Hi-Home: la domotica realizzata nel nuovo studio di Andrea Castrignano

A Milano, il noto designer ha creato un vero e proprio laboratorio "abitabile", dove la domotica avanzata è protagonista

Hi Home - Andrea Castrignano

Un progetto innovativo e proiettato nel futuro: questo è Hi-Home, la “casa ideale” progettata e realizzata da Andrea Castrignano all’insegna della domotica, della ricerca avanzata, del risparmio energetico, della sicurezza, dell’attenzione per l’ambiente: il tutto a “portata di dito”, gestito e coordinato da un monitor touch-screen. Luci, video HD, tende e pannelli che si muovono all’unisono come seguendo un misterioso “direttore d’orchestra”. Che poi altro non è che la tecnologia. “Hi-Home” è un concept realizzato dal popolare interior designer e venuto alla luce nel suo nuovo studio di via Adige 11 a Milano, in zona Porta Romana: nell’adattare un loft a tale scopo, Castrignano ha “ritagliato” in esso uno spazio per una “casa campione”, un ideale realizzativo che vede concentrate in sé tutte le caratteristiche più avanzate della domotica. Ed il risultato, inaugurato in occasione dell’appena conclusa Milano Design Week, è senza dubbio stupefacente.

Un designer italiano in America

Andrea Castrignano
Milanese, classe 1969, Andrea Castrignano affina e forma la sua creatività studiando negli Stati Uniti e rimanendo a lungo nel “nuovo continente”. Tornato in Italia nel 1997, è fondatore ed animatore dello studio che porta il suo nome e che ha fatto dell’intermediazione e della progettazione di interni, primo in Italia a coniugare le due attività, un suo marchio di fabbrica. Ha cominciato a collaborare alla fortunata trasmissione “Vendo casa disperatamente” in onda da diverse stagioni su Real Time e dall’ottobre del 2011 è il conduttore di “Cambio casa, cambio vita!“, un real-show in onda in prima serata su La5. Accessibilità, comfort, calore, comodità, sicurezza, ecosostenibilità, tecnologia al servizio della persona: queste le parole chiave dell’ambiente Hi-Home, tutte coniugate rigorosamente con un design avanzato, innovativo, contemporaneo che fanno della “casa ideale” nello studio di Castrignano un vero e proprio laboratorio “vivente”. Il tutto, naturalmente, realizzato grazie alla collaborazione del designer con i diversi partner dell’iniziativa, aziende di eccellenza che, ognuna nel proprio campo, interagisce con le altre contribuendo alla perfezione del risultato. Che si trasforma così in qualcosa da “toccare con mano”.

Non solo una “casa ideale” ma una “casa possibile”

Sistemi di luci con dimmer, pannelli radianti a pavimento e condizionatori per estate ed inverno, tende oscuranti e filtranti, audio e video multiroom – compresi mirror-tv in bagno e impianto home-theater a totale scomparsa – doccia computerizzata con diversi scenari di utilizzo. Ed ancora, dotazioni di sicurezza all’avanguardia e la produzione dell’energia necessaria alla casa affidata ai pannelli fotovoltaici montati sul tetto, per assicurare una autonomia ed ecosostenibilità assolute. Domotica avanzata, naturalmente, non è solo l’installazione di queste dotazioni, ma il loro coordinamento, la semplificazione assoluta del loro utilizzo che infatti passa attraverso una tastiera a sfioramento da dieci pollici grazie alla quale governare tutto in modo estremamente intuitivo. Insomma, se vogliamo immaginare come potrebbe essere la casa del futuro, il progetto Hi-Home è la risposta alle nostre domande. E la scoperta che, dalla casa “ideale”, si è già oggi passati alla “casa possibile”.


Vedi altri articoli su: Arredamento |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *