dieta mediterranea chef rubio

La nuova dieta mediterranea con lo chef Rubio e Stefania Ruggeri

Riscopriamo questo stile di vita sano, importante per prevenire molte malattie, insieme a una esperta e a uno chef d’eccezione

È uscito il 15 gennaio La nuova dieta mediterranea scritta da Stefania Ruggeri, ricercatrice dell’istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, con 40 ricette dello chef Rubio (Gabriele Rubini), conduttore di Unti e bisunti. Il volume è un “aggiornamento” della classica dieta mediterranea in base alle ultime ricerche, un lavoro supervisionato da Jeremiah Stamler, professore di medicina preventiva, collaboratore di Ancel Keys, scienziato che per primo studiò i benefici di questa alimentazione e le diede il nome.
Abbiamo parlato con i due autori ed ecco che cosa ci hanno raccontato:

dieta mediterranea chef rubio
Perché questo libro?

Stefania: Volevamo dare uno sprint alla dieta mediterranea, ringiovanirla e convincere che è uno stile alimentare davvero salutare. Centinaia di studi hanno dimostrato, infatti, che chi mangia mediterraneo ha minor rischio di ammalarsi di tumore, di malattie cardiovascolari e le donne hanno più probabilità di far nascere bambini sani. Purtroppo però la dieta mediterranea è poco seguita, soprattutto nel nostro Paese.

Come avete fatto a “ringiovanire” le ricette della tradizione?

Chef Rubio: Abbiamo preso il libro scritto da Ancel Keys e dalla moglie e abbiamo velocizzato le cotture, alleggerito le ricette in grassi, sostituendo i saturi in insaturi dove necessario, inserito l’integrale e ridotto l’uso del sale a favore di erbe aromatiche o spezie.

Quali sono gli errori più frequenti?

Stefania: Molti credono che sia solo la dieta della pasta e del pane e che faccia ingrassare ma non è vero. Lo dimostrano molti studi scientifici: chi segue la dieta mediterranea ha in realtà minor rischio di sovrappeso. Non dobbiamo per forza ricorrere a diete iperproteiche per dimagrire e con questo libro cerchiamo di dimostrarlo.

È adatta per tutta la famiglia, bimbi compresi?

Stefania: Sì va benissimo per i bambini che con la dieta mediterranea scopriranno i colori e i sapori della frutta e della verdura, non rischieranno l’obesità e, grazie anche a esercizio fisico, avranno più probabilità di diventare adulti sani.

Ricetta preferita?

Stefania: Domanda difficile, ti dico cosa cucinerei oggi: la zuppa di patate, cicerchia e menta. La cicerchia è un legume della tradizione italiana molto ricco di ricco di fibra e di folati ma purtroppo poco utilizzato.

Come è stato lavorare a questo progetto?

Chef Rubio: Devastante e appagante al tempo stesso: sono stati due anni di duro lavoro in cui ho appreso tanto e conosciuto tante persone fantastiche. È stato un piacere lavorare e crescere con Stefania e sono molto orgoglioso del risultato.
Stefania: È stato divertente, ma abbiamo lavorato con molta serietà e professionalità. Da Gabriele ho appreso molte tecniche, provato abbinamenti nuovi, ma soprattutto ho imparato a guardare il cibo con occhi diversi.

Qualche consiglio per le nostre lettrici?

Chef Rubio: Di non fissarsi sulle ricette, di imparare a conoscere gli alimenti, le tecniche di cottura e i principi nutrizionali e poi divertirsi e far divertire le persone a cui vogliono bene. Uscite dal mood “massaia anni ’30” e credete in voi stesse seguendo il gusto.



cibi ad alto contenuto proteico
Vivere bene

5 cibi ad alto contenuto proteico (altro che uova)

Alimenti antiossidanti naturali
Vivere bene

Alimenti antiossidanti naturali, quali sono e i benefici

Fare jogging con il cane
Vivere bene

Fare jogging con il cane: consigli su come fare e dove andare

Cosa succede al tuo corpo quando salti i pasti
Vivere bene

Cosa succede al tuo corpo quando salti i pasti

5 tips per mangiare in modo più sano
Vivere bene

5 tips per mangiare in modo più sano

prova costume
Vivere bene

Perché ci siamo stufate di sentire ancora parlare della “prova costume”

esercizi di stretching
Vivere bene

10 esercizi di stretching per iniziare la giornata

Vivere bene

Rimedi naturali per prevenire le doppie punte