Addominoplastica costi e rischi
Bellezza

Addominoplastica: costi e rischi

Con l’addominoplastica potrai dire addio a grasso e cute in eccesso nella zona addominale e avere una silhouette nuova di zecca. Scopriamo come.

L’addominoplastica è una tecnica che consente di rimuovere il grasso e la cute in eccesso sia dalla parte superiore che da quella inferiore dell’addome. È un’operazione chirurgica a tutti gli effetti, studiata per migliorare visibilmente l’aspetto di un ventre eccessivamente rilassato o sporgente.

Un altro vantaggio è che consente di tonificare i muscoli di questa parte del corpo. L’addominoplastica è indicata per gli uomini e le donne che, pur avendo una buona forma fisica, non riescono a liberarsi – né con la dieta né con l’attività fisica – dei depositi di adipe localizzati proprio sulla pancia, soprattutto se rendono l’addome flaccido e cadente. È un intervento molto richiesto dal gentil sesso. Più in particolare, in questi casi:

  • donne che hanno avuto una o più gravidanze;
  • persone reduci da lunghi periodi di diete dimagranti piuttosto restrittive;
  • donne che, a causa della menopausa e dell’età che avanza, presentano una perdita di elasticità cutanea che non è più possibile recuperare, neanche con uno stile di vita sano.

È il chirurgo a stabilire qual è l’intervento più indicato. Può eseguire solo l’addominoplastica o ricorrere ad altre tecniche – in aggiunta o in sostituzione – come il lifting delle cosce, la liposuzione, ecc.

Addominoplastica o liposuzione?

Spesso si è portati a confondere queste due tipologie di interventi. La liposuzione, lo ricordiamo, consente di eliminare i depositi di grasso aspirandoli attraverso microcannule di metallo collegate ad un aspiratore. La liposuzione agisce al meglio sulle adiposità, ma ha un effetto minimo sulla pelle.

Intervenendo sull’addome solo con la liposuzione, si corre il rischio di accentuare l’effetto “svuotato” della cute, che sarà ancora più molle e cadente. Quindi, se hai un addome con molta pelle in eccesso, il chirurgo ti proporrà sempre un’addominoplastica. La liposuzione potrà essere usata per completare l’intervento, modellando altre zone.

I rischi

Non esistono particolari limiti di età per sottoporsi ad un’operazione di addominoplastica. Tuttavia, se stai pianificando una o più gravidanze, è preferibile rinviare l’intervento. La gravidanza, infatti, potrebbe separare nuovamente quei muscoli che erano stati riparati con l’operazione.

Stesso discorso se soffri di obesità. La fretta di intervenire chirurgicamente potrebbe essere ingiustificata e controproducente. Meglio iniziare con un programma per la riduzione del peso che dia la precedenza a dieta e attività fisica.

Comunque, anche se non hai particolari problemi di salute, affidati sempre ad un centro specializzato e ad un chirurgo esperto in body contouring. In questo modo eviterai fastidiose complicanze come infezioni, perdita di sensibilità della regione addominale, sanguinamento o sieroma.

Le varianti dell’addominoplastica

Durante la prima visita, il chirurgo esaminerà una serie di parametri:

  • localizzazione e quantità dei depositi di grasso;
  • grado di elasticità della cute;
  • tonicità dei muscoli della parete addominale;
  • problemi di salute (pressione alta, dipendenza dal fumo di sigaretta, disturbi della coagulazione del sangue, ecc.) che potrebbero compromettere la riuscita dell’intervento.

Fatto ciò, ti spiegherà gli obiettivi e i risultati estetici che sarà possibile raggiungere con l’addominoplastica. Se hai un buon livello di elasticità della pelle e un discreto tono muscolare, il chirurgo potrebbe ritenere sufficiente una liposuzione.

Sia con l’addominoplastica che con la liposuzione, la quantità di grasso che può essere eliminata non supera i tre-quattro litri. Per “cancellare” l’odiata pancetta, comunque, c’è un’altra soluzione, praticabile se la pelle in eccesso e i depositi di adipe sono concentrati solo nell’area al di sotto dell’ombelico.

In questo caso, infatti, è possibile ricorrere ad un intervento meno complesso, la mini-addominoplastica. Se, infine, gli eccessi di pelle e di grasso sono localizzati non solo sui fianchi e nella parte anteriore dell’addome, ma anche nella regione posteriore dorsale (caso frequente nei casi di obesità patologica), allora sarà necessario ricorrere ad un intervento più lungo e strutturato, cioè l’addominoplastica circonferenziale.

Come si esegue un intervento di addominoplastica?

Il più delle volte è necessario il ricovero in clinica per una-due notti e si ricorre all’anestesia generale. Qualche volta, invece, può essere sufficiente il regime di day hospital con anestesia locale. Il chirurgo esegue l’incisione al di sopra della regione pubica e farà in modo che la cicatrice resti nascosta all’interno dello slip.

Attraverso l’incisione, provvede alla rimozione del grasso e della pelle in eccesso dalla parete dei muscoli addominali. Inoltre, corregge eventuali dilatazioni tra i muscoli, migliorando la misura del punto vita. Anche se invasiva, l’operazione è poco dolorosa e ha una durata compresa tra una e tre ore.

Una volta conclusa, il chirurgo applica una fasciatura che va tenuta all’incirca per tre settimane. Se hai avuto un parto cesareo, la cicatrice ricalcherà quella già presente, ma sarà più estesa.

Il decorso post-operatorio

Nelle 48 ore successive, dovrai rimanere a riposo con il dorso sollevato e le gambe piegate. Gonfiore, dolore ed ecchimosi nella zona oggetto dell’intervento non ti devono spaventare. Per i primi giorni ti verranno prescritti dei farmaci antidolorifici.

Per un mese dovrai indossare, giorno e notte, una guaina elastocompressiva. La guaina consentirà alla cute di aderire nuovamente alla parete muscolare, alla parete muscolare di rinforzarsi e cicatrizzarsi. Se hai subito anche una liposuzione, la guaina aiuterà a drenare e modellare le zone trattate.

Dal terzo giorno post-intervento potrai riprendere le consuete attività quotidiane, fatta eccezione per sport faticosi, sforzi eccessivi e ripetuti, sauna e bagno turco.

Due settimane dopo, il medico procederà alla rimozione dei punti di sutura e potrai riprendere l’attività lavorativa, evitando però gli sforzi fisici. Potrai tornare in palestra all’incirca dopo un mese e mezzo e andare al mare dopo quattro mesi.

Quanto costa un’addominoplastica

Il costo di un’addominoplastica dipende da una serie di fattori, in primis dalla combinazione dei tre principali inestetismi presenti nella zona addominale: pelle in eccesso, grasso in eccesso, rilassamento muscolare. In media, il costo di un’addominoplastica oscilla tra i 5.000 e i 7.000 euro.

Quello di una mini-addominoplastica tra i 2.500 e i 4.000 euro. Il prezzo di una liposuzione su addome e fianchi è in media compreso tra i 2.000 e i 4.000 euro. In molte strutture specializzate il chirurgo può proporre l’abbinamento di più interventi per un rimodellamento complessivo della silhouette.

Ad esempio, addominoplastica e lifting delle cosce o addominoplastica e liposuzione agli arti inferiori. Sono combinazioni che consentono di risparmiare qualche migliaio di euro, rispetto ai singoli interventi effettuati in momenti diversi.



Filler viso, costo e tutto quello da sapere
Bellezza

Filler viso, costo e tutto quello che c’è da sapere

I colori dell'autunno nel make-up
Make up

I colori dell’autunno nel make-up della stagione

Colore unghie autunno 2020, Spicy Orange
Manicure

Colore unghie autunno 2020, Spicy Orange

Capelli blu notte, elettrico, sfumati o con riflesso
Hairstyle

Capelli blu notte, elettrico, sfumati o con riflesso

Rossetto a prova di mascherina, quali scegliere
Make up

Rossetto a prova di mascherina, quali scegliere

Microneedling cos'è, costo e controindicazioni
Lifestyle

Microneedling: cos’è, costo e controindicazioni

Crioterapia estetica cos'è, costo e controindicazioni
Bellezza

Crioterapia estetica: cos’è, costo e controindicazioni

Ginnastica facciale, esercizi fai da te per tonificare il viso
Bellezza fai da te

Ginnastica facciale, esercizi fai da te per tonificare il viso

Colore unghie autunno 2020, Spicy Orange
Manicure

Colore unghie autunno 2020, Spicy Orange

Lo spicy orange è il colore più trendy dell’autunno per realizzare una manicure elegante e alla moda: si ispira alle tonalità della zucca

Leggi di più