Le cose da sapere prima di fare l'amore per la prima volta

Le cose da sapere prima di fare l’amore per la prima volta

Le cose da sapere prima di fare l’amore per la prima volta. Le aspettative, i sogni e le domande alle quali nessuno risponde mai

Fare l’amore per la prima volta è un momento importante nella vita di una ragazza ma anche di un ragazzo. Quando si sta insieme da un po’ di tempo viene naturale provare ad esplorare il piacere fisico. Iniziamo col dire che non esiste l’età giusta. Ogni persone e ogni coppia è diversa. Le statistiche collocano il primo rapporto sessuale intorno ai 16/17 anni ma, di certo non è l’età che conta quanto la voglia di provare con la persona giusta. È molto importante, soprattutto oggi quando ogni cosa anche personale viene messa in piazza, non sentirsi inadeguati oppure, in un certo senso “obbligati” a perdere la verginità perché le amiche lo hanno già fatto o perché il mondo sembra consigliare una strada già battuta. Importante è invece il benessere personale e di coppia, benessere che non deve essere solo fisico ma soprattutto mentale.

Prima di avere un rapporto sessuale, soprattutto se è il primo è bene sapere alcune cose, spesso in famiglia parlare di sesso è un  tabù e ancora oggi le scuole non sono pronte ad attivare programmi di educazione sessuale così, ragazzi e ragazze, arrivano al primo incontro con il sesso impreparati. Non sanno cosa aspettarsi, come potrebbe reagire il loro corpo, non conoscono la prevenzione e i loro unici maestri sono i giornali, i film porno o qualche amico più grande che ha già avuto esperienze sessuali.

Fare l’amore per la prima volta: la contraccezione

Prima di fare l’amore per la prima volta, etero oppure no, è importante tenere ben presente il fattore “contraccezione”. Le ragazze devono sapere di cosa si parla, come evitare una gravidanza indesiderata ma anche capire che contraccezione non vuol dire solamente evitare di riprodursi ma anche evitare la trasmissione di malattie venere. Viviamo in un epoca dove la pillola del giorno dopo, o dei cinque giorni dopo, per quanto non sempre accessibile in ospedali con un alto numeri di medici obiettori, è quasi alla portata di tutte le ragazzini che oggi più che mai, vedono nella pillola del giorno dopo una scappatoia per risolvere il problema di una sbandata serale. La contraccezione passa dalla cultura che deve essere fatta in casa. E’ importante che una ragazza che si affacci alla sua vita sessuale parli con un ginecologo per capire quale anticoncezionale adottare sfatando la credenza che il coito interrotto sia garanzia. E’ buona norma utilizzare anche il preservativo per evitare la trasmissione di malattie. Questo non vuol dire non avere fiducia nel proprio fidanzato ma aver rispetto per se stesse sapendo che alcune malattie possono essere trasmesse anche senza aver avuto rapporti promiscui.

La rottura dell’imene

Molte ragazze nel fare l’amore per la prima volta si aspettano fiumi di sangue come se fosse il primo giorno di ciclo. Non è così. E’ vero che le donne hanno una membrana, l’imene, che potrebbe rompersi dopo il primo rapporto sessuale. Ma non è sempre detto, a volte si rompe al secondo o al terzo rapporto. La rottura di questa membrana può far perdere un po’ di sangue alla ragazza.

Il dolore della prima volta

In un rapporto eterosessuale il ragazzo, anche se alla prima volta, non sente alcun tipo di dolore. Per la ragazza invece le cose sono un po’ diverse. La  penetrazione e la rottura della membrana possono portare ad un leggero bruciore ma non è sempre detto.  Spesso la tensione nervosa di cui è carico il primo rapporto sessuale portano la coppia a non rilassarsi completamente facendo irrigidire anche gli organi sessuali così da rendere il rapporto un po’ doloroso.

I preliminari

Che sia il primo rapporto o il centesimo, i preliminari fanno parte del gioco. Oltre ad essere un modo per stare insieme e per farsi le coccole, permettono anche a corpo, soprattutto a quello femminile, di rilassarsi e lubrificarsi a dovere prima di fare l’amore per la prima volta.

La posizione

Così come per l’età non esiste una posizione migliore rispetto alle altre. La posizione migliore è quella che ci fa sentire a nostro agio come coppia. Molte ragazze dicono che la loro posizione ideale per il primo rapporto sessuale sarebbe quella che prevede lei sopra di lui. In questo caso la ragazza ha un maggior controllo delle situazione e quindi può anche muoversi meglio accelerando o meno i tempi delle penetrazione. La posizione che va per la maggiore è invece la classica del missionario con lei sotto. Da un lato perché a livello anatomico è quella più semplice e poi perché permette un maggiore contatto tra la coppia e anche una complicità fatta di sguardi vicini e di carezze.

Le aspettative del fare l’amore per la prima volta

Sulla prima volta si hanno spesso molte aspettative. Un po’ perché i film e i libri ci raccontano questo, un po’ perché, chi ha la fortuna di avere una famiglia di vedute un po’ più ampie riesce a parlare di sesso con tranquillità però quasi nessuno è pronto ad ammettere che la prima volta sarà pur romantica ma le volte successive sono le migliori da un punto di vista puramente fisico. La prima volta è un passaggio per la coppia, i due partecipanti devono imparare a conoscersi da un punto di vista solamente fisico, non conoscono le esigenze dell’uno o e dell’altro e per arrivare a questo non basta il primo rapporto. Solitamente le aspettative non vengono realmente esaudite. Magari ci sarà la serata romantica, sarà sicuramente un ricordo indelebile ma scordatevi le scene da film.

Il dopo

Anche dopo a. Non è necessario mettersi a parlare e a discutere  sul come e il perché però stare vicini, coccolarsi ancora un po’, scambiarsi gli sguardi è un modo per continuare a coccolarsi. Il tuo corpo non cambierà, magari tu ti sentirai diversa ma sarà solo una tua impressione. In alcuni tradizioni si pensa che la ragazza, dopo il primo rapporto sessuale, cambi di aspetto e che quindi anche gli altri possano da fuori vedere questo cambiamento e sapere che si è parsa la verginità. Non è così. Non si vede niente, non è una ferita, non è una malattia. La perdita della verginità non sarà mostrata all’esterno e nessuno, a parte te e il tuo lui, saprete quello che è successo.



Sognare di essere incinta in menopausa
Myself

Sognare di essere incinta in menopausa, cosa significa?

Come gestire un collega ansioso
Myself

Come gestire un collega ansioso

Cibofobia, cos'è e come si manifesta
Myself

Cibofobia, cos’è e come si manifesta

Back to (smart)work consigli e strumenti per essere produttivi da casa
Myself

Back to (smart)work: come essere produttivi da casa

Come riconoscere la violenza psicologica
Myself

Come riconoscere la violenza psicologica

Sogni e numeri significato e interpretazione dei sogni
Myself

Sogni e numeri: significato e interpretazione dei sogni

Sognare formiche, che cosa significa
Myself

Sognare formiche, che cosa significa?

Errori da evitare con una ragazza con il ciclo
Myself

Errori da evitare con una ragazza con il ciclo

Like tattico, come rispondere e soprattutto funziona
Single e Dating

Like tattico, come rispondere e soprattutto funziona?

Il like tattico serve? Aiuta il corteggiamento? Oggi è un modo per esprimere se stessi e anche un modo per relazionarsi con gli altri

Leggi di più