Expo 2015: Come raggiungere il sito espositivo

Non basta comprare il biglietto, occorre anche sapere come ci si arriva all’Expo: ecco una mini-guida completa sui diversi modi per raggiungere l’era dell’Esposizione Universale.

expo

Continua il count down che ci avvicina al più grande e discusso evento del 2015: Expo. Un evento che porterà l’Italia e Milano in particolare, volenti o nolenti i milanesi stessi, sotto i riflettori del mondo. Continuano i febbrili lavori di completamento che animano in questi ultimi e frenetici giorni il sito espositivo, ed anche numerose aree urbane intorno ad esso: Expo si prepara a fare irruzione nelle nostre giornate e, dal momento che non abbiamo l’animo di lanciarci in giudizi “preventivi” su quanto accadrà lasciando che la realtà ci stupisca o ci deluda in base ai suoi effettivi accadimenti, diamo invece ancora una volta una occhiata ai preparativi e alle informazioni “di supporto” di cui, comunque, chi vuole approcciare al Grande Evento è utile sia in possesso. Abbiamo visto qualche tempo fa che la vendita dei biglietti procede secondo i piani ed in linea con le aspettative di risposta del pubblico, specialmente all’estero. Cosa, naturalmente, che non può che essere letta in chiave positiva. Oggi facciamo riferimento invece al recente comunicato dell’Organizzazione di Expo in cui ha sintetizzato i diversi modi, dai locali agli internazionali, di raggiungere il sito dell’Esposizione Universale.

Accessi Expo

I varchi di accesso

Cominciamo dall’inquadrare le vie di accesso pedonali al sito espositivo che saranno sostanzialmente quattro: quella di Sud-Merlata, quella Est-Roserio, quella Ovest-Fiorenza e quella Ovest-Triulza. Occorre ricordare che i varchi saranno presidiati coni medesimi standard di sicurezza degli aeroporti e gli accessi sottoposti alle stesse misure restrittive. Tutti i sei chilometri di perimetro dell’area Expo saranno strettamente sorvegliati con oltre 5.000 telecamere e con uno spiegamento notevole sia in uomini che in mezzi da parte dell’esercito e delle forze dell’ordine, al fine di garantire la sicurezza che evidentemente, in un evento di tale portata, è un aspetto delicato ed importante. Occorre pertanto mettere in preventivo che, sebbene numerosissimi, ai varchi nelle ore di affluenza massima potrebbero verificarsi alcune code ed i tempi di attesa potrebbero dilatarsi. Ad agevolare l’afflusso dei visitatori inoltre sono state costruite due passerelle pedonali di ampio respiro che collegano l’area Expo alla città di Milano. Quella riservata agli addetti ai lavori e agli espositori muniti di pass parte da Cascina Merlata (la cosiddetta PEM), area dal lato sud del sito che sarà successivamente oggetto di una riqualificazione urbana che porterà alla costruzione di un quartiere residenziale. La passerella in questo caso sarà lunga 350 metri e porterà ai varchi di accesso posti nell’aera sud-est del sito. La seconda, riservata invece ai visitatori, è quella che collega il sito all’area di Rho Fiera, sarà lunga 500 metri e larga 11 e condurrà agli accessi attraverso un percorso pedonale diretto.

Mappa

Arrivare in Expo da Milano…

E’ indubbio che i mezzi pubblici per raggiungere il sito di Expo siano forse il mezzo più semplice da utilizzare: la linea 1 della Metropolitana è la via più diretta di collegamento con la città e, ovviamente facilmente raggiungibile da tutte le principali linee pubbliche. Occorre solo ricordare che è necessario munirsi di biglietto extra-urbano: la fermata di Expo dista circa 25 minuti da quella di Piazza Duomo e circa 35 – cambio di metropolitana compreso – dalla Stazione Centrale. Ci vogliono poi meno di venti minuti per arrivare ad Expo sia dalla Stazione Trenord di Cadorna che dalla Stazione Garibaldi. Dall’uscita dalla zona underground di Rho-Fiera un nuovo gruppo di scale appena inaugurate permettono di raggiungere il piazzale con i varchi di controllo nei pressi dell’Accesso Ovest Fiorenza, da cui accedere alla passerella pedonale per entrare nel sito.

…e da un po’ più lontano

Continuiamo a percorre il tragitto verso Expo partendo da provenienze sempre più lontane. In treno, per esempio. Oltre alle diverse stazioni cittadine collegate poi alla rete metropolitana e alle linee suburbane S5-S6 e alla nuova S14 da Rogoredo che congiungeranno il sito espositivo con le diverse fermate del Passante Ferroviario, l’area di Expo sarà servita da una stazione ferroviaria nuova di zecca ad essa dedicata “Rho Fiera Milano Expo 2015” nei pressi dei varchi di accesso Ovest Cascina Triulza. Nella nuova stazione fermeranno in via eccezionale per il protrarsi della manifestazione i treni della rete nazionale ed internazionale Trenitalia: 19 Frecciarossa, 18 Frecciabianca, 4 Inter City notte e 26 linee ferroviarie da e per Francia e Svizzera costituiranno le 67 “linee speciali” di collegamento ad Expo che permetteranno di raggiungere una media giornaliera di 236 corse e circa 130.000 posti disponibili. Agevolazioni esistono anche in tema di biglietti e coinvolgono sia l’Azienda Tranviaria Milanese che Trenitalia e Trenord: ad esempio, il biglietto integrato “Viaggio Ovunque in Lombardia” dal costo di 16 euro permetterà di raggiungere il sito espositivo da qualunque altra provenienza nella Regione utilizzando qualunque mezzo pubblico disponibile. Per chi invece vuole raggiungere Expo con la propria auto è possibile, oltre che puntare ad un parcheggio “di collegamento” con i mezzi pubblici, utilizzare uno dei quattro parcheggi di Expo gestiti dal concessionario unico per Expo DB-Arriva. Le quattro aree di sosta per le auto sono quelli di Merlata, nei pressi dell’omonimo varco di accesso, quelli di Arese e di Trenno entrambi collegato con navetta gratuita con l’accesso Est-Roserio, e quello di Fiera Milano, collegato anch’esso da navetta con il varco di Ovest-Fiorenza. Il costo del parcheggio è di 12,20 giornaliero a tariffa unica, nel senso che non sono previste “fasce” di orari di arrivo. A Merlata potranno accedere anche i pullmann privati, mentre nel parcheggio di Arese è prevista anche un’area attrezzata per i camper. Infine, per chi arriva da veramente lontano, ecco l’aereo: sia l’aeroporto di Linate che quello di Malpensa che lo scalo bergamasco di Orio al Serio sono dotati di un robusto servizio di navette che permette di raggiungere il centro città e l’area espositiva in tempi piuttosto brevi, traffico permettendo.

 


Vedi altri articoli su: UnaDONNA for Expo 2015 |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *