Body positivity, i profili Instagram da seguire per stare bene con se stesse

Non c’è niente di più affascinante di una donna che ama se stessa. Un forte movimento di body positivity ha preso piede in tutto il mondo, ecco chi sono le ambassador più impegnate.

Amare se stesse, accettarsi, volersi bene per come si è, difetti compresi. Il movimento Body positivity, sempre più diffuso off-line e online, sta aiutando le donne in questo processo apparentemente semplice ma in realtà irto di ostacoli.

Accettarsi

Riuscire ad accettare la propria immagine allo specchio ed esserne fiere, specialmente in una società come quella di oggi, costantemente e spasmodicamente accorta a proporre modelli estetici irraggiungibili e irreali, può essere complesso e alle volte perfino doloroso.
Cellulite, smagliature, acne sono inestetismi che accomunano, molto democraticamente, tutte le donne, ma l’abuso di Photoshop e la ricerca continua della perfezione a tutti i costi rischiano di farci sentire delle aliene se la pelle non è sapientemente “piallata” in quel preciso punto o se l’addome non è sufficientemente tonico.

Il mondo della moda

Il mondo della moda sta facendo grandi passi in avanti in questo senso. Sempre più di frequente si avvistano in passerella e in copertina modelle dai fisici lontani dai classici canoni del fashion – dalle indossatrici curvy a quelle con inestetismi o problemi di salute, come la vitiligine o l’acne grave – ma non è ancora abbastanza. L’inclusione non è un trend passeggero, ma è un imperativo categorico che dovrebbe essere normalità, un plus per la nostra società.


Esistono sul web paladine del Body positivity, donne che hanno fatto dell’amore per se stesse una missione e che sono di esempio per tutte le altre. Dagli account di personaggi dello spettacolo e del mondo beauty come Rihanna e la make-up artist nonché Regina di YouTube Clio Zammatteo alle vere e proprie community ispirazionali, ecco alcuni profili Instagram che ognuna di noi dovrebbe seguire per stare bene con se stessa tutti i giorni. Perché non c’è niente di più bello e di affascinante di una donna che si ama.

Rihanna (@badgalriri)

Il corpo di Rihanna è molto cambiato da quando, poco più che ragazzina, ha esordito nel mondo della musica e dello showbiz. Eppure, la cantante di Barbados non ha perso un briciolo di fiducia in se stessa. Le sue curve morbide non hanno fatto altro che renderla agli occhi del pubblico più autentica e sincera, un modello di body positivity.

D’altronde, Rihanna oltre a essere una bravissima cantante è anche un’imprenditrice di successo che si batte per l’inclusione e l’accettazione. La sua linea di cosmesi Fenty Beauty comprende tantissime shade di fondotinta, per valorizzare le donne di tutte le etnie, e la sua label di lingerie Savage x Fenty ricopre un range di taglie molto vario. Il messaggio di RiRi è inequivocabile: tutte le donne devono potersi sentire belle e bene nella propria pelle, qualunque sia il loro colore e la loro taglia di reggiseno o di slip.

Clio Zammatteo (@cliomakeup_official)

Pioniera del web e della comunicazione digitale, Clio Zammatteo non è solo una delle make-up artist più seguite su YouTube e su tutti i principali canali social ma è anche una vera e propria fonte di ispirazione per le donne comuni che fanno fatica ad accettare il proprio corpo.

Imprenditrice di successo – la sua linea di make-up ClioMakeUp è una delle più osannate degli ultimi anni da addetti ai lavori e appassionate – Clio è prima di tutto una donna (e una mamma) come tante, che fino a qualche tempo fa si vergognava a mostrarsi in costume da bagno perché non propriamente una taglia 0. Nel 2016, Clio ha condiviso su Instagram una propria foto in bikini, veicolando un messaggio importantissimo: tutte le donne sono belle, e la taglia non conta.

Jameela Jamil (@i_weigh)

Un account gestito dalla modella e attrice Jameela Jamil che racchiude tantissime frasi ispirazionali e che si propone come punto di riferimento per tutte le donne. I Weigh è per l’inclusione totale, così che nessuno possa sentirsi solo. Tantissimi i video, le citazioni e le foto che vengono condivise ogni giorno e ripostate dalle follower affezionatissime dell’account.

Lindsay e Lexie Kite (@beauty_redifined)

Gestito dalle sorelle Lindsay e Lexie Kite, questo account no-profit ha addirittura un proprio mantra, che ognuna di noi dovrebbe ripetersi più volte al giorno: “il mio corpo è uno strumento, non un ornamento”.

Il concetto alla base è che bellezza non fa rima con perfezione fisica e che il corpo della donna è una sua esclusiva proprietà, non un orpello a cui la società può affibbiare etichette.

View this post on Instagram

You are not a before OR an after. YOU aren't "bigger than I was last year" or "finally fitting into my skinny jeans!" or “out of control” in that before pic. YOU aren't captured in a photo or a moment or a glimpse in the mirror – whether you love it or hate it – because you are more than a body. PLEASE have compassion for yourself wherever you are, were, and will be. Your body will inevitably grow and shrink. It means you are human! Body diversity is GOOD! ✖️Before and after photos (often inadvertently) reinforce the myth that thinness is best, healthiest, and any measures taken to get there are worth it. When (nearly everyone) regains the weight, all that praise becomes silence and shame sets in. And what if your “after” looks like someone else’s supposedly depressing and unfortunate “before”?! That happens ALL THE TIME! ✖️Though it’s tempting to scroll through these images while longing for the days when our bodies will look like “afters” with tons of likes and perfect lives, sometimes those simplified comparison images actually distract people from positive health choices by turning the focus to appearance at the expense of fitness. And studies show that if you are judging your health by how your body looks, you'll think you are failing and you'll give up on your goals. You are much more likely to binge and remain sedentary. ✖️These pics also tend to reinforce the assumption that the way a body looks determines if it is healthy or not. The look of your body does *not* always illustrate balanced eating and fitness in the ways #beforeandafter photos glorify and promise – it’s just not the way bodies work. Most people who work out, have balanced eating habits, and cardiovascular health STILL don’t have a body you would ever see in a fitness mag or typical “after” photo. Plus, LOTS of people go to unhealthy extremes like disordered eating, over-exercising, using unsafe diet pills, and surgery to achieve the look of health to be “after” bodies. Don't forget these photos are SO easily manipulated! ✖️ Let's focus on improving how we FEEL and what our bodies can DO! 💙Find our Body Image Resilience Course at courses.beautyredefined.org #morethanabody #seemorebemore

A post shared by Beauty Redefined ® (@beauty_redefined) on

@allwomxnproject

Un contenitore che inneggia all’inclusione e che si fa portavoce di messaggi importanti. Questo account si è occupato nel tempo di tematiche molto delicate, dal diritto all’aborto per la donna – osteggiato recentemente da alcune leggi pro-vita varate in diversi stati degli USA – alla parità di genere, passando per la piaga degli abusi sessuali.

@hi.ur.beautiful

Ogni donna avrebbe bisogno di sentirsi dire parole confortanti e di iniziare la giornata con un sorriso, per affrontare il mondo nel modo giusto. Questo account è il posto (virtuale) perfetto per condividere e leggere frasi ispirazionali, conoscere storie di altre donne alle prese con problemi comuni come l’accettazione del proprio corpo e le difficoltà di tutti i giorni. Il tutto con un velo di leggerezza e ironia, che non guasta mai.

@libbyshappyproject

Gestito da una ragazza giovanissima – nella bio è possibile leggere che ha solo 18 anni – questo account si avvale di disegni e grafiche diventate un vero e proprio tratto distintivo per trasmettere ogni giorno messaggi di positività e infondere autostima alle donne.

Sylvia Mac (@love_disfigure)

Sylvia Mac, fondatrice di questo account, è una sopravvissuta. Coinvolta in un incendio quando era solo una bambina, ha trascorso buona parte della sua vita a cercare di nascondere le cicatrici che il fuoco le ha lasciato sulla pelle. Negli ultimi anni, però, ha deciso di dare una svolta alla propria esistenza e di rendere l’esperienza affrontata durante l’infanzia un valore aggiunto, nonché il mezzo per parlare alle altre donne di accettazione e consapevolezza.

Tutti questi account hanno in comune la volontà chiara e precisa di parlare alle donne come si fa tra amiche. Nessun giudizio etico o morale, né tantomeno nessun pregiudizio. Le donne, tutte le donne, sono belle e speciali semplicemente per come sono. Tutte noi valiamo e sono proprio le cicatrici – del corpo e dell’anima – a renderci uniche e preziose.



Sogni erotici femminili più ricorrenti: i significati
Myself

Sogni erotici femminili più ricorrenti: i significati

Myself

Mi sono innamorata del mio migliore amico

Chi è che non soffre di carenza d'affetto? Ecco come uscirne
Myself

Carenza d’affetto? Ecco come uscirne

Myself

Come imparare ad avere coraggio

Myself

Ci si innamora solo tre volte nella vita, lo dice la scienza

Myself

Coming out a 30 anni

Rimuginare: alcuni consigli per smettere di farlo
Myself

Rimuginare: alcuni consigli per smettere di farlo

Sognare l'ex fidanzato: cosa significa?
Myself

Sognare l’ex fidanzato: cosa significa?

Stashing e le relazioni nascoste: cosa fare se il partner è uno stasher
Vita di Coppia

Stashing e le relazioni nascoste: cosa fare se il partner è uno stasher

State insieme da un po’ ma il vostro partner non posta mai le foto con voi sui social? Siete alle prese con uno stasher. Ecco cosa fare se il vostro partner è uno stasher.

Leggi di più