Come pulire il barbecue

Tanti i consigli per garantire una lunga vita al nostro BBQ.

Pulizia della griglia
Pulizia della griglia del BBQ.

La grigliata è piaciuta a tutti? I nostri amici sono rimasti soddisfatti di bistecche e salsicce? (Ecco come realizzare un barbecue perfetto e tutti gli accessori BBQ necessari). Benissimo, tutti contenti e sazi, se non fosse per un piccolo dettaglio tutt’altro che secondario: finita la festa adesso ci tocca l’arduo compito di pulire per bene il nostro barbecue e farlo tornare a splendere. Più difficile a dirsi che a farsi. Basterà seguire qualche dritta e il nostro BBQ tornerà lucido come prima, pronto per una nuova cenetta con gli amici. È importante ricordare che una manutenzione costante della griglia garantirà una vita più lunga al barbecue oltre che una cottura più green dei cibi, soprattutto grazie al fatto che un BBQ pulito sprigiona meno fumo.

Pulizia generale

Ovviamente le operazioni di pulizia dipendono molto dal tipo di barbecue (elettrico, a gas, a carbonella, ecc.), tuttavia in linea generale dobbiamo avere a portata di mano una spatola, un raschietto, acqua tiepida, bicarbonato di sodio, teli di cotone e carta di giornale, gli strumenti indispensabili per togliere ogni traccia di unto e incrostazioni e poter sistemare i componenti del BBQ ad asciugare una volta lavati. La prima cosa da fare dopo averlo usato è eliminare le incrostazioni di cibo con spatola e raschietto e pulire per bene ogni singola parte utilizzando un telo di cotone bagnato di una soluzione di acqua tiepida e bicarbonato di sodio (in alternativa andrà bene anche l’aceto). A questo punto lasciamo asciugare sulla carta di giornale e montiamo di nuovo il tutto. È sconsigliato l’uso di sostanze abrasive che potrebbero corrodere e, dunque, danneggiare il barbecue.

Come pulire il barbecue a carbonella

Se abbiamo un BBQ a carbonella, per pulire la griglia in modo veloce lasciamola scaldare sulla carbonella per circa una mezz’ora in modo che incrostazioni di cibo e olio si scioglieranno in fretta. Quindi con un raschietto oppure una spazzola con le setole metalliche eliminiamo i residui di cibo. A questo punto una dritta consiste nell’immergere un foglio di carta assorbente da cucina nell’olio, o d’oliva o di semi, e passarlo sulla griglia facendo molta attenzione a non mandarlo sulla carbonella: questo sistema proteggerà la griglia dalla formazione di ruggine e non farà attaccare la carne alla prossima cottura. Infine aspettiamo che la carbonella si sia raffreddata e raccogliamola con una spatola, mettendola nella carta stagnola e buttandola lontana da fonti infiammabili. Il BBQ a carbonella, quando è spento, va coperto con un telo per proteggerlo dalle intemperie e dalla ruggine.

Come pulire il barbecue a gas

Per il BBQ a gas dobbiamo iniziare pulendo la parte esterna della griglia semplicemente con acqua calda e, in caso di sporco ostinato, con del comune detersivo per i piatti. Poi si passa alla parte interna della griglia usando la spazzola metallica morbida per togliere lo sporco facendo attenzione agli angoli dove si accumula in grasso. Se i residui finiscono nella leccarda sottostante, ovviamente puliamola con cura per evitare che il grasso accumulato non prenda fuoco. Con il barbecue a gas dobbiamo controllare anche il colore dei fuochi: se è blu ok, se è rosso o arancione vuol dire che il grasso sta ostruendo la fiamma e, dunque, anche il fuoco va pulito. In questo bisogna seguire il manuale delle istruzioni.


Vedi altri articoli su: Pulizie di Casa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *