Foscarini: lampade che emozionano

Foscarini, a trent’anni dalla sua prima collezione e in occasione del Salone del Mobile, si è veramente data da fare: l'azienda oggi si impegna a dare stimoli e suggestioni nuove e si propone di esser nel mondo in cui vive coinvolgendosi anche attività culturali.

Magneto di Giulio Iacchetti FOSCARINI
Magneto di Giulio Iacchetti FOSCARINI
  • Magneto di Giulio Iacchetti FOSCARINI
  • Magneto di Giulio Iacchetti FOSCARINI
  • Magneto di Giulio Iacchetti FOSCARINI
  • Magneto di Giulio Iacchetti FOSCARINI
  • Yoko di Andressen&Voll FOSCARINI
  • Yoko di Andressen&Voll FOSCARINI
  • Flip di Simon Pengelly FOSCARINI
  • Flip di Simon Pengelly FOSCARINI
  • Chouchin di Ionna Vautrin FOSCARINI
  • Chouchin di Ionna Vautrin FOSCARINI
  • Chouchin di Ionna Vautrin FOSCARINI
  • Rituals-di-Ludovica-+-Roberto-Palomba FOSCARINI
  • Rituals-di-Ludovica-+-Roberto-Palomba FOSCARINI
  • IIL SEME installazioni Attilio Stocchi per Foscarini
  • IIL SEME installazioni Attilio Stocchi per Foscarini
  • Showroom FOSCARINI
  • IIL SEME installazioni Attilio Stocchi per Foscarini
  • IIL SEME installazioni Attilio Stocchi per Foscarini
  • IIL SEME installazioni Attilio Stocchi per Foscarini
  • Showroom FOSCARINI
Foscarini quest’anno,  a trent’anni dalla sua prima collezione,  in occasione del Salone del Mobile, si è veramente data da fare.  Azienda che si impegna a dare stimoli e suggestioni nuove, che vuole produrre non solo lampade ma anche emozioni, azienda che vuol esser nel mondo in cui vive coinvolgendosi anche attività culturali ad ampio raggio, questo è Foscarini.

Ripercorriamo insieme che cosa ci ha proposto:

Euroluce  e un sacco di novità

Foscarini ha proposto parecchie novità in occasione del salone del Mobile ed Euroluce, e sia in fiera che sul suo sito ha fatto raccontare i suoi nuovi prodotti dagli stessi designer con dei brevi video, coinvolgendo così l’utente e permettendogli di capire e appezzare maggiormente il prodotto.

Tra i nuovi prodotti che hanno avuto maggior successo possiamo vedere

 

Magneto di Giulio Iacchetti FOSCARINI
Magneto di Giulio Iacchetti FOSCARINI

Magneto di Giulio Iacchetti, lampada da tavolo e da lettura a led, dalle forme minima tutta giocata sul potere e il fascino del dell’invisibile campo magnetico creato da una calamita che unisce i due elementi che caratterizzano la lampada, l’asta e e il compatto proiettore led.

 

 

Yoko di Andressen&Voll FOSCARINI
Yoko di Andressen&Voll FOSCARINI

 

 

Yoko di Andressen&Voll,  lampada da tavolo che prende ispirazione dalla leggerezza ed eleganza delle bolle di sapone, una bolla di sapone semplice ma sofisticata che si appoggia su un corpo luminoso. I tenui colori del corpo trasparente definiscono le sue trasparenze e i suoi riflessi.

 

Flip di Simon Pengelly FOSCARINI
Flip di Simon Pengelly FOSCARINI
Flip di Simon Pengelly lampada da parete, nasce dall’idea di poter regolare secondo le nostre esigenze il corpo luminoso così come facciamo con tanti altri oggetti. Quindi poter orientare il riflettore di quest’applique così da avere l’effetto che desideriamo in ogni preciso momento, orientando la luce più verso il basso o lasciando una luce più morbida e indiretta. Inoltre grazia ai “tagli” sul riflettore abbiamo un effetto scultura quando è spenta e un contributo di luce diffusa quando è accesa.

 

Chouchin di Ionna Vautrin FOSCARINI
Chouchin di Ionna Vautrin FOSCARINI

 

Chouchin di Ionna Vautrin, lampada a sospensione. E’ una famiglia di lampade di tre differenti forme il cui  nome deriva dalle tradizionali lanterne di carta giapponesi. Visivamente sembra esser composta da due elementi (come quelle di carta)  invece è un unico elemento di vetro soffiato, la parte arrotondata è poi verniciata mentre l’anello rimane opalino così da diffonede la luce.

 

Rituals-di-Ludovica-+-Roberto-Palomba FOSCARINI
Rituals-di-Ludovica-+-Roberto-Palomba FOSCARINI

 

Rituals di Ludovica + Roberto Palomba, lampada da tavolo in diverse forme complementari, si ispira alle lanerne orientali. L’elemento di vetro soffiato, grazie a una serie di incisioni disposte in modo volontariamente casuale modula l’intensità di luce creando un particolare effetto di luce “vibrata”,  luce calda e intensa che genera emozioni

 

 

Il nuovo showroom in Brera a Milano e l’installazione firmata Attilio Stocchi:
IIL SEME installazioni Attilio Stocchi per Foscarini
IIL SEME installazioni Attilio Stocchi per Foscarini

In occasione del salone del Mobile Foscarini apre il suo primo spazio a Milano (e in contemporanea anche a New York). Non un classico showroom ma un luogo dove trasmettere emozioni stimolando la creatività, raccontando storie e dando spazio al design.

E’ qui che Attilio Sotocchi crea per Foscarini l’installazione SEME/SEES, un seme scultura , lungo ben 15 metri che, con le sue 142 sfaccettature, proietta la luce e i colori nell’ambiente mentre si diffonde un delicato suono di violoncello.

Metaforicamente vuole rappresentare il percorso progettuale, l’idea evolutiva del pensiero, che germoglia, si sviluppa e da frutto.

Come lui spiega nel video che introduce quest’installazione l’idea del seme risale al racconto che via dei Fiori Chiari si chiami così in contrapposizione a Via dei Fiori Scuri, in quanto in questi giardini venivano coltivati i fiori più luminosi possibili. E proprio da questo è voluto partire lasciandosi ispirare a questa storia e farla rivivere.

 

 “Intorno al libro. Tra Arte e Design” mostra che Foscarini con Inventario e il Museo Poldi Pezzoli aprono per la Design week 2013

Mostra Intorno al Libro

Dopo “di Vaso in Fiore” e “Fare Lume” il museo Poldi Pezzoli con Inventario e Foscarini propongono un nuovo tema, sempre legato a oggetti di uso quotidiano: il Libro.

Nella mostra vediamo oggetti di design e di arredo che ruotano attorno al libro disegnati da grandi maestri del design passato e contemporaneo come Achille Castiglioni, Gae Aulenti, Franco Raggi, Marti’ Guixe’, Giulio Iacchetti, Stefano Arienti, Ross Lovegroove e Marco Ferreri, Gabriele Pezzini, Matteo Ragni, Paul Cocksedge.

Il museo parte dalle proprie collezione ed ha voluto valorizzare una collezione rara di libri antichi per sottolineare come il libro di carta rimarrà in eterno e questo è evidenziato da come anche designer contemporanei continuino ad ispirarsi e a riflettere su quest’oggetto e a suoi possibili accessori.

Tutto questo è  naturalmente  solo un assaggio di quanto ha proposto Foscarini, non posso che proporvi di andare a visitare questo nuovo spazio Foscarini o almeno  vedere on line i loro video, così da poter toccare con mano tutte le novità.


Vedi altri articoli su: Arredamento |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *