Lampadari Artemide, quando la luce è design

Stile innegabile, al passo con i tempi e le energie sostenibili ma restando fedeli alla tradizione della luce al servizio delle persone. Tutto questo dietro il lavoro dell'azienda lombarda

30/04/2014

Definire i prodotti dell’azienda di Pregnana Milanese Artemide semplicemente lampade e lampadari non è soltanto riduttivo. È sbagliato. Me ne sono resa conto io stessa il giorno che entrando nel salone di casa di mia sorella ho visto un oggetto nuovo appoggiato sulla panca. Una sorta di fungo di plastica arancione che dava al marrone scuro del mobile una luce particolare. Ecco: i prodotti Artemide danno luce anche quando sono spenti. Ovviamente quello sul tavolino di mia sorella non era un fungo o un pezzo d’arredamento qualsiasi, si trattava della lampada della linea Nesso, un ritorno al design d’eccellenza nata nel 1967 dalla creatività di Giancarlo Mattioli e il Gruppo Architetti Urbanisti Città Nuova.

Il Gruppo Artemide oggi

È dal 1960 che il Gruppo Artemide, fondato da Ernesto Gismondi, “illumina” gli interni di ambienti privati ma anche di uffici e hotel, oltre che di esterni, riuscendo a diventare nel tempo partner ideale per architetti, designer e progettisti. Oggi distribuisce lampade e lampadari in tutto il globo (83 Paesi) attraverso 24 società controllate e collegate, vantando una rete di vendita tra cui spiccano quasi sessanta showroom monomarca nei maggiori centri urbani di tutto il mondo. Con cinque centri produttivi in Francia, Italia, Stati Uniti e Ungheria, due vetrerie e due strutture di Ricerca e Sviluppo in Francia e Italia, il Gruppo impiega attualmente circa settecento dipendenti.


Leggi anche: Michael Schumacher uscito dal coma e dimesso

La filosofia dell’azienda

Modernità e innovazione in ogni lampada, ma restando sempre fedeli alla filosofia aziendale del “The Human Light”. Chi lavora nel Gruppo Artemide considera l’illuminazione al servizio totale delle persone per migliorarne la qualità della vita quotidiana. La luce non deve essere essenziale e funzionale tanto all’ambiente, ma soprattutto a chi lo vive. Ecco perché i principi di The Human Light sono la flessibilità, l’adattabilità e il consumo energetico minimo.

Vogliamo parlare del design? Basterà citare la lampada Tolomeo, ancora oggi parte integrante di studi, uffici e abitazioni in tutto il mondo. Non serve conoscerla, basterà vederne una foto per riconoscerla e per rendersi conto che è un oggetto che accompagna costantemente gli ambienti di lavoro.

Eccola un’altra filosofia del gruppo aziendale: nel corso degli anni lampade e lampadari sono diventati quasi una scelta naturale degli arredatori, ma anche più semplicemente di chi mette su casa oppure uno studio professionale. Anche per questo Artemide ha vinto fino a oggi numerosi e prestigiosi premi internazionali come il Compasso d’Oro e il Red Dot Design Award.