Il metodo Marie Kondo: come tenere casa in ordine

Un metodo per riordinare casa che arriva direttamente dal Giappone. Scopriamo il metodo Marie Kondo che sta spopolando in Occidente.

Il metodo Marie Kondo: come tenere casa in ordine
Il metodo Marie Kondo: come tenere casa in ordine

Uscito in Giappone nel 2012, il libro dell’autrice Marie Kondo, “Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita”, ha rivoluzionato il senso di casa e dei sentimenti che qui si concentrano.

Si tratta di un vero e proprio manuale su come tenere in ordine la casa. Pubblicato in Europa e negli Stati Uniti nel 2014, ha avuto un tale successo che la consulente giapponese ha scritto un nuovo testo sul tema.

E, inoltre, il metodo Marie Mondo su come tenere in ordine la casa è ormai tanto famoso che si parla di metodo KonMari, sostantivando di fatto le idee dell’ordinatissima asiatica.

In Italia il libro è stato pubblicato dalla casa editrice Vallardi, con traduzione di Francesca Di Berardino. Consta di 247 pagine, dove sono contenuti rigidissimi consigli su come riordinare i propri spazi ed essere felici.

Perché il metodo Marie Kondo non è un semplice libretto di economia domestica, ma un trattato di filosofia orientale su come, dove e perché concentrare le energie positive contenute in pochi, essenziali oggetti.

I 5 passi del metodo Marie Kondo

Per tenere la casa in ordine, Marie Kondo indica nel suo manuale cinque regole importantissime.

Ma una generale è alla base di tutte le altre: buttare ciò che non serve e conservare ciò che fa battere il cuore. Tutte quelle cose che, anche a distanza di anni, regalano ancora un’emozione.

Inoltre, Marie Kondo spiega che è bene riordinare non stanza per stanza, ma per categorie di oggetti.

Per la scrittrice giapponese bisogna partire dai vestiti. Ossia buttare quelli fermi da tempo nell’armadio e tenere solo quelli che si usano regolarmente.

Sarà fondamentale anche imparare a piegarli fino a ridurli a un piccolo rettangolo, da mettere poi nell’armadio con precisione maniacale. È più facile di quel che sembra.

Seconda regola, liberarsi dei libri. Come è possibile? Difficile da spiegare. Ma almeno per quelli che si son odiati, che non si digeriscono, che si pensa non si apriranno più, vale questo sacrificio.

Come terzo passaggio, è bene eliminare dalla propria casa tutte le scartoffie inutili. Si parla di scontrini, appunti e carte sparse che non servono più. I documenti importanti vanno, invece, catalogati in cartelle e posti in casa in modo da trasformarli in parte dell’arredo.

La quarta regola riguarda il cosiddetto komono, ossia il riordino di ciò che si accumula in bagno, in cucina, in garage.

Anche in questo caso, per il metodo Marie Kondo per tenere in ordine la casa vale il principio fondamentale di buttare ciò che non serve, unire ciò che si può unire diminuendo il numero di contenitori vari.

Secondo il metodo Marie Kondo, l’ultima tappa del percorso di riordino dovrà riguardare gli oggetti che hanno un forte valore affettivo.

La precisa giapponese, infatti, ritiene che questi oggetti, a differenza di quelli inutili, siano forieri di serenità per la mente e l’anima. E vanno, quindi, collocati in un punto della casa che diventerà una personale tana della dolcezza.

Marie Kondo su Netflix

Il metodo Marie Kondo per tenere casa in ordine ha avuto un tale successo da diventare una serie originale Netflix. È attualmente disponibile sulla piattaforma di streaming.

Qui Marie Kondo fa irruzione nelle case di otto famiglie americane. Si vive un po’ tutto il travaglio del metodo Marie Kondo: le lacrime quando si devono buttare cose e quelle di gioia nel vedere le proprie stanze rivoluzionate.

Insomma, un sicuro manuale visivo per capire meglio i più importanti consigli per ordine e efficienza.

Come tenere casa in ordine e essere felici

In un ambiente ordinato, è vero, si vive meglio. D’altronde la bellezza dell’anima passa anche dalla bellezza di ciò che gli occhi vedono.

il metodo Marie Kondo funziona per tenere la casa in ordine e essere felici. Principalmente perché dona un senso di grazia alle stanze.

Ad esempio, armadi e cassetti dei vestiti assomiglieranno a perfetti campi di fiori. Anche le banali calze in nylon sembreranno assumere la forma dei quadri con rotolini di carta, come quelli adorati dalla regina Elisabetta I.

Mentre le magliette colorate assumeranno le sembianze di una rosa profumata. E se con Ryanair avete patito le pene dell’inferno, il metodo Marie Kondo elimina anche questo problema, spiegando passo passo come piegare e disporre i vestiti in valigia.

E aggiunge anche un piccolo particolare al quale non si pensa mai: pulire le ruote e l’esterno della valigia una volta a casa.

Bando al disordine, quindi, col metodo Marie Kondo per tenere casa in ordine.

Ma con un solo, vero scopo: essere felici in mezzo a tutto ciò che più amiamo.

Commenti