando si deve vestire un bambino sono i materiali. Questi ultimi infatti sono fondamentali poiché potrebbero creare delle irritazioni alla pelle. Pertanto è bene prediligere sempre abiti di cotone, fatta eccezione per maglioncini e golfini che possono essere di lana ma che non devono mai stare a contatto diretto con la pelle del bimbo. Inoltre è bene evitare anche troppe zip, bottoni o qualsiasi altro dettaglio che possa creare fastidio.

https://www.instagram.com/p/B918xtTHpYT/

Quali sono gli
abiti che possono indossare i bambini appena nati

Nonostante in commercio al giorno d’oggi siano presenti vestiti per bambini appena nati che assomigliano a quelli degli adulti, è consigliabile evitare tale opzione. I bambini infatti sono ancora troppo piccoli e, sebbene tali indumenti siano esteticamente molto belli, potrebbero risultare scomodi sia per la mamma che per il neonato.

Body e magliette

Anche il body dovrebbe essere evitato nella maggior parte dei casi. Quest’ultimo infatti non permette la corretta areazione della pancia e dei genitali (anche perché è già presente il pannolino in quest’area): pertanto è preferibile optare per una semplice maglietta che lascerà il piccolo più libero di muoversi e di respirare. Naturalmente anche quest’ultima deve essere di cotone e deve avere uno scollo allargabile in modo tale che per la mamma o il papà sia più semplice svestire il neonato.

Pigiami

Tra gli indumenti a cui pensare su come vestire un bambino appena nato ci sono i pigiami. Preferibilmente sbottonabili, dei calzini di materiali diversi a seconda della stagione, un cappellino, degli abiti adatti a combattere il freddo e un gran numero di bavaglini in spugna di cotone. Tutti questi indumenti dovranno essere sempre ben lavati e puliti: per lavarli non è consigliabile usare detersivi o ammorbidenti troppo aggressivi ma sapone di Marsiglia.

https://www.instagram.com/p/B9zSm_JKDZZ/

Come vestire il
neonato a seconda delle stagione

Naturalmente l’abbigliamento del neonato cambierà a seconda della stagione poiché dovrà essere più o meno coperto in base alle temperature.

Inverno

Per quanto riguarda la stagione invernale è opportuno vestire il piccolo a strati in modo tale da poterlo scoprire all’occorrenza. Pertanto bisogna utilizzare la maglietta intima, la tutina, un maglioncino e naturalmente calze molto pesanti e cappello per coprire la testa. Tranne il maglioncino che dovrà essere in lana, gli altri indumenti possono essere in caldo cotone oppure in ciniglia pesante.

Primavera e autunno

In primavera e in autunno bisogna fare attenzione poiché le temperature potrebbero cambiare di giorno in giorno. È preferibile quindi vestire il bimbo sempre a strati ma eliminando il golfino in lana. Quest’ultimo però dovrà essere comunque utilizzato nel caso in cui le temperature siano davvero molto fredde. Anche in questo caso il cotone e la ciniglia sono i materiali migliori per scegliere gli indumenti del neonato.

Estate

Come vestire un bambino appena nato in estate? Le cose cambiano. Se le temperature sono davvero molto alte è opportuno evitare i calzini (soprattutto nelle ore più calde del giorno) e utilizzare dei capi d’abbigliamento molto freschi e leggeri. Inoltre quando si esce di casa è fondamentale proteggere il bambino dal sole e usare sempre un cappellino.

Vestire il neonato:
l’abbigliamento per tutte le occasioni

A seconda delle occasioni il neonato dovrà avere un tipo di abbigliamento diverso. Quando si è in casa ad esempio bisognerebbe vestire il bambino a seconda della stagione ma senza esagerare. L’abitazione dovrebbe avere una temperatura costante che va dai venti ai ventidue gradi: un ambiente eccessivamente caldo infatti non è salutare non solo per i più piccoli ma anche per gli altri abitanti della casa.

https://www.instagram.com/p/B8t5S2KKp5Z/

Esterno

Quando si esce invece, se non è estate, il corpo deve essere coperto adeguatamente ma bisogna fare attenzione alle condizioni esterne. Se ad esempio si entra in un negozio è opportuno togliere qualche strato di indumenti al neonato in modo tale che non ci siano sbalzi di temperatura. Anche quando si allatta al seno all’esterno è necessario avere sempre a portata di mano una copertina in modo tale da poter avvolgere il neonato e mantenerlo sempre bene coperto.

Interno

Per quanto riguarda la notte invece non bisogna esagerare: di solito il neonato dorme nella stessa camera dei genitori, pertanto non è necessario coprirlo abbondantemente. La stanza non deve essere troppo calda poiché il bambino deve essere libero di respirare. Di notte è bene evitare di far indossare al piccolo dei cappelli che potrebbero portare troppo calore. dunque è consigliabile lasciargli la testa scoperta. Durante i primi giorni è preferibile utilizzare il sacco nanna all’interno del quale dovrà essere inserito il neonato con una semplice tutina.

Melissa Viri
  • Scrittore e Blogger