Rimuovere le Bingo Wings: nuovo boom di richieste nella chirurgia estetica

Oggi grazie alle moderne tecniche chirurgiche è possibile eliminare per sempre i fastidiosi accumuli di grasso sulle braccia simili ad alette. Scopriamo come

Con l’avanzare dell’età, oppure di seguito ad una dieta drastica, spesso possono fare capolino intorno alle braccia delle donne delle “alette” di grasso molto antiestetiche che si formano in concomitanza del tricipite (il nome “tecnico” è conosciuto come Bingo Wings, derivante dal fatto che in America le donne durante i tornei di bingo quando dovevo esultare per aver vinto si alzavano e scuotevano le braccia flaccide in aria mostrando questo esubero di pelle!).

Si tratta di un problema prettamente femminile, ma nonostante ciò anche gli uomini possono andare incontro a questo tipo di inestetismo sopratutto dopo un dimagrimento eccessivo.
Molti penseranno che solo dure ore in palestra, sottoponendosi ad esercizi mirati, possano mandare via le Bingo Wings e, a dirla tutta, se si praticasse una ginnastica preventiva e se si avesse maggiore cura del proprio corpo nel tempo questo disagio si potrebbe evitare tranquillamente.
Spesso però va detto che il solo esercizio fisico non aiuta a superare il problema, soprattutto se si presenta già ad uno stadio avanzato, e non permette di dire addio a questo esubero di adipe flaccida in tempi brevi.

In passato la chirurgia permetteva di eliminare questo difetto della pelle attraverso veri e propri interventi alquanto invasivi che spesso lasciavano anche delle cicatrici permanenti ed evidenti. Ma pur di superare il problema ‘si chiudeva un occhio’ sull’inestetismo della cicatrice e ci si sottoponeva all’operazione, che spesso richiedeva tempi di ripresa lunghi e dolorosi.
Oggi, grazie agli enormi progressi fatti nell’ambito della chirurgia estetica,  per rimuovere le Bingo Wings si può finalmente parlare di interventi mini invasivi ed assolutamente efficaci che garantiscono ottimi risultati.
Già noto in campo medico estetico da circa 15 anni negli USA, questo nuovo metodo per eliminare le “alette” di grasso sta trovando numerosi consensi anche in Italia e da qui un crescente numero di richieste.

In cosa consiste l’operazione di rimodellamento delle braccia?

In pratica, possiamo dire che tutto “si riduce” ad inserire dei fili di trazione ad effetto tensore nel braccio attraverso l’aiuto di un ago guida moto sottile di forma curva che permette di posizionare bene il filo, a forma di spiga di pesce, all’interno dei tessuti. Questi fili speciali hanno lo scopo di ripristinare, grazie alla tensione dei muscoli, le linee del braccio rese flaccide dalla mancanza di tessuto connettivo della cute.

Si tratta di un intervento a cavallo tra la medicina estetica e quella chirurgica, ma con il grande vantaggio di poter essere fatto in breve tempo con semplice anestesia locale presso un ambulatorio specialistico e certificato senza alcun ricovero.

I fili vengono riassorbiti tra 18 e 24 mesi e ci si può sottoporre ad un intervento di mantenimento dopo un paio di anni.


Vedi altri articoli su: Chirurgia Estetica |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *