cioccolato

Il cioccolato fa bene al cuore

Chi assume con regolarità una dose di cioccolato al giorno è meno soggetto a rischio infarto e ictus. In generale la sostanza tanto amata ha diverse caratteristiche che aiutano la nostra salute

Chi l’ha detto che bisogna rinunciare al cioccolato? Al contrario, secondo quanto afferma uno studio pubblicato dalla rivista Heart, chi ne consuma almeno 100 grammi al giorno risulta più protetto da infarti e ictus. Per arrivare al risultato gli autori dell’indagine hanno analizzato i dati provenienti dallo studio Epic-Norfolk, una ricerca che sta investigando il ruolo dell’alimentazione sul lungo periodo nell’insorgenza di cancro e malattie cardiovascolari. Uno studio che ha coinvolto oltre 20mila persone monitorate per 12 anni sulle proprie abitudini a tavola. Dalle analisi è emerso che in chi mangia cioccolato con regolarità, appunto 100 grammi al giorno, il rischio infarto è ridotto dell’11%. Non solo, in queste persone, in caso di evento cardiovascolare, la mortalità è ridotta del 25%. Anche nel caso dell’ictus il rischio è risultato più basso del 23%.

Ma dallo studio emerge un altro dato ancor più curioso. Da sempre il cioccolato al latte viene considerato meno salutare di quello fondente. Dai dati emerge però che anche il primo ha effetti paragonabili al secondo. Questo potrebbe indicare che non sono solo i flavonoidi, presenti solo nel cioccolato fondente, a esercitare l’effetto protettivo ma anche altri composti come acidi grassi e calcio. Secondo gli autori non è comunque possibile affermare il ruolo diretto causa-effetto del consumo di cioccolato: 100 grammi di cioccolato contengono anche 33 grammi di grassi e 500 calorie.

E per avvalorare la tesi che qualche piccola trasgressione dolce non può fare che bene, ecco altre doti che ha l’amato alimento per la nostra salute. Tutto questo è dovuto alle sostanze di cui il cacao è ricco, flavonoidi e antiossidanti. In particolare, l’azione antiossidante è messa in atto dai polifenoli, che sono più presenti nel cioccolato che nella frutta, ad esempio.
Il cioccolato ha anche la capacità di agire contro lo stress. Questa proprietà è dovuta al magnesio, di cui il cioccolato è ricco, in particolare quello fondente: aiuta a combattere l’irritabilità e il nervosismo. Molto importante è anche la funzione di teobromina e caffeina, contenute nel cacao, e che sono capaci di alleviare la sensazione di stanchezza, e di favorire il livello di concentrazione.
Il cioccolato è valido anche contro la depressione, grazie alla feniletilamina, un ormone naturale psicoattivo. Il cioccolato è capace di stimolare la produzione di serotonina, di endorfine e di anandamide, veri e propri antistress naturali, che regolano le nostre emozioni. In particolare l’anandamide stimola la percezione sensoriale e determina euforia. Inoltre i flavonoidi favoriscono il flusso sanguigno cerebrale, agendo contro gli stati depressivi.

Il consumo di cioccolato è in grado di far aumentare i livelli di colesterolo buono, e di abbassare il colesterolo cattivo. Tutto merito dell’acido stearico, il quale, trasformandosi in acido grasso monoinsaturo, permette di far aumentare nel sangue il colesterolo buono. E infine il cioccolato è in grado di migliorare la libido e di agire come un afrodisiaco naturale, facendo aumentare il desiderio sia negli uomini che nelle donne. Questo effetto è determinato da alcune sostanze eccitanti, come la teobromina e la feniletilamina.



cibi che fanno bene al cervello e alla memoria
Vivere bene

10 cibi che fanno bene al cervello e alla memoria

Come sgonfiare la pancia
Vivere bene

Come sgonfiare la pancia: dieta, esercizi e metodi naturali

Addominali obliqui
Vivere bene

Addominali obliqui: esercizi da fare da terra

Body balance cos'è e quali esercizi fare
Vivere bene

Body balance: cos’è e quali esercizi fare per yoga e pilates

Carboidrati sani
Vivere bene

Carboidrati sani: quali sono quelli da mangiare e quali da eliminare

Uova di pidocchi
Vivere bene

Uova di pidocchi: riconoscerli ed eliminarli

ashtanga yoga
Vivere bene

Ashtanga yoga: sequenza corretta delle serie

Oli da cucina
Vivere bene

Oli da cucina: quali sono i 5 migliori per cucinare e come usarli