London Burlesque Festival, l’edizione estiva dedicata al burlesque

Dopo i successi delle edizioni primaverili, ecco il London Burlesque Festival con tanti artisti, spettacoli e workshop per scoprire i segreti di quest'arte

Burlesque festival

Signore e signori, vi presentiamo la versione estiva del London Burlesque Festival, la grande festa dedicata all’antica arte del burlesque. Dopo il grande successo dei tradizionali appuntamenti di maggio, il London Burlesque Festival quest’anno ha fatto il bis dal 18 al 21 luglio con quattro spettacoli unici e due workshop per chi è ancora alle prime armi. Protagonisti di questa edizione sono stati Banbury Cross, Eliza Delite, Whisky Falls, Lord Ritz, Elsie Diamond, La Viola Vixen, Lulu Roxx, Molly Teaser e Duke Demilo.

burlesque
Il programma

Il sipario si è aperto il 18 luglio con un tributo alle grandi star di Hollywood al Madame JoJo’s, nel suggestivo quartiere della capitale, Soho. Il 19 luglio è andato in scena al Bush Hall un grande spettacolo che ha riunito performers emergenti e artisti affermati nel panorama del varietà e del burlesque britannico. Stessa location per il Sexy Circus Sideshow del 20 luglio, una grande parata di sensuali personaggi carnevaleschi.
Questa edizione estiva del London Burlesque Festival si è conclusa ieri 21 luglio al Jazz Cafe con una serata senza veli, uno spettacolo di esperte strip teasers accompagnate dalla migliore musica jazz degli anni ’30-’60.
Il burlesque vi incuriosisce ma non sapete da che parte iniziare? L’edizione estiva del festival ha pensato a voi. Il 20 luglio Betty D’Light ha mostrato le basi di quest’arte, mentre il 21 LouLou D’Vil ha insegnato a essere più sensuali e sicure di sé e del proprio corpo. Questo è il burlesque!

London Burlesque festival 2
Burlesque, ritorno al passato

Il burlesque è un genere di spettacolo nato in Inghilterra a metà dell’Ottocento come forma di intrattenimento che riusciva a combinare insieme musica, danza, varietà e sketch comici. Negli Stati Uniti divenne famoso con Lydia Thompson e le sue “The British Blondes”, che spopolarono le scene delle grandi città americane negli anni ’70-’80 dell’Ottocento.
Ai tempi le artiste erano poco vestite, ma non si spogliavano. Si racconta che lo striptease nacque quasi per un imprevisto, un inconveniente tecnico a causa del quale Mae Dix perse gran parte del suo abito. Il pubblico apprezzò a tal punto che “l’incidente tecnico” divenne parte integrante dello show.

Chaz Royal, l’uomo dei Burlesque Festival

Negli ultimi decenni, il burlesque è tornato di moda. Il merito è anche di Chaz Royal (nome d’arte di Mark Henderson), l’uomo dietro la macchina dei festival dedicati al burlesque. Li ha creati lui nel 2001 seguendo il riemergere del genere nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in alcuni Paesi dell’Europa centrale.
Inglese, produttore, look retrò, modi di fare eleganti e raffinati: anche Chaz Royal sembra un uomo di altri tempi.
Secondo lui, il successo del burlesque dipende dal fatto che “permetta alla gente di fare un salto nel passato o di giocare con certe regole e stereotipi sociali” ed è uno spettacolo vario: “In un piccolo spazio di tempo, puoi assistere a un numero incredibile di performance diverse, provenienti da ogni angolo del pianeta”.


Vedi altri articoli su: Eventi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *