Pranzo fuori casa

5 buone abitudini per mantenersi in forma

Quali comportamenti adottare ogni giorno per mantenersi in forma e sentirsi sempre belle.

Perennemente a dieta (dalla dieta mima-digiuno, alla dieta Lemme, passando per la dieta metabolica, insomma, provandole tutte), ore ed ore a sudare in palestra (magari unendoci pure l’autodifesa, come con il Krav Maga) e privazioni a non finire, eppure la forma perfetta continua a restare un sogno per molte donne.

Probabilmente perché è l’approccio culturale a essere sbagliato, la convinzione che l’unico modo per avere una forma invidiabile sia faticare e rinunciare ai peccati di gola. Ovvio che c’è bisogno anche di fare movimento costante e di non abusare di calorie.

Tuttavia, il resto, lo fanno quelle piccole ma sane, e per questo preziose, abitudini quotidiane, che spesso dimentichiamo quando, invece, sono davvero a portata di mano. Vediamo quali sono le più importanti!

1) Idratarsi

Bere ogni giorno la giusta quantità di acqua è senza dubbio una di quelle buone abitudini che dobbiamo avere se puntiamo a una forma fisica che ci piaccia e ci faccia sentire bene. L’acqua, infatti, permette di smaltire le tossine, aiuta il sistema nervoso e dà una mano anche all’apparato digerente. La quantità ideale sarebbero 8 bicchieri di acqua da bere ogni giorno, a partire da appena ci svegliamo, quindi a digiuno. Infatti assumere acqua al mattino consente di reintegrare quella che va persa durante la notte e riattiva il metabolismo.

2) Evitare intingoli pesanti

Un valido aiuto al metabolismo consiste nel mangiare soprattutto cibi poco lavorati, preparati in modo da conservarne intatti sia il sapore che il valore nutritivo. Evitiamo, dunque, pietanze eccessivamente elaborate, salse e sughi pesanti che non solo coprono il sapore di quello che stiamo mangiando ma soprattutto introducono nel nostro organismo zucchero e grassi in eccesso. Quindi olio a crudo, cotture leggere, sale quanto basta, e avremo una cucina buona e sana.

3) Dieci minuti di esercizi al giorno

Ovviamente per avere una forma fisica smagliante è necessario dedicare la giusta quantità di tempo alla cura del corpo, e quindi frequentare una palestra è sicuramente un valido aiuto. Tuttavia, per chi non può o non vuole andarci anche dieci minuti di esercizi al giorno possono dare una mano. Sempre uniti alle altre buone abitudini da adottare costantemente. Tra un impegno di lavoro e una faccenda domestica, facciamo degli esercizi mirati e non troppo faticosi che, comunque, permettono di sciogliere i muscoli e di ossigenarli.

4) Organizzare i pasti della settimana

Al bando il caos dalla nostra dieta, non potrà che farci male non soltanto alla forma fisica ma anche al nostro stato di salute. Capita troppo spesso che i ritmi frenetici e stressanti di oggi ci tolgano del tempo anche per mangiare, soprattutto se per lavoro pranziamo fuori casa. Per contenere eventuali danni pianifichiamo la dieta della settimana che dovrà essere a base di piatti leggeri, veloci da cucinare, con insalata, frutta secca e yogurt sempre presenti nella lista della spesa (ecco alcuni consigli per gestire la dieta fuori casa).

5) Dormire la giusta quantità

Un’altra buona abitudine da mantenere è quello di cercare di dormire almeno 6/8 ore ogni notte con un ritmo costante, perché se alteriamo il ciclo del sonno ne risentirà il nostro metabolismo, oltre al sistema nervoso.



cibi che fanno bene al cervello e alla memoria
Vivere bene

10 cibi che fanno bene al cervello e alla memoria

Come sgonfiare la pancia
Vivere bene

Come sgonfiare la pancia: dieta, esercizi e metodi naturali

Addominali obliqui
Vivere bene

Addominali obliqui: esercizi da fare da terra

Body balance cos'è e quali esercizi fare
Vivere bene

Body balance: cos’è e quali esercizi fare per yoga e pilates

Carboidrati sani
Vivere bene

Carboidrati sani: quali sono quelli da mangiare e quali da eliminare

Uova di pidocchi
Vivere bene

Uova di pidocchi: riconoscerli ed eliminarli

ashtanga yoga
Vivere bene

Ashtanga yoga: sequenza corretta delle serie

Oli da cucina
Vivere bene

Oli da cucina: quali sono i 5 migliori per cucinare e come usarli