“Io sto con la sposa”: il film che non è solo un film commuove Venezia

Alla Mostra del cinema di Venezia un momento che va oltre lo spettacolo: "Io sto con la sposa". Un film che è anche (anzi, soprattutto) una storia vera

"Io sto con la sposa"

È stato uno degli eventi più emozionanti della 71esima Mostra del cinema, ed è riuscito a trasformare il tradizionale e prestigioso red carpet in un vivo e commovente white carpet. Io sto con la sposa, proiettato fuori concorso e in anteprima nazionale il 4 settembre a Venezia, con i posti in sala esauriti e un flash mob composto da un pacifico corteo di spose in abito bianco, è un film ma anche molto di più.

Soprattutto, precisano i registi Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande e Khaled Al Nassiry. Un atto di disobbedienza civile e un manifesto contro le frontiere e contro i morti in mare che il cast e il pubblico hanno voluto anche ricordare con una cerimonia sulla spiaggia.

Anche questa è la magia di rassegne ed eventi importanti come #Venezia71: quella di saper mettere da parte, anche solo per un pomeriggio, mondanità e star internazionali, e abbracciare una proiezione che è, con il suo corollario di emozioni, un momento collettivo di quelli catartici, a cui perfino Barbera con l’endorsement della Mostra del cinema ha voluto fermamente assistere.

Una gioia, quella di tutti i partecipanti, che non dimentica il dolore – con la cerimonia post-film per ricordare i migranti morti in mare – e che insieme arriva, a Venezia, meta inaspettata e tanto più preziosa di un viaggio che è la trama del film e quella, spesso con finale non lieto, della vita di migliaia di persone.

Perché Io sto con la sposa è un documentario on the road, e quello che racconta è un incredibile (ma vero) finto (ma reale) corteo nuziale organizzato dai tre registi. In favore di cinque siriani e palestinesi sbarcati a Siracusa. E arrivati, dopo aver beffato le frontiere di mezza Europa, là dove sognavano: in Svezia.

Un film realizzato grazie al più grande crowdfunding della storia del cinema italiano, con il contributo di migliaia di persone che hanno partecipato alla petizione online. Migliaia di persone che, in qualche modo, hanno lasciato un segno indelebile alla Mostra del cinema.


Vedi altri articoli su: Cultura | Eventi | Mostra del Cinema di Venezia | Spettacoli |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *