Kizomba. La nuova mania arriva dalla Francia

Dalla Francia arriva la Kizomba, la nuova danza-mania per essere sensuali e mantenersi in forma

Kizomba
Movimenti sensuali e atmosfera tropicale. Kizomba, la nuova danza per mantenersi in forma

Quando la musica tropicale africana incontra i balli latini nasce la nuova tendenza delle maggiori scuole di ballo italiane, la Kizomba. Questi ritmi sensuali, che potremmo immaginare sotto forma di un fresco cocktail di Musica Tropicale, nascono in Francia dove le culture africane, portoghesi, brasileire e cubane convivono da sempre in perfetta armonia.

Cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta e indaghiamo sulle origini di questa nuova tendenza.

La Kizomba, di origine angolana, è un ballo sensuale, uno di quelli che lasciano il segno già dalle prime note e dai primi passi: ecco quindi spiegato il motivo del suo successo immediato in gran parte dell’Europa e, da non molto tempo, anche in Italia. Sono aumentate, nel giro di qualche mese, le scuole di ballo italiane in cui maestri specializzati insegnano i movimenti di questa danza proveniente dall’Angola.
In poche parole potremmo definirla come una ricetta segreta: un pizzico di Samba unito a qualche cucchiaio di Zouck e la Kizomba è fatta! 

Kizomba mania
Quando i balli latini incontrano la cultura africana nasce la Kizomba

Diffusa già da tempo nelle zone di Capo Verde e Brasile, la Kizomba si presenta come un ballo di coppia romantico dal ritmo lento e accompagnato da percussioni elettroniche e canti in lingua portoghese. Il risultato? Un danza davvero molto, molto, sensuale dove i ballerini sono talmente vicini da sembrare una cosa sola.

Descrivere i movimenti della Kizomba non è cosa facile, ma provate a immaginare gesti lenti e regolari, ginocchia lievemente piegate, armonia di piccoli balzi e avanti e indietro circolari che si fondono con le note di un’atmosfera tropicale.
Un vero godimento per il corpo e la mente.


Vedi altri articoli su: Fitness |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *