Post rinoplastica gli step da seguire dopo l'intervento
Bellezza

Post rinoplastica: gli step da seguire dopo l’intervento

Alimentazione, igiene personale, abitudini quotidiane: ecco gli accorgimenti da adottare per evitare rischi nel decorso post rinoplastica.

Box riassunto. Alimentazione, igiene personale, abitudini quotidiane: ecco gli accorgimenti da adottare per evitare rischi nel decorso post rinoplastica

L’intervento di rinoplastica può essere effettuato con tecniche diverse, ma si esegue quasi sempre senza ricovero, in day hospital, e il paziente torna a casa dopo qualche ora. Cosa succede dopo?

I cerotti e il rimodellatore nel post rinoplastica

Terminato l’intervento, il chirurgo applica dei cerotti sul dorso del naso e posiziona un modellatore rigido in alluminio. I cerotti hanno la funzione di comprimere i tessuti appena scollati, evitando così raccolte di sangue localizzate che ritarderebbero la guarigione.

Se hai subito un intervento di rinoplastica, dopo quattro-cinque giorni tornerai dal chirurgo che ha realizzato l’intervento. Lo specialista procederà a rimuovere la medicazione. Quindi, riposizionerà il modellatore per altri quattro-cinque giorni.

La funzione del rimodellatore è mantenere in asse le ossa nasali che sono state fratturate, in modo da consentire un adeguato consolidamento.

La fase di assestamento

Di norma, nella fase di assestamento, è prevedibile un gonfiore che si andrà riducendo di settimana in settimana e che potrà durare fino a sei mesi. Potrai coprire eventuali lividi ricorrendo alla tecnica del camouflage, cioè a creme cosmetiche di colore uguale a quello della tua pelle.

Inoltre, potrai trattarli con creme all’eparina, che favoriscono un riassorbimento più veloce. Il recupero post operatorio è rapido. Normalmente dopo una settimana o dieci giorni potrai riprendere le abituali attività lavorative e sociali.

Passiamo all’estetica. Per poter apprezzare il risultato definitivo, cioè vedere come è cambiato il viso con la rinoplastica, nei minimi dettagli, dovrai attendere all’incirca un anno. Dopo un mese, tuttavia, potrai già farti un’idea.

Come evitare rischi nel post rinoplastica

I rischi collegati a questo tipo di intervento sono quasi pari a zero. Ti sarà sufficiente seguire alcune semplici indicazioni per scongiurare la possibilità di incorrere in spiacevoli contrattempi. Ecco come comportarsi nel decorso post-operatorio di rinoplastica.

Terminato l’intervento, un amico o familiare ti riaccompagnerà a casa e ti assisterà per i due giorni successivi. Nelle prime 24 ore non lavare il viso. Nelle prime 48 ore mangia solo alimenti freddi. Rimanendo in tema di alimentazione, per le prime due settimane prediligi i cibi morbidi, in modo da ridurre al minimo la masticazione.

Nelle tre settimane post rinoplastica, evita sia gli alcolici che i medicinali a base di acido salicilico (limitati agli antidolorifici). Dormi con due o tre cuscini sotto al capo. Se hai un bambino piccolo, evita di tenerlo in braccio (la prima cosa che proverà a fare è strapparti il rimodellatore dal naso).

Altri consigli pratici

Per trenta giorni cerca di starnutire e di soffiarti il naso il meno possibile. Allo stesso modo, evita di fumare: il fumo ritarda la guarigione. Sempre nei trenta giorni post rinoplastica, astieniti dalle attività sportive che comportano il rischio di microtraumi.

Le passeggiate, invece, sono consigliate. Camminare, infatti, riduce la possibilità di coaguli e attenua il gonfiore. Non esporti al sole. Prima di uscire applica sempre la protezione solare e indossa un berretto comodo con visiera. Evita di truccarti fin quando non avrai l’autorizzazione del chirurgo.

Se avverti uno di questi disturbi, contatta immediatamente il medico:

1) perdita della sensibilità nella zona operata;
2) sanguinamento;
3) dolore acuto;
4) febbre alta;
5) mal di testa, nausea e/o vomito;
6) presenza di pus;
7) aumento delle ecchimosi;
8) arrossamento persistente intorno all’incisione.

Le narici nel post rinoplastica

Le narici vengono studiate e valutate al termine dell’intervento chirurgico di rinoplastica. L’assestamento che si avrà dopo avere rimosso il dorso, rimodellato la punta e riposizionato le ossa laterali darà un’indicazione attendibile sulle tue future narici.

Se dovessero apparire troppo sporgenti e troppo aperte, il chirurgo procederà alla loro riduzione mediante un’incisione alla base e la rimozione della parte in eccesso. Si tratta di un ritocco rapido, in alcuni casi è possibile effettuarlo anche a distanza di sei mesi dall’intervento principale, in regime ambulatoriale.

Se porti gli occhiali da vista

Potrai indossare gli occhiali full time solo dopo un mese dall’intervento di rinoplastica. Questa precauzione è necessaria per evitare che la pressione del nasello degli occhiali comprima le pareti ossee in fase di consolidamento, creando una depressione.

I primi tempi, quindi, potrai usare le lenti a contatto o una sorta di mascherina, cioè una leggera montatura sostenuta con dei cerotti sulla fronte, in modo da non pesare sulle pareti nasali.

Come massaggiare il naso nel post rinoplastica

Per sgonfiare più velocemente il naso, puoi effettuare dei massaggi drenanti. Basta qualche minuto due-tre volte al giorno, con movimenti lenti e profondi delle dita. Puoi utilizzare dell’olio di mandorla o di oliva. La parte a cui devi prestare più attenzione è la punta e quella appena più in alto (chiamata supratip).

Qui è dove il gonfiore tende ad essere più importante e lento a riassorbirsi. Partendo dalla base della punta si sale con le dita lungo il dorso del naso, fino alla fronte, esercitando una buona pressione sulla struttura portante del naso, fatta di cartilagini e ossa.

Un altro movimento che puoi eseguire con i due indici parte dalla punta scendendo lateralmente e fa pressione soprattutto nell’area appena sopra la punta, la supratip. Un terzo massaggio, infine, va effettuato alla base delle due pareti laterali del naso, dirigendoti lateralmente verso le guance. Quest’ultimo ha lo scopo di ridurre il gonfiore nell’area delle fratture delle ossa nasali.

Come pulire il naso

La cura e l’igiene sono di fondamentale importanza nel periodo postoperatorio, per poter recuperare in tempi rapidi la funzionalità nasale. Le secrezioni, prodotte in abbondanza, tendono ad accumularsi nell’area dell’apertura delle narici.

Le puoi rimuovere delicatamente utilizzando dei cotton fioc ben imbevuti di acqua ossigenata. Dopo avere deterso tutta la superficie interna del naso, potrai applicare un sottile strato di olio di oliva. Durante le manovre, evita di strofinare all’altezza dell’incisione chirurgica, cioè dove ci sono i punti di sutura.

In questa zona delicata l’ideale è utilizzare un cotton fioc con pomata antibiotica. Durante la giornata, infine, dovrai effettuare più volte dei lavaggi nasali con una soluzione salina. Va bene anche l’acqua di mare: l’importante è mantenere pulite le cavità interne e avere fin da subito una buona respirazione.

Infine la sera, prima di andare a dormire, applica del gel nasale idratante. Così facendo eviterai la formazione di crosticine all’interno delle narici che, oltre a bloccare il flusso d’aria, sono una delle cause di dolore.



Unghie opache, come ottenere un Matte Nails e colori di tendenza
Lifestyle

Unghie opache, come ottenere un Matte Nails e colori di tendenza

Pennelli trucco, usi e forme
Make up

Pennelli trucco, usi e forme

Braccia morbide le cause e i rimedi per combattere l'effetto «bye bye»
Bellezza

Braccia morbide: le cause e i rimedi per combattere l’effetto «bye bye»

Burrocacao fai da te miele, rimpolpante o aloe vera
Bellezza fai da te

Burrocacao fai da te: miele, rimpolpante o aloe vera

Pedicure curativo fai da te, consigli e prodotti
Bellezza fai da te

Pedicure curativo fai da te, consigli e prodotti

Acconciature capelli sciolti lunghi, lisci o ricci
Hairstyle

Acconciature capelli sciolti: lunghi, lisci o ricci

Makeup leggero per coprire l'acne
Make up

Makeup leggero per coprire l’acne

Depilazione definitiva: uomo, donna e costi
Bellezza

Depilazione definitiva: uomo, donna e costi

Sopracciglia folte rimedi naturali e cura
Bellezza fai da te

Sopracciglia folte: rimedi naturali e cura

Scopriamo insieme quali sono i rimedi naturali per avere delle belle sopracciglia folte e piene e tutti i segreti per la loro cura.

Leggi di più