L’icona Cher smentisce le voci sulla malattia

Secondo i tabloid Cher sarebbe in fin di vita, ma l’artista smentisce. Nell’augurarle pronta guarigione, ripercorriamo le tappe della sua carriera con uno sguardo ai suoi outfit.

La presunta malattia di Cher, tra annunci e smentite

L’annuncio e, praticamente immediata, la smentita. E’ di poche settimane fa la notizia secondo cui Cher sarebbe malata ed in fin di vita; la news è stata diffusa in seguito all’annullamento di 29 tappe del tour negli USA della cantante a causa di un “virus misterioso” (apparentemente si tratterebbe della sindrome di Epstein-Barr, che colpisce il sistema immunitario). La notizia ha causato preoccupazione, ma anche la curiosità dei tabloid, primo tra tutti il Globe, che sono arrivati a definire Cher “in fin di vita e ad un passo dal trapianto di cuore“.
L’artista ha prontamente sfatato la veridicità della news via Twitter: “Il mio cuore sta magnificamente. Chiaro?”.
In ogni caso la cantante è ancora in convalescenza e necessita di assoluto riposo, anche se spera quanto prima di tornare sul palco.

Cher: un’artista eclettica

Cherilyn Sarkisian LaPierre è nata il 20 maggio 1946 a El Centro, in California. Dopo aver lasciato la scuola a 16 anni causa di una dislessia non diagnosticata incontra il 27enne Salvatore Bono (che diventerà suo marito Sonny), con cui va a convivere.
Sonny all’epoca lavorava per Phil Spector ai Gold Star Studios di Hollywood, che notò Cher quando un giorno, dopo aver accompagnato Sonny al lavoro, venne messa al posto di una corista assente. Da lì parte l’escalation al successo della cantante, che dopo alcuni lavori come corista ed alcune incisioni, pubblica con il marito il primo album con il nome Sonny & Cher, pseudonimo che caratterizzerà a lungo il duo creativo. Gli anni ’60 sono altalenanti a causa delle divergenze tra il periodo storico e gli ideali della coppia, fortemente contro le droghe e quindi incapace di adattarsi alla scena musicale dell’epoca.
Negli anni ’70 la coppia ritrova il successo grazie a sketch e comedy tour, ma nel 1974 si lascia ed ha inizio la carriera musicale di Cher senza l’influenza di Sonny.
Gli anni ’80 vedono però il vero trionfo di Cher, almeno a livello cinematografico: l’artista recita infatti in pellicole di livello come Dietro la maschera (Mask), Le streghe di Eastwick (The Witches of Eastwick) e Stregata dalla luna (Moonstruck), per cui Cher vinse il premio Oscar come migliore attrice protagonista.
Ancora, negli anni ’90 Cher raggiunge la popolarità anche in Europa grazie alla colonna sonora di Sirene (Mermaids), di cui è anche protagonista, ed il suo singolo “Believe” diventa il suo più grande successo, con oltre 10 milioni di copie e posizionandosi al secondo posto dei singoli più venduti nel 1999. Nel 1998, poco dopo la morte dell’ex marito, Sonny & Cher ottengono una stella sulla Hollywood Walk of Fame.
L’album del 2001 Living Proof riprende lo stile dance di Believe, è un flop in Europa ma un successo in America. Il tour Living Proof: The Farewell Tour durerà ben 3 anni e dal 2009 al 2011 si è esibita al The Colosseum at Caesars Palace con 192 concerti.
A tutt’oggi Cher è l’unica cantante con almeno una canzone al numero 1 della top ten americana Billboard in sei decenni differenti, dagli anni sessanta fino agli anni 2000.

Cher: uno stile che ha fatto storia

Un’icona non solo a livello artistico e musicale: Cher rappresenta la cultura pop, e sin dai primi anni della sua carriera è stata un esempio di stile. I suoi lunghi capelli neri, l’ombelico scoperto (è stata tra le prime donne a mostrarlo in televisione!) ed i pantaloni a zampa rappresentano un modo di essere assolutamente boho-chic, tutt’ora ripreso ed imitato. Vista come un vero e proprio sex symbol, il suo stilista Bob Mackie ha creato per lei negli anni ’70, durante la sua carriera televisiva, degli abiti che lasciassero scoperte delle parti del corpo e nel video del 1989 del singolo “If I Could Turn Back Time” la cantante si esibisce a bordo della nave americana USS Missouri con indosso soltanto un perizoma, delle calze a rete ed un giubbotto. Questo video venne inizialmente censurato da MTV, ma a causa della sua popolarità venne messo in onda solo a partire dalle 9 di sera. Il look è stato ripreso dall’artista nel 2010, mostrando una fisicità ancora piuttosto invidiabile.
Iconici anche i look indossati agli Academy Awards nel 1986 e nel 1988 (dove vinse la statuetta per Moonstruck) ed i capelli biondi in occasione degli Emmy, mostrandone ancora una volta l’animo camaleontico e trasformista.


Dedicato a Cher, con i nostri migliori auguri!

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche

Celebrity

Da Ilenia a Lolita: l’intervista alla cantante calabrese

Emilia Clarke: prossimi film che la vedranno protagonista
Celebrity

Emilia Clarke: prossimi film che la vedranno protagonista

Celebrity

Kim Kardashian è positiva al Lupus: in cosa consiste questa malattia

Celebrity

Chi è Julia Schlaepfer della serie tv The Politician

Celebrity

Joker: tutti gli attori che lo hanno interpretato

Celebrity

Chi è la regista del film su Chiara Ferragni: Elisa Amoruso

Celebrity

Apple Martin: chi è la figlia di Gwyneth Paltrow

Thegiornalisti, da Tommaso Paradiso a Leo Pari: cosa sta succedendo?
Celebrity

Thegiornalisti, da Tommaso Paradiso a Leo Pari: cosa sta succedendo?

Discoteche sulla spiaggia: le più conosciute in Italia e in Europa
Viaggi

Discoteche sulla spiaggia: le più conosciute in Italia e in Europa

Dalla costa romagnola alle isole spagole, scoprite quali sono le discoteche più esclusive e belle che trovate sulle spiagge in Italia e in Europa.

Leggi di più