Asciugare il bucato con un deumidificatore
Elettrodomestici

Asciugare il bucato con un deumidificatore

La stagione piovosa e fredda sta arrivando e non possiamo più stendere i panni fuori. Leggete i nostri consigli su come utilizzare un deumidificatore.

In collaborazione con Quale Scegliere

Anche se questo autunno ci sta regalando ancora belle giornate, la stagione fredda e piovosa è ormai alle porte, soprattutto nelle regioni del Nord Italia: presto saremo costretti a stendere i panni dentro casa, il che significa aumentare il tasso d’umidità nelle nostre abitazioni e vedere i panni asciugarsi piano piano.

A questi inconvenienti si può facilmente rimediare utilizzando in casa un deumidificatore: non solamente questa utilissima macchina terrà sotto controllo l’umidità tra le mura di casa, prevenendo la formazione di muffa e dandoci una piacevole sensazione di comfort, ma accelererà anche l’asciugatura dei panni stesi. Volete sapere come? Ve lo spieghiamo subito.

Estrazione dell’umidità

Tanto più è alta la concentrazione di vapore acqueo nell’atmosfera di casa nostra, quanto più tempo ci metteranno i panni ad asciugare, poiché il “trasferimento” dell’umidità dai tessuti all’aria avverrà più lentamente.

Il deumidificatore è un elettrodomestico in grado di estrarre la componente acquosa presente nell’aria: collocato nel locale lavanderia o dovunque abbiamo piazzato il nostro stendibiancheria, proprio accanto ai panni stesi, manterrà l’aria “asciutta” favorendo così l’evaporazione dell’acqua dai panni, che dunque si asciugheranno in tempi ragionevoli.

Asciugare il bucato con un deumidificatore

La funzione “Laundry”

Se è vero che basta già usare un qualunque deumidificatore per riportare alla normalità i tempi di asciugatura del bucato, è anche vero che esistono diversi modelli sul mercato equipaggiati con una funzione specifica dedicata proprio ad asciugare in fretta i panni stesi.

Questa funzione può avere diversi nomi: “Laundry”, “Asciugabiancheria”, “Bucato” e via discorrendo. Ma in che cosa consiste?

Solitamente in modalità “bucato” un deumidificatore funziona semplicemente alla sua massima capacità di estrazione, talvolta producendo anche un’emissione di aria calda che, posizionando la macchina accanto allo stendino, velocizza ancora di più il processo di evaporazione dell’acqua e dunque di asciugatura.

Quando serve la funzione asciugabiancheria?

Un deumidificatore con funzione asciugabiancheria è particolarmente consigliato se il locale dedicato all’asciugatura del bucato è privo di finestre e/o piuttosto freddo: l’accumulo di umidità in combinazione con l’aria fresca rischia non solo di farci attendere davvero troppo per avere i panni asciutti, ma anche di lasciar formare muffe non solo, a lungo andare, sulle pareti del locale, ma anche tra le fibre dei nostri vestiti.

Vi è mai capitato che i vostri panni asciutti odorassero di stantio o vagamente di marcio, nonostante fossero stati appena lavati? Allora avete un problema serio di umidità nel vostro locale lavanderia.

Come arginare l’umidità

Oltre all’uso del deumidificatore, che in quelle case cronicamente fredde e umide è l’unico elettrodomestico in grado di tenere sotto controllo il vapore acqueo nell’atmosfera, possiamo ricorrere anche ad altri accorgimenti:

  • I sali assorbi-umidità: vanno cambiati periodicamente, ma possono essere efficaci per tenere asciutti sgabuzzini e armadi
  • Aerazione: anche in inverno, aeriamo i locali più umidi (bagno e cucina) almeno per qualche minuto dopo averli usati (per la doccia o per cucinare)
  • Bicarbonato nel bucato: se la muffa si è estesa ai nostri vestiti, basterà aggiungere un paio di cucchiai di bicarbonato di sodio nel cestello della lavatrice al successivo lavaggio per neutralizzarla e far svanire il cattivo odore

Se avete dei dubbi consultate la guida agli acquisti sui deumidificatori di QualeScegliere.it



Lavapavimenti a vapore: quale scegliere
Elettrodomestici

Lavapavimenti a vapore: quale scegliere

Friggitrice ad aria, quale scegliere?
Elettrodomestici

Friggitrice ad aria, quale scegliere?

Bilancia pesapersone o impedenziometrica? Come scegliere
Elettrodomestici

Bilancia pesapersone o impedenziometrica? Come scegliere

Come pulire il bollitore
Elettrodomestici

Come pulire il bollitore

Aerosol, quale scegliere?
Elettrodomestici

Aerosol, quale scegliere?

Estrattore e centrifuga: le differenze
Elettrodomestici

Estrattore e centrifuga: le differenze

Aspirapolvere o scopa elettrica, quale scegliere?
Elettrodomestici

Aspirapolvere o scopa elettrica, quale scegliere?

Frullatore o frullatore ad immersione: quale conviene davvero?
Elettrodomestici

Frullatore o frullatore ad immersione: quale conviene davvero?

Come riciclare le lampadine usate e che non funzionano
Décor e Fai da te

Come riciclare le lampadine usate e che non funzionano

Il riciclo creativo permette di dare nuova vita agli oggetti e allo stesso tempo di non inquinare il pianeta. Scoprite come potete riciclare le lampadine usate e renderle un complemento d’arredo super originale.

Leggi di più