Casa domotica: come funziona, vantaggi e svantaggi

La versione intelligente della casa, dove tutto si aziona con un click, anche se non ci sei. Ma attenti ai rischi in agguato...

Casa domotica
Casa domotica.

Una casa in cui tutti gli impianti sono collegati a un dispositivo unico e, per questo motivo, possono essere gestiti e controllati anche da remoto: in estrema sintesi questa è una casa domotica, espressione diventata oramai facile da sentire dopo una prima diffusione avvenuta negli anni ’90. Sempre più spesso, infatti, soprattutto se bisogna ristrutturare la propria abitazione, sono tanti coloro che decidono proprio per una versione domotica dell’appartamento, pensando che con questo tipo di tecnologia si possano ottenere soprattutto dei vantaggi, primo fra tutti la comodità di far funzionare tutto con un semplice click.

Come funziona la casa domotica e quanto costa

La tecnologia che c’è alla base di una casa intelligente prevede un unico sistema capace di controllare una serie di funzioni, come tapparelle e persiane; impianti audio e video; riscaldamenti e climatizzatori; video-sorveglianza; ingressi; sistemi di irrigazione per l’area esterna dell’abitazione; tende da sole. Ovviamente più sono le cose da gestire, più elevato sarà il grado di complessità della tecnologia impiegata.

Anche per questo non esiste una stima fissa di quanto costi una casa domotica. Il prezzo, infatti, è legato a una serie di variabili, quali il livello di complessità, la grandezza dell’abitazione e il piano in cui si trova, la configurazione dell’impianto elettrico presente, la difficoltà di montaggio. Certo è che una casa domotica acquista un valore importante per il mercato immobiliare.

Vantaggi e svantaggi

Sono diverse le motivazioni che spingono a scegliere una versione domotica per la propria abitazione. Per esempio la facilità di gestione visto che oramai la tecnologia proposta è di semplice utilizzo; non si avranno più telecomandi per casa visto che la gestione è integrata; sicuramente è una condizione ottimale per chi ha un’autonomia limitata, per esempio persone diversamente abili e anziani; l’impianto può essere controllato anche a distanza; sicuramente assicura comfort nella gestione domestica; permette di ottimizzare i consumi (leggi qui come ridurre i consumi, risparmiando sulla bolletta!).

Ovviamente non c’è rosa senza spina, e anche una bella casa dove tutto apparentemente funziona alla perfezione con un solo click, potrebbe avere i suoi scheletri nell’armadio. Cosa succederebbe, per esempio, se l’app fornita dal produttore attraverso la quale accendiamo il climatizzatore del nostro appartamento, mentre siamo ancora in ufficio, non fosse più disponibile o aggiornata? Idem per il sistema di video-sorveglianza e per altre funzioni essenziali dell’abitazione. Come per i pc, anche per gli elettrodomestici connessi può esserci il pericolo di virus, altro rischio da non escludere con una casa domotica.


Vedi altri articoli su: Auto & Tech |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *