I look della finale di Sanremo
Lifestyle

Sanremo: i migliori – e i peggiori – look della finale

Il Festival di Sanremo si chiude e proclama vincitrice Arisa. Quanto a canzone, ma chi vince quanto a look dell’ultima serata? Vediamo insieme i migliori e i peggiori

Anche quest’anno il Festival di Sanremo è finito. Un’edizione, quella vinta da Arisa, che non ha brillato per ascolti, e forse nemmeno molto per qualità delle canzoni proposte. Che ne siamo fan o no, l’ultima serata è per tradizione quella in cui tutti, dai presentatori agli ospiti ai cantanti in gara, indossano i capi più eleganti. E noi non potevamo non approfittarne per dare un’occhiata ai look di ieri.

Arisa, la vincitrice

L’avevamo conosciuta su questo palco solo cinque anni fa. Era il 2009 e allora Arisa cantava Sincerità. Occhialoni spessi, capelli corti con maxi frangetta, stile un po’ vintage e molto hipster. Nel 2014, dopo tanto successo ed esperienze anche in tv, l’abbiamo ritrovata più donna. Outfit sempre elegantissimi, vestiti sexy e tacchi molto alti. Tutto perfetto? Non proprio. Perché in questa mise da femme fatale Arisa non sembra del tutto a suo agio. Tanto da dover smentire voci di gravidanza per qualche rotondità che gli abiti hanno fasciato troppo, e aver quasi privato il malcapitato Fazio dell’uso del piede destro un paio di sere fa. Il che, per dire la verità, ce la fa amare ancora di più. A noi tra l’altro il tubino nero della serata finale, con tacchi connessi, è piaciuto tantissimo. Ma vorremmo capire quale sia la vera Arisa.

Giusy Ferreri vs Noemi

Chi invece nella veste attillata e luccicante da vera diva della musica sembra sguazzarci è Giusy Ferreri. Che anche nella finale di Sanremo non disdegna paillettes e abito assai provocante. Con spacco anteriore e mega spacco posteriore. L’acconciatura? La rasatura dà un tocco rock, ma abbiamo preferito Giusi coi capelli raccolti come tre sere fa. Assai decisamente meglio delle sere precedenti, invece, Noemi, che lascia i capelli sciolti. L’abito a sirena la fascia forse un po’ troppo, ma la tinta e la frangetta sdrammatizzano anche la fantasia più damascata del mondo.

Antonella Ruggiero

E se il look non è il massimo, si può sempre dare la colpa a estro ed entusiasmo della giovinezza. Tante star non riescono nemmeno a guardare i propri outfit di anni prima! Non si può dire esattamente la stessa cosa, invece, per Antonella Ruggiero. Perché lo stile orientaleggiante in salsa Japan cui ci ha abituati durante tutto il Festival è un cammino piuttosto pericoloso. E proprio in finale la cantante scivola in pieno nel maggior rischio. No, Antonella Ruggiero non è in pigiama, anche se potrebbe sembrare. La faccia di Raphael Gualazzi che inseriamo in gallery ci sembra la reazione più normale davanti a questo outfit.

Luciana Littizzetto

Anche all’estro della Littizzetto siamo abituati, no? Quel che forse non ci era mai capitato era di vederla in abito bianco. Ma a Sanremo accade di tutto, anche che don Matteo ne sancisca l’unione con Fazio. Eccola dunque in tenuta da sposa, in abito lungo e in nero. L’ultimo outfit è per la conduttrice il più elegante, e il migliore, di tutte le cinque serate.

I Perturbazione e Cristiano De André. Premio della critica e della sala stampa

Concordiamo appieno col premio di critica e sala stampa anche per quanto riguarda i look. I Perturbazione ci piacciono moltissimo, e non ci deludono proprio sul più bello. Giacca amaranto lucida, pantaloni neri, ed è subito stile. Cristiano De André con giacca nera aperta sulla camicia bianca è di un’eleganza essenziale che dev’essere di famiglia.

Gli ospiti della finale: Ligabue e Claudia Cardinale

Ligabue sul palco dell’Ariston non c’era mai stato, ed eravamo un po’ curiose. Quel che ci piace è che uno spirito così rock non ceda niente, né in outfit né in energia. E il pubblico ringrazia con entusiasmo. Non potevamo non chiudere questa mini-carrellata sui look della finale di Sanremo senza Claudia Cardinale. Di una classe che parla da sola.



Forest Bathing, cos'è e dove farlo in Italia
Viaggi

Forest bathing, il benessere arriva dagli alberi

In bici per (ri)scoprire l'Italia, dall'Alto Adige alla Riviera Romagnola
Viaggi

In bici per (ri)scoprire l’Italia, dall’Alto Adige alla Puglia

Massimo Marino chi è il marito di Roberta Bruzzone
Celebrity

Massimo Marino: chi è il marito di Roberta Bruzzone

Guida alle taglie scarpe
Lifestyle

Guida alle taglie scarpe

Festa dei nonni la giornata mondiale è il 2 ottobre
Attualità

Festa dei nonni: la giornata mondiale è il 2 ottobre

Religioni nel mondo: quante sono e le più diffuse
Cultura

Quali sono le religioni più diffuse al mondo?

Viaggi post quarantena consigli per viaggiare sicuri
Viaggi

Viaggi post quarantena: consigli per viaggiare sicuri

Chef Rubio: ristorante, fidanzata e programmi
Celebrity

Chef Rubio: ristorante, fidanzata e programmi

Viaggiare in pullman pro e contro
Viaggi

Viaggiare in pullman: pro e contro

Prima per partire per un viaggio bisogna valutare molti aspetti, uno di questi è il trasporto.Viaggiare in pullman conviene?

Leggi di più