10 cose da fare se hai 20 anni

Come vivere al meglio il momento in cui si ha ancora "tutta la vita davanti".

cose da fare a 20 anni

Avere 20 anni significa avere la libertà di essere come si vuole: non si è troppo grandi per farsi prendere dalle responsabilità e non si è così piccoli da dover dipendere dai genitori.

Il corpo ha una energia incredibile ed è un ottimo strumento per vivere appassionatamente tutto quello che capita. Si può mangiare senza limite senza preoccuparsi di mal di stomaco e linea, almeno quel tanto che basta, per lasciarsi andare al gusto del cibo spesso non troppo sano ma gustosissimo. Si può dormire poco e non assomigliare a uno zombie arrabbiato la mattina dopo, divertendosi di notte e mantenendo la giusta energia per il giorno. Assumere pose improbabili sulla sedia davanti al computer o sdraiarsi storti ma comodi sul divano non è un attentato alle articolazioni, che non dovranno essere sottoposte a terapie estenuanti per recuperare la postura esatta.

I ventenni poi hanno in genere meno preoccupazioni: è possibile farsi pagare qualcosa da mamma e papà senza sentirsi inadeguati. È vero infatti che oggi i figli tendono a rimanere in famiglia fino a trent’anni, ma con l’aumentare dell’età si ingigantisce il senso di colpa e di inadeguatezza per la mancata autonomia.

Lo spettro del lavoro poi ancora non fa male: a 20 anni si è ancora ricchi di sogni e comunque si pensa al futuro senza angosce pressanti, tanto da non sapere ancora bene cosa si farà da grandi Ci si può ancora soffermare sulle scelte esistenziali senza avere la sensazione di aver perso il famoso treno che non ripasserà più.

Tra i pensieri negativi manca anche l’ossessione dell’amore ideale, perché a questa età non si è depressi se si è single, se ancora non si lavora, se non si riesce a procedere negli studi, perché si ha (giustamente) l’impressione di avere tutta la vita davanti.

Per questo spesso la gioia è non avere programmi, avere il “coraggio” di passare un intero giorno davanti alla Tv o lasciarsi andare ai social media, senza sviluppare pericolose gastriti o malattie. La gioia del momento è la molla che agisce nelle scelte dei ventenni che, nonostante le difficoltà generazionali e le circostanze di cui spesso sono vittime, riescono a preservare una sana dose di spensieratezza. Tutto ciò non significa che non sappiano prendere in mano la loro vita, perché spesso chi è più sereno e rilassato procede inesorabile verso i suoi obiettivi, che ora possono essere sogni, ma poi diventeranno realtà.

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *