8 maggio, è il World Ovarian Cancer Day

Il tumore ovarico è una delle malattie più letali per noi donne, eppure è ancora poco conosciuta. Nasce così il #WOCD e l'iniziativa social promossa da ACTO Onlus

World Ovarian Cancer Day

Dire che si festeggia forse è troppo, ma questo 8 maggio è una giornata davvero importante per tutte le donne del mondo. È il World Ovarian Cancer Day (WOCD), giornata mondiale dedicata alle donne creata per dare voce a una malattia ancora poco conosciuta: il tumore ovarico.

Il tumore ovarico

Una malattia letale che ogni anno colpisce in tutto il mondo, ugualmente donne dei Paesi sviluppati ed emergenti: numeri alla mano, sono 250 mila le donne che si ammalano, 140 mila le vittime, 45% il tasso di sopravvivenza (contro l’89% del tumore al seno). Eppure questa malattia resta ancora troppo poco conosciuta: per questo motivo 47 associazioni di 22 Paesi differenti hanno deciso di unirsi creando il World Ovarian Cancer Day per dare voce a questa terribile patologia. Nasce così una catena informativa che diffonde tutto ciò che c’è da sapere sul tumore ovarico e sensibilizza uomini e donne di tutto il mondo sulla questione.

ACTO Onlus

Stando a un’indagine condotta da ACTO Onlus (Alleanza Contro il Tumore Ovarico) in Italia, nel nostro Paese ben 8 donne su 10 non conoscono questa malattia, appena il 9% ha affrontato l’argomento con il proprio ginecologo, ben l’87% non ne ha mai parlato con il medico, 1 donna su 3 lo confonde con il cancro all’utero, mentre il 70% delle donne non sa come prevenirlo, come riconoscere i sintomi e a quali esami sottoporsi.

#WOCD

World Ovarian Cancer Day
Nasce così la decisione di istituire il WOCD. In Italia ACTO Onlus ha pensato di sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso un’interessante iniziativa social per rompere il silenzio sull’argomento. Partecipare è molto semplice: è sufficiente farsi un selfie, postarlo sui principali social network e condividere lo scatto con gli hashtag #ilsilenziononèdoro #wocd. Per menzionare ACTO Onlus su Twitter @ACTOONLUS, su Facebook @ Acto Onlus.

Noi di UnaDonna non possiamo non partecipare. E voi, cosa state aspettando?


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *