Tutti pazzi per le scope elettriche senza fili: ma convengono?
Elettrodomestici

Tutti pazzi per le scope elettriche senza fili: ma convengono?

La popolarità delle scope elettriche senza fili, alimentate cioè a batteria, non ha fatto che crescere negli ultimi anni. Ma convengono?

In collaborazione con Quale Scegliere

La praticità della scopa “prendi e vai”, senza bisogno di attaccare il cavo elettrico, sembra dunque aver conquistato i favori dei consumatori italiani. Ma a tutta questa praticità si accompagnano prestazioni adeguate? In poche parole, è lecito chiedersi se una scopa a batteria possa aspirare bene quanto una scopa con tradizionale cavo di alimentazione.

Vantaggi e svantaggi delle scope elettriche senza fili

Dobbiamo dire subito che le scope a batteria e quelle tradizionali non sono equivalenti: vi sono differenze significative che è bene conoscere. La tabella qui sotto riassume quelle più rilevanti:

CordlessTradizionale
Raggio d’azioneIllimitato7-12 m
AutonomiaMassimo 60 minIllimitata
Potenza traspirantePiù debolePiù forte
Filtri HEPARariPiù comuni
2 in 1Quasi sempreMai

Il grandissimo vantaggio delle scope elettriche cordless si conferma dunque la libertà di movimento, insieme all’integrazione, quasi sempre, dell’aspirabriciole. Sono proprio queste le caratteristiche che ci inducono a dire che questo tipo di scopa sia perfetto per le piccole pulizie estemporanee, sia a pavimento che su superfici più alte (tavoli, tavolini, ripiani ecc.).

La scopa elettrica tradizionale è invece uno strumento molto più adatto alle pulizie approfondite, quelle che tipicamente lasciamo per il fine settimana, quando finalmente abbiamo il tempo da dedicarci. È vero che dobbiamo attaccare il cavo in ogni stanza che passiamo, ma non abbiamo preoccupazioni legate all’esaurimento della batteria e possiamo contare su una potenza di aspirazione quasi sempre superiore.

Non va sottovalutata nemmeno la presenza di filtri di maggiore qualità: questi non solo garantiscono una minore rimessa in circolo della polvere sottile aspirata, ma soprattutto sono in grado di trattenere allergeni quali pollini, peli degli animali domestici (fonte dell’allergia al pelo dei nostri amici a quattro zampe) ed escrementi degli acari della polvere (fattore scatenante dell’allergia alla polvere).

Quanto costa una scopa elettrica senza fili?

Se siamo decisi ad acquistare una scopa elettrica cordless dobbiamo farci due conti in tasca. Non è una regola universale, ma spesso questo tipo di scopa costa significativamente di più rispetto ad un modello “classico” con cavo.

Sono tre le fasce di prezzo che possiamo individuare:

1. Fascia bassa: circa 100 € o poco meno. Sono scope in generale poco accessoriate, con potenza aspirante piuttosto bassa e non regolabile;

2. Fascia media: circa 120-250 €. Queste scope sono tutte 2 in 1 e spesso hanno una modalità “Turbo” per aumentare la potenza aspirante, che di base è già migliore delle scope precedenti;

3. Fascia alta: oltre 250 €. Queste sono le scope migliori, con la migliore potenza aspirante, l’autonomia più lunga e gli accessori più numerosi.

Come scegliere la scopa elettrica giusta per le proprie esigenze

Come scegliere la scopa cordless giusta

Per scegliere la scopa senza fili giusta per noi dobbiamo dunque fare almeno alcune considerazioni fondamentali.

Dobbiamo prima di tutto decidere se ci interessa una scopa solo per pulire il pavimento o se vogliamo comodamente aspirare anche su tavoli, tavolini, ripiani ecc.: nel primo caso potremo orientarci su una scopa a parcheggio verticale, in generale più economica, mentre nel secondo dovremo sceglierne una 2 in 1 con aspirabriciole integrato.

Secondariamente dobbiamo chiederci su che superfici aspireremo con la nostra nuova scopa: solo pavimenti duri? Moquette? Tappeti? Se la casa ha una prevalenza di superfici dure sarà sufficiente un modello con spazzola multifunzione non motorizzata, mentre nel secondo caso sarà indispensabile una scopa con spazzola rotante e preferibilmente una batteria potente sopra i 24 V.

Pensando poi alle ulteriori superfici che potremmo voler aspirare ci faremo un’idea di quali accessori desideriamo: una bocchetta per imbottiti? Una minispazzola per togliere i peli del cane o del gatto da divani e poltrone? Una bocchetta flessibile per pulire la macchina?

Lasciate insomma che a guidare la vostra scelta non sia una pubblicità promettente, bensì il vostro effettivo bisogno.

Per ulteriori informazioni potete visitare la guida di QualeScegliere.it



Aerosol, quale scegliere?
Elettrodomestici

Aerosol, quale scegliere?

Estrattore e centrifuga: le differenze
Elettrodomestici

Estrattore e centrifuga: le differenze

Aspirapolvere o scopa elettrica, quale scegliere?
Elettrodomestici

Aspirapolvere o scopa elettrica, quale scegliere?

Frullatore o frullatore ad immersione: quale conviene davvero?
Elettrodomestici

Frullatore o frullatore ad immersione: quale conviene davvero?

3 ricette natalizie da realizzare con il robot da cucina multifunzione
Elettrodomestici

3 ricette natalizie da realizzare con il robot da cucina multifunzione

Elettrodomestici

Scaldavivande: come funziona e i modelli più pratici per l’ufficio

Asciugare il bucato con un deumidificatore
Elettrodomestici

Asciugare il bucato con un deumidificatore

Le tre migliori gelatiere economiche
Elettrodomestici

Le tre migliori gelatiere economiche

Spazzolino elettrico per bambini
Auto & Tech

Spazzolino elettrico per bambini

Quando iniziare a lavare i denti ai bambini? E soprattutto quale spazzolino scegliere? In questo articolo cerchiamo di rispondere alle domande più frequenti.

Leggi di più