Kristen Stewart

Kristen Stewart: come sono cambiati i suoi capelli da Twilight a oggi

La ragazza che ha fatto innamorare il bel vampiro Robert Pattinson, osa con i capelli e sfoggia look sempre nuovi. Dal biondo cenere naturale al look dark, passando per sfumature cioccolato


È la ragazza che ha fatto innamorare il vampiro più famoso del cinema, l’affascinante Robert Pattinson. Kristen Stewart, classe 1990, è nata in una famiglia del modo dello spettacolo, eppure non pensava che questa sarebbe stata anche la sua strada: “Non ho mai desiderato essere al centro dell’attenzione, non volevo diventare famosa”, ha dichiarato ai tabloid. Ma all’età di otto anni, un agente la nota in una recita scolastica e dopo ruoli minori viene scelta per interpretare la figlia diabetica di una madre divorziata (Jodie Foster) in Panic Room. La sua performance le valse una nomination agli Young Artist Awards e così sarà anche per il successivo ruolo a fianco di Sharon Stone e Dennis Quaid in Cold Creek Mountain. Il successo e la fama mondiale arrivano, però, qualche anno dopo, nel 2008, quando viene scelta per interpretare Bella Swan nella saga di Twilight, tratta dai romanzi di Stephenie Meyer.

Kristen è nota per il suo stile non convenzionale e per la propensione a correre “rischi” in tema beauty, tanto da essere scelta come testimonial da numerose case di moda, da Chanel a Balenciaga. Quando si tratta di cappelli, Kristen è davvero camaleontica. Ecco la sua hair-style evolution dai tempi del debutto a oggi.

Alba-prima

Nel 2002, una dodicenne Kristen alla premiere di Panic Room, sfoggia un appropriato look acqua e sapone con capelli a caschetto e riga centrale di un naturale biondo cenere. Un anno dopo, alla premiere di Cold Creek Manor, i capelli sono più lunghi e un velo di rossetto rosa fa risaltare il nuovo color nocciola per un look sempre molto naturale. Al Tribeca Film Festival del 2005, Kristen sfoggia un look in perfetto stile California Baby: lunghi capelli biondo miele le incorniciano con morbide onde il viso leggermente abbronzato. Il 2007 è un anno di sperimentazioni: alla conferenza stampa per Into the Wild sfoggia un raccolto messy di un biondo chiaro in stile Sienna Miller, abbinato a una riga di eyeliner per ingrandire gli occhi, mentre ai Grammy Awards ha sfoggiato una capigliatura rossa.

Crepuscolo-dopo

Appena prima che Twilight diventasse un fenomeno mondiale, Kristen sfoggiava un look naturale, ma agli MTV Movie Awards è apparsa con un look gotico in perfetto stile “vampiro”: pelle d’alabastro e capelli neri come ebano. Ai Video Music Awards è tornata al color nocciola con un ombretto ramato che ben si abbinava al tutto. Durante un servizio fotografico per la promozione della saga, ha preferito indossare i panni di una biker-chic: giacca di pelle e capelli scuri spettinati come dopo una corsa in moto.L’anno dopo, nel 2009, Kristen rivela il suo lato rock ‘n roll agli MTV Movie Awards e poi al Comic Con: capelli neri molto sfrangiati e un make up occhi dark. Al Metropolitan Costume Institute Gala opta, invece, per un look in stile old-Hollywood. Il 2012 è l’anno delle sfumature cioccolato, Kristen le sfoggia quasi tutte osando raccolti morbidi, trecce e code di cavallo. Il look migliore è forse quello sfoggiato alla premiere di Breaking Dawn Part 2: luminose onde castane portate di lato, labbra rosa e smokey eyes color bronzo.

Un nuovo giorno

Durante la Haute Couture parigina del 2013, Kristen ha sfoggiato dei raccolti laterali davvero incredibili, proclamandosi la regina del look side-sweep. Quest’anno, la rock-girl ha stupito ancora una volta tutti: i suoi capelli rossi portati di lato hanno lasciato senza fiato. E i suoi occhi verdi brillano come gemme preziose grazie al contrasto di colori.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Meghan Markle, tutte le regole infrante dalla Duchessa
Celebrity

Meghan Markle, tutte le regole infrante dalla Duchessa

remake di Aladdin Disney
Celebrity

Il remake di Aladdin in stile Broadway, sontuoso, idealista e femminista

Celebrity

Un’Avventura, il film con le canzoni di Battisti e Mogol tra melò e musical

Non ci resta che il crimine
Celebrity

Non ci resta che il crimine con Giallini, Gassmann e Tognazzi

Se la strada potesse parlare
Celebrity

Se la strada potesse parlare tra questione razziale e romanticismo, il sogno americano che diventa incubo

Sognare è Vivere, Natalie Portman
Celebrity

Sontuoso esordio alla regia per Natalie Portman in Sognare è Vivere, dal romanzo di Amos Oz (recensione in anteprima)

I Pirati dei Caraibi 5 la battaglia vita - morte e il senso di famiglia con La Vendetta di Salazar (recensione)
Celebrity

Ne I Pirati dei Caraibi 5 la battaglia vita – morte e il senso di famiglia con La Vendetta di Salazar (recensione)

Nicolai Lilin - I miei 60 giorni all'inferno
Celebrity

Intervista a Nicolai Lilin, voce de I miei 60 giorni all’inferno su Sky: “In carcere per guardarci dentro”

film Non Sono un Assassino
Cultura

Non sono un assassino, il bel noir con Scamarcio, Boni e Pesce: quanto è ingannevole la verità?

Un delitto misterioso e una verità complessa da scoprire: il film di Andrea Zaccariello tiene lo spettatore sul filo del dubbio dall’inizio alla fine.

Leggi di più