Solo gli amanti sopravvivono, i vampiri rock e dandy di Jim Jarmusch

Il regista si interroga sull’uomo contemporaneo, sulla cultura e la bellezza, e su cosa ci permetta davvero di sopravvivere

E’ uscito nei cinema italiani il 15 maggio, dopo quattro anni di silenzio, il nuovo film di uno dei registi più finemente ironici del panorama indipendente, Jim Jarmusch. Solo gli amanti sopravvivono (Only lovers left alive) il titolo, nelle sale in concomitanza con il Festival del cinema di Cannes appena terminato, dove il film era stato presentato esattamente un anno fa e dove concorse alla Palma d’oro.

I vampiri, perché di questo si tratta, tornano al cinema, con uno spirito più romantico che mai. Solo gli amanti sopravvivono è una love story tra vampiri firmata dall’autore, tra gli altri, di film quali Broken Flowers, Coffee and Cigarettes e Down by Law.

Colti, anzi coltissimi, affascinanti e bellissimi, ma fondamentalmente malinconici, sono i vampiri di questa nuova versione cinematografica, dove il presente è brutto, gli uomini corrotti e pericolosi, tanto da essere considerati i veri zombie nonostante il loro cuore batta ancora, e dove non ci si può fidare nemmeno del sangue casual, spesso avvelenato: i vampiri di oggi infatti non si comportano più come secoli fa, quando uccidevano per bere il sangue delle loro vittime, ma si cibano solamente di purissimo sangue di laboratorio fornito da medici corrotti facilmente rintracciabili.

Ambientato tra la desolazione romantica delle città di Detroit e Tangeri, il film racconta la bella storia d’amore tra Adam (Tom Hiddleston, alias Loki nella saga Marvel Thor), un musicista underground, profondamente depresso dalla situazione contemporanea che lo circonda, ed Eve (Tilda Swinton), altra outsider saggia ma fragile, che vive tra stoffe pregiate e libri di tutte le lingue.

In questo mondo fatto di arte, cultura e bellezza non poteva mancare un vero e proprio richiamo alla storia della letteratura: a Tangeri Eve trascorre le notti in compagnia di Christopher Marlowe (John Hurt), drammaturgo inglese del periodo elisabettiano e autore non riconosciuto delle opere di Shakespeare, ora vampiro anziano che fornisce ad Eve il sangue pulito.

La storia d’amore di Adam ed Eve ha attraverso i secoli, ma il loro idillio viene prontamente interrotto da Ava (Mia Wasikowska), sorella più giovane, selvaggia e incontrollabile di lei. E mentre il mondo moderno crolla intorno a loro, non sarà facile trovare un modo per riuscire a sopravvivere.


Vedi altri articoli su: Celebrity | Spettacoli |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *