Luna piena, si dorme male. Non solo una credenza

Luna piena, si dorme male. Non solo una credenza

Una ricerca condotta dall'Università di Basilea evidenzia correlazioni tra sonno e fasi lunari. Che siano l'eredità di un passato lontano?

-
19/08/2013

Se c’è la Luna piena si dorme male. Non lo dice solo una diffusa credenza popolare: adesso lo conferma una ricerca dell’Università di Basilea, pubblicato sulla rivista “Current Biology”.

I cicli lunari, dunque, sembrano influenzare il sonno, anche quando non si vede la luna e non si sa in che fase lunare si sia. Lo studio condotto dai ricercatori svizzeri suggerisce che essi influenzino la fisiologia del sonno modificando l’attività cerebrale e i livelli di ormoni nel sangue.

[dup_immagine align=”alignleft” id=”37731″]La ricerca

Il team svizzero di ricercatori, guidato dal professor Christian Cajochen dell’Ospedale Psichiatrico dell’Università di Basilea, ha analizzato il sonno di più di 30 volontari.

Monitorando attività cerebrali e movimenti oculari mentre dormivano e misurandone le secrezioni ormonali alla ricerca di eventuali correlazioni con le fasi lunari.

I risultati

Con la Luna piena la qualità del sonno riportata dai volontari e registrata dai ricercatori è risultata inferiore, e le misurazioni hanno indicato una diminuzione del 30 per cento per l’attività cerebrale. Più tempo – circa 5 minuti in più – per addormentarsi e cadere tra le braccia di Morfeo e sonno meno lungo di una ventina di minuti.


Leggi anche: Quando c’è la luna piena: come capire il giorno

Quanto agli ormoni, abbassamento del livello di melatonina, l’ormone deputato a regolare il ritmo sonno-veglia. “Questa è la prima prova attendibile che il ritmo lunare sia in grado di modulare la struttura del sonno negli esseri umani”, ha riferito Cajochen.

Uomini come specie marine

[dup_immagine align=”alignleft” id=”35793″]

Questo il punto di partenza dello studio: il fatto che alcune specie marine abbiano ritmi endogeni a periodicità circalunare, ossia legati alle fasi della luna. Il che non è invece finora stato dimostrato per noi esseri umani.

Ma i risultati ottenuti dai ricercatori svizzeri paiono indirizzare a questo: forse nemmeno gli uomini sono immuni agli effetti dei cicli lunari. Che sia l’eredità di un lontano passato?

  • Scrittore e Blogger