Come prendersi cura della pelle durante la notte

08/12/2023

Le nostre nonne lo sapevano bene: il miglior trattamento di bellezza è una sana dormita. La notte, infatti, è il momento in cui la pelle si rigenera e si ripara dai danni causati durante il giorno da stress, inquinamento e raggi ultravioletti. Ma dormire non basta: meglio seguire una routine di bellezza specifica che aiuti l’epidermide a svolgere al meglio le sue funzioni vitali e a prevenire l’invecchiamento precoce.

Ma quali sono i passaggi e i prodotti giusti per curare la pelle di notte? Ecco alcuni consigli pratici e semplici da seguire per avere una pelle luminosa e sana al risveglio.

Struccarsi con cura

Il primo e più importante passo per curare la pelle di notte è rimuovere ogni traccia di trucco e sporco che si sono accumulati sulla superficie cutanea durante il giorno. Per farlo, si può usare un prodotto struccante a base di olio, che scioglie efficacemente il make-up e le impurità. Oppure un detergente a base d’acqua, che pulisce delicatamente l’epidermide senza aggredirla.

Meglio evitare i prodotti troppo aggressivi o alcolici, che possono irritare o seccare la pelle. Invece, va bene usare un dischetto di cotone o una spugnetta morbida per struccarsi, evitando di sfregare o tirare la pelle, soprattutto nella zona delicata del contorno occhi.

Esfoliare la pelle

Una volta a settimana, dopo avere struccato la pelle, si può procedere con un’esfoliazione o una maschera all’argilla, che aiutano a rimuovere le cellule morte, a purificare i pori e a stimolare il rinnovamento cellulare.


Leggi anche: Cruelty free: la bellezza si fa sempre più green

L’esfoliazione si può fare con un prodotto scrub, che contiene microgranuli che levigano la pelle, oppure con un prodotto chimico, che contiene acidi che agiscono in profondità. La maschera all’argilla, invece, si applica su tutto il viso o solo sulle zone più impure, come la fronte, il naso e il mento, e si lascia in posa per il tempo indicato sulla confezione, solitamente 10-15 minuti. Questi trattamenti vanno fatti con moderazione, per non stressare troppo la pelle e non alterare il suo equilibrio naturale.

Tonificare e idratare la pelle

Dopo avere pulito ed eventualmente esfoliato la pelle, si passa alla fase di tonificazione e idratazione, che sono essenziali per restituire il giusto livello di umidità e di nutrimento. Per tonificare la pelle, si può usare una nebbia o un tonico idratante, che rinfrescano e preparano la pelle ai trattamenti successivi.

Per idratare la pelle, invece, si può usare un siero o una crema notte, che contengono principi attivi specifici per la pelle, come antiossidanti, vitamine, acido ialuronico, retinolo. Questi prodotti vanno applicati con un leggero massaggio, partendo dal centro del viso e andando verso l’esterno, senza dimenticare il collo e il décolleté. Inoltre, si può usare un prodotto specifico per il contorno occhi, che contrasta le borse, le occhiaie e le rughe di espressione.

Seguire uno stile di vita sano

Oltre ai prodotti e ai trattamenti giusti, per curare la pelle di notte è importante seguire uno stile di vita sano, che favorisca il riposo e il benessere della pelle. Alcune buone abitudini sono: andare a letto presto e dormire almeno 7-8 ore a notte, evitando di usare dispositivi elettronici o luce blu prima di addormentarsi.

Praticare regolarmente un po’ di attività fisica, ma non troppo vicino all’ora di andare a dormire. Evitare il caffè, l’alcol e i cibi pesanti o piccanti la sera, preferendo una cena leggera e una tisana rilassante. Usare lenzuola e federe con tessuti naturali, come il lino o il cotone, e lavarle spesso per evitare l’accumulo di polvere e batteri. Usare un cuscino non troppo morbido e dormire con la testa leggermente sollevata, per prevenire le rughe e il gonfiore degli occhi. Mantenere una temperatura e un’umidità adeguata nella camera da letto, evitando di accendere il riscaldamento o il condizionatore.

Foto copertina: Unsplash