Innamorata del mio coinquilino, come gestire la situazione

Innamorata del mio coinquilino, come gestire la situazione?

Ti sei innamorata del tuo coinquilino e non sai come comportarti? Ecco qualche consiglio.

Molto spesso tra coinquilini nasce una forte attrazione che sfugge di mano

Innamorata del coinquilino

L’amore, si sa, arriva quando meno te lo aspetti. Ma mai e poi mai avresti pensato di innamorarti del ragazzo con cui condividi la casa. Eppure, da tempo ti ritrovi a guardarlo, a pensare a lui, a cercare di attirare la sua attenzione. Cosa fare quindi se ti rendi conto di esserti innamorata del tuo coinquilino? Siamo sincere: la situazione non è semplice e potresti ritrovarti a dover affrontare spiacevoli inconvenienti. Ma vediamo assieme alcuni consigli per affrontare al meglio questo momento.

Il coinquilino ricambia?

Il coinquilino è la persona con cui dividi le bollette, l’affitto e le faccende domestiche. Se hai capito che oltre all’amicizia sta nascendo un sentimento più forte, la prima cosa da fare è sondare il terreno. Non affrettare i tempi, cerca di riflettere bene su quello che sta succedendo e sulle conseguenze che una relazione con lui potrebbe avere. Ma se sei convinta di quello che provi, allora la tua prima missione è cercare di capire se anche lui ricambia i tuoi sentimenti. Potresti iniziare creando delle occasioni in cui siete voi due da soli, senza i soliti amici, per conoscervi meglio e comprendere se c’è feeling. Se lui accetta volentieri di dividere con te una pizza e una birra sul divano, davanti a un film, la strada è quella giusta.

Nessuna paura della quotidianità

Innamorarsi del proprio coinquilino ha sicuramente un vantaggio: vivere assieme la quotidianità non fa paura, perché siete già abituati a condividere tempo e spazio, oltre che i noiosi compiti domestici. Anzi, è proprio la routine che vivete assieme ogni giorno a rendervi complici e a farvi scoprire le cose che avete in comune. Scopri quindi le tue carte piano piano, fagli capire in maniera velata ed elegante che la vostra amicizia, per te, si sta trasformando in qualcosa di più profondo. Se noterai in lui un piccolo cambiamento e se lui accetterà di passare assieme a te più tempo in occasioni create ad hoc, allora è fatta.

Analizza i tuoi sentimenti

Prima di buttarti a capofitto in una storia con il tuo coinquilino, però, cerca di capire sia cosa provi sia cosa vuoi davvero. Si tratta solo dell’attrazione di un momento oppure vero e proprio amore? Ti accontenteresti di passare con lui una notte o vorresti una relazione duratura nel tempo? La risposta che darai a queste domande è fondamentale per capire l’approccio. Perché se per caso dovesse andare male, le conseguenze da affrontare sarebbero pesanti e tutt’altro che banali: dovresti infatti cercarti una nuova casa, affrontare un trasloco e separarti definitivamente da lui.

E se il coinquilino è fidanzato?

La cosa peggiore che potresti trovarti ad affrontare è il fatto che lui sia fidanzato. Se il tuo roommate ha già una relazione, allora la situazione diventa ancora più complicata. Avete diviso le lenzuola, avete giocato a fare la famiglia, cucinando l’uno per l’altra, e avete passato serate sul divano a guardare film d’amore, ma non sapevi che lui aveva già una fidanzata o si stava frequentando con un’altra: in questo caso, tronca subito e cerca un’altra stanza dove vivere. Pensa al dolore e alla rabbia che proveresti se lui dovesse portare a casa la sua nuova fiamma, mentre tu provi a prendere sonno nella stanza accanto.

Se la storia finisce

Un altro aspetto negativo dell’intraprendere una relazione con il tuo coinquilino è dover affrontare una rottura. Tralasciando la sofferenza che proveresti se lui dovesse frequentarsi con un’altra ragazza, la fine della vostra relazione comporterebbe anche problemi pratici. Tra voi potrebbero infatti nascere tensioni, anche per gli aspetti più banali della quotidianità, e soprattutto potreste far sentire a disagio le eventuali altre persone che vivono in casa con voi. Saresti poi costretta a vivere con lui 24 ore su 24, senza possibilità di fuga.

Le litigate

Il fatto che i coinquilini siano così intimi all’interno dei propri spazi personali accelera la relazione. E questo, se tutto funziona alla perfezione, può essere un aspetto positivo. Ma ha anche dei risvolti negativi. Per esempio, si litiga per cose per cui la maggior parte delle coppie discute dopo anni di vita passati insieme: chi deve lavare i piatti, a chi tocca passare l’aspirapolvere o stendere il bucato. Avere una relazione con il tuo coinquilino (o anche solo andarci a letto), quindi, può essere davvero una pessima idea. Ma per molte, anche solo l’idea, è affascinante: essere sempre assieme, trovarlo ad aspettarti quando torni a casa, magari con la tavola già apparecchiata, rende la relazione con il proprio coinquilino davvero irresistibile.

Un’abitudine diffusa

Avere una relazione con il proprio coinquilino è un’idea talmente irresistibile che, secondo un sondaggio di Appartager.com, uno dei principali siti francesi per la ricerca di appartamenti e camere in condivisione, l’abitudine è assai diffusa. 26 persone su 100 hanno infatti confessato di essere andati a letto con il loro coinquilino. Secondo le testimonianze, però, l’eccitazione del momento lascia poi spazio al caos: molti, infatti, ammettono che se si ripresentasse l’occasione, non cadrebbe più in tentazione perché le cose finiscono sempre per complicarsi e spesso la relazione finisce, rovinando definitivamente i rapport. Per la maggior parte degli intervistati, inoltre, la relazione è stata tenuta segreta per “proteggere” gli altri coinquilini. Ne vale quindi davvero la pena?

Serie tv

L’argomento è stato toccato da serie tv famose e di grande successo, come Friends e New Girl. E proprio quest’ultima produzione mette in evidenza i motivi per cui innamorarsi del proprio coinquilino non è una buona idea: la relazione, infatti, potrebbe trasformarsi in un lungo tira e molla (che, nel caso di New Girl è durato sei stagioni) e se dovesse finire costringerebbe gli altri coinquilini a prendere, loro malgrado, una posizione, oltre a costringere te (o il tuo ex partner) a cercare un’altra sistemazione per evitare di peggiorare ulteriormente le cose.



Benching cos'è e come riconoscere questo fenomeno
Single e Dating

Benching: cos’è e come riconoscere questo fenomeno

Quando smettere di corteggiare un uomo
Single e Dating

Quando smettere di corteggiare un uomo

Come riconquistare l'ex
Single e Dating

Come riconquistare l’ex

Amori estivi, possono durare
Single e Dating

Amori estivi, possono durare?

Come conquistare un ragazzo in vacanza
Single e Dating

Come conquistare un ragazzo in vacanza?

Single a 50 anni, come ricominciare
Single e Dating

Single a 50 anni, come ricominciare

Come sedurre un uomo ai tempi del Covid
Single e Dating

Come sedurre un uomo ai tempi del Coronavirus

Friendzone ecco come uscirne e non ricascarci più
Single e Dating

Friendzone: ecco come uscirne e non ricascarci più

Come fare amicizia in ufficio
Myself

Come fare amicizia in ufficio

Fare amicizia in ufficio aumenta la produttività! Ecco alcuni consigli.

Leggi di più