Dove lasciare il cane durante le vacanze
Animali domestici

Dove lasciare il cane durante le vacanze

Uno dei problemi che affligge i proprietari degli amici a quattro zampe è dove lasciare il cane in vacanza. Ecco tutte le opzioni che vi consigliamo!

Finalmente sono arrivate le sospirate vacanze che, mai come quest’anno, tutti sentiamo di avere meritato come premio dopo un lungo e faticoso inverno.
Ma dove lasciare il cane in vacanza?
In questo articolo vi daremo alcuni consigli su come trascorrere una splendida villeggiatura garantendo un periodo di relax e tante cure anche al nostro fedele cagnolino.

Quando possibile portate il cane in vacanza con voi

Se ne avete la possibilità uno dei modi più belli per trascorrere le vacanze è portare anche il vostro amico a quattro zampe!
Nei mesi in cui si lavora il tempo da dedicargli è sempre troppo poco, ritagliato a fatica tra impegni professionali, cura della famiglia e frenesia quotidiana.
Che cosa può esserci di meglio che trascorrere qualche settimana di relax con tutti i componenti del nucleo familiare, inclusi i piccoli e grandi amici pelosi?
Rispetto al passato oggi è molto più facile organizzare vacanze in compagnia dei nostri cani. Sia in Italia che all’estero esistono ormai tantissime strutture che accettano gli animali domestici, garantendo loro tutte le cure di cui hanno bisogno. Ideale è raggiungere queste località in auto (o in camper) in modo da stressare il meno possibile Fido, evitandogli il piccolo trauma di dover salire su un aereo o su una nave. Viaggiando in macchina infatti si può suddividere il percorso in tappe. Consentendo al cane di sgranchirsi periodicamente le zampe e godersi, come tutto il resto della famiglia, il panorama che scorre dal finestrino!

Ovviamente gli amici quadrupedi possono viaggiare senza problemi anche in treno, nave ed aereo, rispettando le regole previste dalle ferrovie e dalle compagnie di navigazione e linee aeree.
Per i cagnolini di piccola taglia è più facile e possono viaggiare nel trasportino, restando insieme ai loro padroni anche durante tutta la durata del volo. La loro cuccia provvisoria si può sistemare come un piccolo bagaglio sotto il sedile di fronte, limitando al massimo la paura del distacco.
Qualche coccola e tante carezze ed il vostro piccolo amico arriverà a destinazione senza neanche rendersene conto!
Se invece il cane è di grossa taglia, in aereo dovrà viaggiare in stiva ed è una soluzione da valutare attentamente. Bisogna tenere presente le sue caratteristiche e la sua personalità per evitare di sottoporlo ad uno stress eccessivo.

Le pensioni in cui lasciare il cane durante le vacanze

Quando non è possibile portare il cane in vacanza esistono altre soluzioni che ci consentono di separarci da lui in tutta tranquillità, con la certezza di lasciarlo in ottime mani. Una di queste opzioni è scegliere una confortevole pensione per animali domestici.
La scelta della struttura cui affidare il vostro cane va fatta con molta cura, diffidando di chi si improvvisa in questo lavoro, ma affidandosi solo a strutture conosciute e gestite da operatori cinofili di provata esperienza. Durante il soggiorno in pensione il cane dovrà sentirsi protetto ed accudito. Limitando al minimo il disagio di trovarsi lontano dal padrone e fuori dal suo ambiente naturale. Fondamentale è quindi che la struttura sia dotata di personale specializzato e di spazi aperti, adeguati a far divertire gli ospiti a quattro zampe.

Aspetti da valutare

Un aspetto da valutare infatti è anche la possibilità di interazione che il vostro cane avrà con i suoi simili durante il periodo di lontananza da casa. Se riuscirà a socializzare e farsi nuovi amici con cui giocare le settimane voleranno ed il soggiorno in pensione sarà anche per lui una vacanza piacevole e divertente! Altre caratteristiche da valutare con attenzione è la presenza fissa di personale veterinario. Lo spazio dei locali in cui dormirà il cane e la disponibilità di attività di intrattenimento dedicate, quali ad esempio piscine o campi di agility.

Ultimo ma non ultimo, occorre interrogarsi anche sulla capacità della pensione di riuscire a garantire quanto più possibile il rispetto delle abitudini del vostro cane. La sua dieta, gli orari dedicati al riposino, al gioco ed alla pappa. Fondamentale ovviamente è anche lo standard di pulizia dei box e delle parti comuni della pensione, che devono garantire il giusto livello di sicurezza e comfort al vostro animale. Come abbiamo detto in apertura deve essere una vacanza anche per lui.

Il nostro consiglio, per essere certi di fare la scelta migliore, è quello di andare a vedere di persona almeno tre o quattro pensioni della vostra città. Selezionare quella che offre le condizioni migliori e lasciarvi il cane come ospite per una notte. In questo modo potrete verificare le sue reazioni. Capire se si è trovato bene in pensione ed abituarlo gradatamente a quello che sarà il periodo di distacco in cui lo lascerete durante le vacanze.

Le pensioni per cani in famiglia

Una nuova frontiera delle pensioni per animali domestici è quella delle “pensioni in famiglia” .
In pratica sono strutture in cui cani e gatti vengono ospitati presso famiglie che possiedono già altri animali domestici. Hanno esperienza in questo campo e si rendono disponibili ad accogliere per un periodo di tempo limitato i cani a pensione.

Quasi sempre si tratta di appartamenti spaziosi, dotati di terrazzi, balconi o giardini in cui i cani possono godere della compagnia dei loro simili. Convivendo e giocando con loro, come se fossero in vacanza. Sicuramente si tratta di una opzione in cui l’adattamento è più facile e rapido. Il cane non deve adattarsi ad un anonimo box, ma resta a vivere tra le pareti domestiche, sentendo meno la sensazione di lontananza da casa. Inoltre in una pensione familiare è più agevole mantenere le abitudini dell’animale, i suoi orari e le sue corse all’aperto.

Conclusioni

Tuttavia anche in questo caso occorre ponderare bene la decisione e valutare in modo oggettivo almeno due aspetti. In primo luogo occorre conoscere il carattere del vostro cane. È in grado di socializzare con altri quattro zampe condividendone gli spazi in un appartamento sconosciuto?
Se la risposta è si benissimo, questa soluzione è percorribile.

Si tratta ora di identificare la professionalità e l’esperienza e dei soggetti che si prenderanno cura del vostro animale. Come in tutte le situazioni è fondamentale evitare chi si improvvisa esperto, ma in realtà non possiede competenze specifiche.
Prima di scegliere è utile chiedere consiglio al vostro veterinario oppure a qualche conoscente che possiede un cane e si è già rivolto alla struttura che avete individuato.
Quando si tratta del benessere del vostro migliore amico la prudenza non è mai troppa.



Accessori per cani
Animali domestici

Accessori per cani

Consigli e suggerimenti per adottare un cane
Animali domestici

Consigli e suggerimenti per adottare un cane

Come lavare il cane con prodotti naturali
Animali domestici

Come lavare il cane con prodotti naturali

Cani e gatti nello stato di famiglia, tutto quello che c’è da sapere
Animali domestici

Cani e gatti nello stato di famiglia, tutto quello che c’è da sapere

Cosa mangiano i criceti
Animali domestici

Cosa mangiano i criceti

Si può dare la mela ai cani?
Animali domestici

Si può dare la mela ai cani?

Taglie vestitini dei cani: come districarsi con le misure
Animali domestici

Taglie vestitini dei cani: come districarsi con le misure

Il latte fa male ai cani
Animali domestici

Il latte fa male ai cani

Come pulire l'estrattore e la centrifuga
Pulizie di Casa

Come pulire l’estrattore e la centrifuga

La vita quotidiana diventa sempre più green e l’estrattore e la centrifuga ormai fanno parte degli strumenti che utilizziamo. Ecco come pulirli.

Leggi di più