Relazione sbagliata: come darci un taglio

Istruzioni per troncare una storia con stile

come gestire una relazione sbagliata

Quando è il momento di rompere una relazione sbagliata ci sono due strade: dare un taglio netto senza preoccuparsi delle conseguenze o cercare il modo migliore per uscirne con stile e per conservare un buon ricordo della storia passata. Le strategie possono essere moltissime e la scelta dipende dal coraggio di chi si trova in questa situazione, che dovrebbe ricordare che la chiarezza e la comunicazione aperta sono le armi vincenti.

Comportarsi male

C’è chi prova la via della mancanza di rispetto: un comportamento sfuggente e ai limiti della maleducazione potrebbe indurre facilmente l’altro a scappare, ma in realtà non si escludono effetti contrari o tentativi ossessivi di comprendere questo insolito atteggiamento. Questa approccio è sicuramente poco raccomandabile perché non fa star bene e provoca strascichi difficili da eliminare. L’amato maltrattato, e forse a ragione, potrebbe diffondere dicerie varie che rovineranno la piazza e offuscheranno un po’ il ricordo della storia passata.

La dolcezza che “uccide”

Non è molto piacevole invitare il partner a una cena e sviscerare tutto alla fine dell’appuntamento. Lo zucchero in questo caso non indora la pillola, che risulterà ancora più amara. L’idea di concedersi del tempo per parlare è ottima, ma sarebbe opportuno farlo subito, magari davanti a un buon bicchiere di vino, senza tirare troppo la corda che si potrebbe spezzare rovinosamente. Si possono anche evitare affermazioni sdolcinate come “non è colpa tua, dipende da me”, “tu sei una persona splendida e io non ti merito” o “sono io che sto in un momento di crisi”: la reazione del partner potrebbe essere davvero imprevedibile.

La fuga non è sintomo di coraggio

Rompere una relazione in modo sfuggente, in una situazione caotica o via sms, non farà onore a chi la adotta come strategia di fuga. Invitare il proprio compagno a fare una passeggiata in un centro commerciale e poi urlare tra gli annunci pubblicitari che non lo vogliamo più, non è proprio un gesto di classe. Dirlo senza guardarlo negli occhi è ancora peggio, perché non sarà possibile spiegare meglio le motivazioni di questo difficile passo; e visto che l’icona apposita non è stata ancora inventata, si sconsiglia vivamente l’uso del telefonino e ancor di più dei social, che toglierebbero la minima umanità imprescindibile.

Insomma, la giusta regola per lasciarsi non è stata ancora inventata, ma il ricordo del passato e l’affetto che si trasforma garantiscono il rispetto per la persona che comunque ha conquistato per sempre una parte del nostro cuore.


Vedi altri articoli su: Vita di Coppia |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *